La Casa tedesca incrementa la propria partecipazione nell’azienda tecnologica californiana diventando il principale azionista automotive della QuantumScape Corporation.

La nuova joint venture è un vero colpo da maestro che assicura al Gruppo Volkswagen il controllo della QuantumScape, la start up di Stanford capace di aumentare la densità energetica e di conseguenza la quantità di energia stoccata nelle batterie. 

Giusto per la cronaca, nessun altro fornitore finora è riuscito a ottenere un risultato simile! 

Il nuovo accordo prevede un investimento di 100 milioni di Dollari da parte del costruttore automobilistico tedesco e l’inserimento nel consiglio di amministrazione della società statunitense di un uomo di fiducia (il responsabile della ricerca Volkswagen Axel Heinrich).

In questo modo la dirigenza di Wolfsburg sarà direttamente coinvolta nelle strategie dell’azienda californiana e potrà accelerare lo sviluppo delle batterie allo stato solido. Questa tipologia di pile – più evoluta rispetto a quelle al litio – è considerata fondamentale per la mobilità del futuro. Da calcoli interni, le batterie allo stato solido avranno un impatto significativo sulle percorrenze dei futuri modelli elettrici – un’automobile come la e-Golf ad esempio, aumenterebbe la propria autonomia dagli odierni 300 km fino a circa 750 km con un solo pieno di energia. 

Ecco le prime parole di Axel Heinrich: “Vogliamo accelerare la commercializzazione delle batterie allo stato solido. Uniamo le forze per sfruttare l’esperienza di Volkswagen come specialista nella produzione e la leadership tecnologica di QuantunScape. In questo modo il Gruppo sta compiendo un ulteriore passo avanti verso la mobilità sostenibile e a zero emissioni per i clienti in futuro” .

Pile di questo tipo sono state frenate dagli alti costi di produzione, ora grazie a Volkswagen si apre la strada a un nuovo livello di potenza per la mobilità elettrica del futuro!

Grazie a questa tecnologia, più matura rispetto a quella agli ioni di litio, si andrà incontro a grandi vantaggi quali: migliori percorrenze grazie alla maggiore energia stivata, tempi di ricarica inferiori, dimensioni ridotte delle pile, e più sicurezza, visto che le batterie solide non sono più soggette ad esplosioni.

LEGGI ANCHE: ecco come saranno le automobili del futuro 

Il Gruppo Volkswagen ha testato con successo i primi campioni di celle per batterie allo stato solido della QuantumScape confermando la fattibilità del progetto. Ora non ci resta che attendere il 2025 per vedere su strada le prime auto dotate di queste sorprendenti batterie.