A Wolfsburg è nata Gen.E, la compatta a zero emissioni con autonomia di ben 400 km. La casa tedesca svela questo interessante prototipo in occasione del Future Mobility Days 2017. 

Volkswagen Gen.E Compact 2017 è la prima due volumi a tre porte che anticipa il futuro 100% elettrico del colosso tedesco, sfoggia un’aspetto decisamente futuristico che declina l’attuale linguaggio della casa teutonica a forme spigolose e soluzioni aerodinamiche per ridurre la resistenza dell’aria.

Arriva Volkswagen Gen.E, la prima compatta in grado di offrire ottime prestazioni e consumi di corrente contenuti!

Il futuro dell’auto e della mobilità è fatto di intelligenza artificiale e di motori elettrici, i progetti per i veicoli in arrivo nei prossimi anni non si apre su scenari improbabili di auto volanti ma di soluzioni futuribili che parlano la lingua della guida assistita e dell’ibrido plug-in. 

Volkswagen Gen.E, questione di stile!

La nuova concept Gen.E, dalle immagini ufficiali sembra un’evoluzione delle sorelle di casa Volkswagen, la Polo e la Golf. Il suo carattere è all’insegna della più autentica sportività in chiave moderna, come potete vedere i cerchi in lega sono carenati, la speciale mascherina racchiude la spina per la ricarica e lega tra loro i proiettori Full-LED. Al posteriore appaiono speciali finlets e un ampio spoiler domina il lunotto. Anche le fiancate hanno un aspetto moderno con maniglie nascoste e sottoporta che sottolineano la linea dinamica della vettura. 

Volkswagen: le nostre auto, prossime future, si ricaricheranno con i robot!

Tra i dettagli rilasciati in occasione dei Future Mobility Days, l’evento che si tiene in Germania, segnaliamo la presenza a bordo di Gen.E di batterie di ultima generazione agli ioni di litio, in grado di garantire un’autonomia massima di oltre 400 km grazie anche all’ottimizzazione del motore per ridurre i consumi ed aumentare l’efficienza. Tra gli aspetti più interessanti il sistema di ricarica, la Concept Gen.E potrà interagire con i robot autonomi mobili che vedremo presto nei parcheggi sotterranei o nei parcheggi multipiano. Questa tipologia di robot è stata pensata, ad esempio, per connettere autonomamente le vetture alla spina per la ricarica. Un mondo tutto nuovo che si sta aprendo davanti ai nostri occhi. 

Parleremo ancora di Auto elettriche e non, continuate a seguirci e diteci la vostra sul futuro dove l’elettrico la farà da padrone e la mobilità sarà sempre più efficiente e green. Ci trovate sui social: Facebook, Twitter, Instagram, Google+, Sito Internet Istituzionale e Magazine Aziendale.