Rivoluzione diesel

Quando tutti lo davano ormai per spacciato, il caro vecchio motore diesel rilancia con una nuova tecnologia che lo rende il più pulito di tutti.

Il diesel ha un futuro! Questa è l’incredibile risposta di Bosch, per fermare il declino delle motorizzazioni a gasolio. Se non stessimo parlando del Colosso tedesco leader della componentistica automobilistica che fattura 78 miliardi di euro all’anno e ne investe il 10% in ricerca e sviluppo, sarebbe dura credergli.

Secondo l’annuncio, arrivato direttamente dalla conferenza stampa annuale di Bosch, la nuova tecnologia utilizzerebbe solo una inedita combinazione tra iniezione di carburante, gestione del flusso d’aria per il riciclo dei gas di scarico e una gestione intelligente della temperatura. 

“Stiamo ampliando i confini di ciò che è tecnicamente fattibile. Con la tecnologia Bosch di ultima generazione, i veicoli diesel rientreranno nella classe delle basse emissioni mantenendo costi sostenibili” ha dichiarato il CEO di Bosch Volkmar Denner, che ha anche aggiunto: “I motori a combustione, sia alimentati a diesel che a benzina, emetteranno così poco particolato e ossidi di azoto che non avranno alcun impatto significativo sull’aria”

Leggi anche: Motori diesel, ipotesi retrofit 

 Dalla Bosch la svolta decisiva nelle tecnologie per la mobilità del futuro! Senza bisogno di componenti aggiuntivi e costi esorbitanti si arriverebbe ad abbassare le emissioni di ossido di azoto (NOx) fino a 13 mg/km nei cicli RDE, un decimo del limite importo dal 2020. 

“Grazie alla nostra innovazione siamo convinti che in futuro nessuno potrà imporre il divieto dei diesel in città, il diesel conserverà il suo posto anche nel traffico urbano, sia per i guidatori cittadini che per i pendolari”, ha dichiarato in conclusione il CEO di Bosch, Volkmar Denner.

Previous

Kia Niro EV: l’unico crossover elettrico con 450 km di autonomia a emissioni zero!

Next

Auto senza RCA: Le Forze dell’Ordine hanno tre assi nella manica per scovarle!

2 Comments

  1. mauro de zan

    mi pare che sulle emissioni dei motori diesel qualcuno sia già rimasto scottato. Come credervi ancora? io ho una vettura a metano e quindi non cado nella trappola dei diesel. Anche se fosse vero che in un futuro più o meno prossimo le emissioni saranno “davvero” basse, rimane sempre il “piccolo problema” che per ottenere il gasolio o la benzina bisogna raffinare il petrolio con danni enormi per l’ambiente e le popolazioni che vivono vicino alle raffinerie, mentre il metano che metto nelle mie bombole è quello che esce direttamente dai giacimenti ( a parte un po’ di gas che gli dà un odore sgradevole)

    • Igor Sartori

      Buongiorno Mauro,
      ci fa piacere che lei abbia scelto una vettura “pulita”. Speriamo che grazie alle nuove tecnologie e i nuovi carburanti – tra cui l’e-diesel (gasolio sintetico) – portino a un futuro più green dove le automobili non avranno più un’impatto negativo sull’ambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

©2016 Gruppo Bossoni. All Rights Reserved. - Reg.Imp. Bs n.01678370170 - Privacy Policy • powered by kreativemind