Nasce la “Matita d’Oro”, l’importante riconoscimento per celebrare i migliori disegnatori che hanno fatto la storia nell’ambito del design automobilistico. 

Il primo vincitore è Giugiaro, capace di imprimere, con successo e riconoscimenti internazionali, una svolta significativa all’evoluzione del Transportation Design.
Il car designer piemontese Giorgetto Giugiaro, è il primo vincitore della “Matita d’Oro”, il premio ideato dal Museo Nazionale dell’Automobile “Giovanni Agnelli’ che va a premiare i disegnatori che sono riusciti a distinguersi grazie alla loro creatività nell’ambito del design automobilistico.

Oscar alla carriera per il padre di vetture storiche Giorgetto Giugiaro, uno dei più importanti disegnatori italiani!

L’inventore di cento prototipi senza eguali, colui che con la sua penna ha saputo tracciare le linee di duecento vetture di serie, l’inventore dalla forte creatività che con la sua mente ha partorito la Volkswagen Golf,  la Volkswagen Passat, la Fiat Panda, la Fiat Uno, la Fiat Croma, la Lancia Delta, la Lancia Thema, l’Alfa Romeo Sprint GT, e via via fino ad un totale di duecento vetture differenti. 

Giorgetto Giugiaro ha disegnato autovetture per tutti i più importanti marchi automobilistici al mondo!

>>>> Clicca Qui per leggere tutti gli articoli del Magazine

 

Per celebrare il connazionale, il MAUTO oltre all’assegnazione del riconoscimento “Matita d’oro 2016” ha organizzato un’esposizione retrospettiva (attiva fino al 26 marzo) dal nome “Giugiaro e il suo percorso” che ne racconta la storia professionale, la formazione, gli incontri e le influenze che lo hanno reso un’artista del design. 

Appuntamento con la “Matita d’Oro” ogni dodici mesi presso il Museo dell’Automobile di Torino, in Corso Unità d’Italia al civico 40!

Benedetto Camerana, presidente del MAUTO ha dichiarato “il Museo ha voluto istituire questo nuovo premio per celebrare la centralità di Torino e del suo territorio nella storia novecentesca della carrozzeria e del design dell’automobile, e quindi per promuovere la continuità tra i grandi nomi del passato ed i protagonisti di oggi”. Rodolfo Gaffino Rossi, direttore, ha precisato “intendiamo omaggiate non solo il singolo progetto, ma la carriera di chi ha saputo realizzare idee belle e funzionali, ma soprattutto rispondenti alle esigenze del tempo, con lo sguardo rivolto al futuro”.
Durante la serata di gala tenutasi al Museo dell’Automobile di Torino con premiazione speciale da parte di Piero Chiambretti e l’applauso di oltre 400 ospiti Giugiaro ha dichiarato: “Dico che il premio e la mostra del MAUTO mi onorano e non avrei saputo farli più belli”.

Grazie a te Giorgetto, tutto il Gruppo Bossoni Automobili ti ringrazia per ill tuo instancabile lavoro, grazie al quale, ci hai regalato dei veri e intramontabili gioielli di design! 

Gruppo Bossoni Automobili è su Facebook, Twitter, Instagram, www.gruppobossoni.it e Magazine.