Categoria: Alfa Romeo Pagina 1 di 20

Entrano in vigore il nuovo nome e la nuova governance di Stellantis

Ufficiale la nascita del nuovo Marchio Stellantis: tutti i dettagli

Leggi tutto

Alfa Romeo Stelvio è il SUV dell’anno 2020

Importante riconoscimento per Alfa Romeo, grazie al premio di SUV dell’anno per Stelvio Quadrifoglio

Come nel 2018. Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio davanti a tutti in qualità di SUV dell’anno 2020 per la rivista AUTO ZEITUNG grazie al Model Year 2020 che ha battuto la concorrenza di tutti i rivali.

Leggi tutto

FCA, inaugurazione per il progetto Vehicle-to-Grid

È nato a Torino Mirafiori l’impianto di FCA per la tecnologia Vehicle-to-Grid

Dopo l’annuncio dell’inizio dei lavori nello scorso Maggio, ha preso il via il progetto Vehicle to Grid di FCA.

Presenti all’inaugurazione il presidente di FCA, John Elkann, il ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli, rappresentanti di Commissioni parlamentari, il sindaco Chiara Appendino, giornalisti nazionali e internazionali.

Obiettivo dell’iniziativa è far interagire in modo bidirezionale i veicoli full electric di FCA e la rete elettrica, permettendo – oltre alla ricarica dei mezzi – l’utilizzo delle loro batterie per fornire servizi di stabilizzazione della rete.

“La tecnologia Vehicle-to-Grid – spiega all’Ansa Roberto Di Stefano, responsabile e-Mobility per l’Emea di FCA – rappresenta un’importante opportunità per ottimizzare i costi di esercizio delle vetture a vantaggio degli automobilisti, oltre a una concreta possibilità per contribuire alla sostenibilità della performance della rete elettrica. Tuttavia, serve un contesto normativo favorevole al V2G”.

“Il Ministero dello Sviluppo economico ha stabilito criteri e modalità per favorire la diffusione della tecnologia Vehicle-to-Grid in Italia, con lo scopo di agevolare la diffusione dei veicoli elettrici e l’incremento delle risorse di flessibilità di cui il sistema elettrico necessita, per consentire una adeguata integrazione delle fonti rinnovabili”.

“Ora dovrà seguire un completo framework normativo, riferito alla giusta remunerazione dei servizi di stabilizzazione alla rete e a copertura dei costi aggiuntivi associatiall’installazione dei dispositivi di connessione bidirezionali e dei sistemi di misura, ai fini dell’erogazione dei servizi ancillari”.

“Le e-car rappresentano una potenziale fonte di energia molto rilevante e una grande opportunità per contribuire a realizzare un sistema elettrico più sostenibile e decarbonizzato. L’interazione intelligente e bidirezionale tra auto e rete, inoltre, consente a Terna di poter disporre di maggiori risorse di flessibilità e servizi innovativi”, ha affermato Massimiliano Garri, direttore Innovazione e Soluzioni digitali Terna.

“Il V2G – ha sottolineato Carlalberto Guglielminotti, amministratore delegato di Engie Eps – è la soluzione che permetterà il più grande cambio di paradigma all’interno del sistema della mobilità elettrica e dei sistemi elettrici mondiali”.

Leggi anche:

Stellantis vs Volkswagen: confronto tra le piattaforme dei due gruppi

Come funzionano le piattaforme dei due gruppi? Ecco il confronto

Abbattimento dei costi senza dimenticare la qualità e la differenziazione di stili. Basta questo per descrivere i principi alla base del successo di Stellantis (neogruppo nato dalla fusione tra FCA e PSA) e Volkswagen.

VOLKSWAGEN – MQB

Il gruppo Volkswagen usa da sempre una piattaforma unificata per ognuno dei propri marchi, chiamata Modularer QuerBaukasten (o MQB). Un contenitore per creare auto diversissime tra loro, sistema che funziona vista la mole di vetture prodotte e vendute dal gruppo tedesco.

MLB EVO

Da MQB è nata la variante MLB Evo, che ha permesso di produrre auto del calibro di Tiguan, Golf, T-Roc e tutta la gamma Audi.

