Omologazione cerchi in lega: Come installare ruote più grandi grazie al Decreto Ruota.

Volete cerchi in lega più grandi ma non sapete come omologarli? Il 15 ottobre del 2015 è entrato in vigore il famoso decreto che regolamenta i “Sistemi Ruote grazie al quale, ora, si possono montare cerchi più grandi rispetto a quanto indicato sulla carta di circolazione. Non sarà infatti più necessario richiedere il nulla osta della casa produttrice, a patto che siano omologati NAD o UN/ECE124!

Il decreto ministerialeSistema Ruota” ha letteralmente rivoluzionato le pratiche di omologazione dei cerchi in lega nel mercato italiano. La normativa, a quanto pare, suscita ancora qualche confusione tra gli automobilisti, per questo noi di Gruppo Bossoni Automobili abbiamo deciso di fare chiarezza riassumendo in poche e semplici parole quali sono le prassi ed i limiti di questo decreto. 

Innanzitutto, la legge si applica solo sui veicoli omologati M1 o fuoristrada M1G, sono quindi esclusi gli autocarri N1. Detto questo, in Italia possono circolare, e quindi essere vendute e installate, soltanto ruote omologate del tipo:

1 – Con omologazione italiana NAD, rilasciata dal Ministero dei trasporti.

2 – Con omologazione Europea UN/ECE124.

Riconoscere se una ruota è omologata oppure no non è difficile, le sigle (NAD o ECE) sono ben visibili sul cerchio, bisognerà invece fare molta attenzione alle differenze tra le due certificazioni. Infatti solo l’omologazione italiana NAD vi permetterà di montare cerchi e pneumatici più grandi di quelli riportati sul libretto di circolazione, con quella europea invece si potranno installare cerchi in lega con disegni differenti, ma mantenendo le dimensioni previste dai costruttori.

Ma veniamo al dunque, per montare ruote di misure diverse la prima cosa da fare è recarsi dal proprio gommista di fiducia e richiedere la giusta combinazione tra pneumatici e cerchi in lega. Sarà lui a verificare presso l’azienda produttrice l’omologazione NAD, le specifiche per la vostra vettura e richiedere il Certificato di Conformità COC. A questo punto è ora di prenotare il collaudo in Motorizzazione e richiedere il permesso di circolazione temporaneo per poter montare le ruote in attesa dell’aggiornamento del libretto.

I documenti necessari da presentare in fase di collaudo sono:

1 – Certificato di conformità COC che deve essere fornito insieme al cerchio.

2 – dichiarazione di corretto montaggio del gommista, il cosiddetto Allegato E.

3 – Bollettini Postali (prezzo variabile in base alla regione).

Fate molta attenzione! La dichiarazione di corretta installazione deve essere rilasciata dal gommista che effettua il montaggio delle ruote sull’auto e deve essere della stessa Provincia della Motorizzazione a cui ci si rivolge! Con questa notizia chiudiamo il nostro approfondimento di questa settimana.

Previous

Jeep Renegade indossa la divisa dei Vigili del Fuoco e prende servizio!

Next

Oggi voliamo a Palma di Maiorca con James May e Kia Stinger

6 Comments

  1. Francesco

    Una volta omologata la misura con cerchio omologato NAD, è possibile utilizzare altri cerchi della stessa misura ma non omologati nad o si è obbligati ad utilizzare sempre solo quel cerchio o cerchi nad ?

    • Igor Sartori

      Salve Francesco,
      la legge impone l’istallazione di cerchi in lega omologati NAD. Possono circolare con cerchi non omologati solo le vetture che sono state dotate prima dell’entrata in vigore del decreto.

      • Roberto

        Ciao Igor, ma la motorizzazione scrive sul libretto di circolazione che l’omologazione è avvenuta per quel particolare cerchio certificato NAD o si limita a riportare le nuove misure del sistema ruota analogamente a come faceva una volta ? perché se così fosse non vedrei controindicazioni a montare altri cerchi (tipo quelli originali che non erano riportati a libretto).
        Grazie.

        • Igor Sartori

          Ciao Roberto,
          sicuramente sul libretto verrà riportato che l’omologazione è stata effettuata tramite “decreto ruote” con cerchi in lega NAD. In più, in auto dovrai conservare anche i documenti relativi all’omologazione dei cerchi.

  2. Valentino

    Salve volevo chiedere se è possibile omologare cerchi originali di fabrica opel e gomme che sono riportate già sulla stesso modello sportivo? Passare da 225/40 18 A 235/35 19 91y

    • Igor Sartori

      Buongiorno Valentino,
      non conoscendo i dettagli della sua autovettura possiamo solo consigliarle di contattare il Service Gruppo Bossoni o il proprio gommista di fiducia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

©2016 Gruppo Bossoni. All Rights Reserved. - Reg.Imp. Bs n.01678370170 - Privacy Policy • powered by kreativemind