Secondo le previsioni degli esperti del settore, l’automobile del futuro sarà intelligente, elettrica e si acquisterà prevalentemente online. Il futuro della mobilità avrà nuovi trend: sistemi multimediali, connettività e tecnologie alternative ai sistemi tradizionali. 

Nei prossimi anni l’industria automobilistica subirà una profonda trasformazione che partirà da un design più bilanciato – tra le reali esigenze degli automobilisti e le nuove opportunità offerte dalla tecnica. A guidare la rivoluzione sarà la tecnologia, che influenzerà il sistema produttivo, i modelli e i canali di vendita. 

Smart Manufacturing: Nel settore Automotive molte aziende utilizzano efficaci sistemi automatizzati e interconnessi, spesso avvalendosi di importanti startup, che permettono il monitoraggio delle attività produttive eseguite da persone e macchine, pianificando misure di miglioramento in termini di sicurezza e produttività.  

Con il passare degli anni avremo automobili sempre più intelligenti, capaci di guidare e rifornirsi da sole, rispondere alle email e ai messaggi, suggerirci strade, hotel e ristoranti in base ai nostri gusti. Sarà l’intelligenza artificiale (AI) a gestire tutto – perché l’automobile del futuro sarà soprattutto connessa, sarà in grado di monitorare le sue condizioni di funzionamento, di comunicare con gli altri veicoli e con le infrastrutture stradali intelligenti trasformandosi da semplice scatola di metallo in un vero e proprio concentrato tecnologico digitale (data center mobili).

La domanda di automobili è destinata a mutare nel giro di pochi anni e i più giovani saranno i primi a chiedere nuovi trend – che non saranno solo sicurezza, ecologia e multimedialità – sarebbe riduttivo con un cambio di paradigma tanto profondo soffermarsi qui. 

Sensazioni, ma anche qualcosa di più: nel lungo periodo non ci sarà più nessuno che comprerà un’automobile che non sia autonoma e digitalizzata, i dati parlano chiaro, le tendenze portano a un aumento dell’interesse verso le nuove forme di mobilità come le auto con conducente e le auto condivise (Car Sharing). Da qui la corsa delle Case costruttrici e non, per accaparrassi contratti esclusivi con le migliori startup legate al digitale, ai trasporti, alle batterie e all’Automotive.

Il mercato chiederà quindi più auto elettriche e non obbligatoriamente lo farà passando per le concessionarie, non sappiamo ancora come andrà, ma molto probabilmente il futuro dell’automobile passerà tramite l’e-commerce. Un esempio di vendita online l’abbiamo avuto da Alfa Romeo che, grazie alla piattaforma Tmall del gruppo Alibaba ha piazzato 350 Giulia in soli 33 secondi, un successo.

La mobilità verrà dunque rivoluzionata dalle driverless car o self driving car?

Sicuramente al momento molte Case automobilistiche stanno investendo soldi ed energie nello sviluppo di queste tecnologie e molte IT Company stanno puntando i loro radar proprio in questa direzione.