MBE

Modulare Elektrifizierungsbaukasten, la piattaforma per le auto elettriche per la terza era di Volkswagen. Qui, infatti, è iniziata la produzione della gamma ID.

STELLANTIS

Un gruppo neonato ma con del gran potenziale. Ecco Stellantis, dopo la fusione tra FCA e PSA. La condivisione di piattaforme per guardare al futuro e puntare l’uno sulle competenze e strutture dell’altro, sfruttando la stessa piattaforma ma utilizzando modus operandi completamente diversi. Il tutto per produrre vetture molto diverse per stile, dimensioni e tipologie condividendo in modo insospettabile una medesima piattaforma.

IL FUTURO

Alla base dell’integrazione tra i due gruppi ci sono le piattaforme modulari che permettono di produrre auto molto diverse per dimensioni, tipologia, sistemi di trazione, alimentazione. Una sorta di evoluzione dei vecchi pianali i quali, tuttavia, non offrivano sufficiente flessibilità ed erano alla base di auto molto, forse troppo, simili tra loro e mal digerite dal mercato.

CMP e EMP2

Common Modular Plattform è il nome della piattaforma di PSA da cui + nata, per esempio, la più recente Peugeot 208. La seconda piattaforma usata da PSA è Efficient Modular Platform 2, da cui sono nate le 508 e 3008, tra le tante.

eVMP

FCA potrà sfruttare la piattaforma eVMP di PSA (Electric Vehicle Modular Platform), dedicata interamente alla gamma elettrica.

E FCA?

La piattaforma attualmente utilizzata da FCA per creare Stelvio e Giulia, per esempio, è Giorgio, oltre a Small Wide, da cui sono nate le Renegade e Compass, 500X e Tipo.

Leggi anche:

Nasce Dream Garage di FCA e Leasys: di cosa si tratta

Tutti i clienti della Nuova FIAT 500 “la Prima” potranno accedere all’app Dream Garage

Tredici modelli del Gruppo FCA a disposizione, diversi per spazio, tipologia, destinazione, prenotabili in ogni momento tramite l’utilizzo dell’app per un massimo di 60 giorni all’anno. Ecco My Dream Garage, un nuovo modo di gestire la mobilità.

“Attraverso l’app e con due semplici clic, il nostro cliente potrà prenotare in ogni momento, e per tutto il tempo necessario, una delle auto del ‘My Dream Garage’ scelte tra i modelli del gruppo FCA che rispondono a esigenze temporanee di mobilità o legate a un utilizzo specifico: dalla Spider per un weekend al mare, alla Jeep per un’escursione in montagna, dal SUV per la città alla berlina per i viaggi, fino al Ducato per un veloce trasloco nel weekend”, queste le parole di Luca Napolitano, Head of FIAT, Lancia & Abarth Brands EMEA.

Canone mensile di 99 euro fino a un massimo di 299 euro al mese per un anno, in base a 4 differenti tipologie di abbonamento: Regular, Silver, Gold e Platinum.

L’abbonamento garantisce fino a 60 giorni di mobilità, da utilizzare durante l’intero arco dell’anno, anche un solo giorno alla volta. My Dream Garage è tanto innovativo quanto semplice nell’utilizzo, di seguito i 4 step.

  1. Accedere all’app My Dream Garage
  2. Scegliere il punto di ritiro
  3. Prenotare l’auto usando i giorni del credito a disposizione
  4. Ritirare la vettura scelta. Il numero di giorni selezionato sarà detratto dal credito disponibile

Una volta prenotata l’auto con la app sul proprio smartphone, sarà sufficiente andare a ritirarla in uno degli oltre 300 Leasys Mobility Store dislocati sul territorio italiano nelle principali città, negli aeroporti e nelle stazioni.

Il servizio sarà attivo in Italia e in altri otto Paesi europei (Francia, Germania, Gran Bretagna, Spagna, Belgio, Olanda, Austria e Polonia) attraverso le concessionarie convenzionate.

Leggi anche:

Pagina 1 di 20

©2016 Gruppo Bossoni. All Rights Reserved. - Reg.Imp. Bs n.01678370170 - Privacy Policy • powered by kreativemind