Categoria: News Page 1 of 23

UE, arriva il Cross Border: ecco perché pagheremo anche le multe prese all’estero

Con l’entrata in vigore delle nuove normative europee, le infrazioni al codice della strada commesse in uno dei 28 Paesi membri dell’Unione Europea saranno valide e verranno sempre notificate, quindi preparatevi a pagare la multa.

È finita la pacchia! Se fate parte di quella categoria di automobilisti, che viaggiando spesso in automobile all’estero, ha goduto della falla nel sistema che permetteva di non ricevere nessuna multa a casa, sappiate che oggi le cose sono cambiate.

LEGGI ANCHE: Ecobonus 2019, quando è iniziato e quali auto hanno diritto agli incentivi.

La Commissione Europea infatti – dopo un’analisi delle infrazioni – ha scoperto che del 5% dei guidatori stranieri il 15% sono responsabili delle infrazioni per eccesso di velocità. Un dato allarmante che in Francia arriva a toccare addirittura la quota 25%! 

Tutte queste violazioni impunite hanno fatto scattare un meccanismo di difesa della sicurezza stradale che ha portato il Consiglio Europeo e le Polizie Stradali a trovare un accordo sull’applicazione di nuove regole per la notifica delle multe e la loro riscossione in tutti i 28 stati membri dell’Unione Europea.

Le sanzioni ora sono diventate europee! Il nuovo sistema “Cross Border” permetterà alle autorità locali di velocizzare l’identificazione del veicolo e del trasgressore. 

Quindi chi infrangerà il codice della strada in uno stato europeo riceverà a casa una lettera informativa – tradotta nella propria lingua – con tutti i dettagli della violazione commessa e un modulo di risposta con il quale potrà contestare la multa entro 60 giorni. In caso contrario non gli resterà che pagare la sanzione per non incorrere nella procedura esecutiva.

Alfa Romeo Tonale: il primo SUV ibrido del Biscione

Alfa Romeo Tonale è l’attesissima concept car presentata al Salone di Gineva, il primo SUV ibrido plug-in capace di unire la bellezza e il dinamismo di una vettura del Biscione all’elettrificazione

Grandi novità portano grande interesse! Al Salone Internazionale dell’Automobile di Ginevra lo stand dell’Alfa Romeo è stato un tripudio di modelli speciali dalla forte personalità sportiva, che hanno catturato gli sguardi dei curiosi e il cuore degli estimatori.  

Sotto i riflettori l’esclusiva livrea bianca e rossa della serie speciale in tiratura limitata “Alfa Romeo Racing” riservata alla Giulia Quadrifoglio e alla Stelvio Quadrifoglio. Vetture super sportive – leader di segmento – che per l’occasione sono state ulteriormente alleggerite, hanno ricevuto un incremento della potenza di 10 CV (520 totali) e sono state dotate d Aero Kit in Carbonio, sviluppato in collaborazione con Sauber Engineering. 

“A GINEVRA ANCHE LA FIAT CENTOVENTI, LA PRIMA CONCEPT CAR ELETTRICA DI FIAT”

Al loro fianco la prima proposta elettrificata del Biscione: Alfa Romeo Tonale! Uno sport utility compatto e dinamico capace di sintetizzare in una dolce melodia il sibilo del motore elettrico e il rombo del classico motore termico Alfa Romeo. Non è da tutti saper canalizzare l’energia nel proprio DNA, soprattutto lasciando inalterate le proprie linee sinuose ed enfatizzando il proverbiale paradigma “La Meccanica delle Emozioni”. 

Solo Alfa Romeo con la sua storia e le sue capacità poteva osare tanto! La concept car Tonale infatti è stata dotata di una tecnologia avanzata in grado di offrire un’esperienza ibrida, connessa, comoda e dinamica, senza però dover rinunciare al piacere di una guida sportiva ai vertici della categoria.

“PRESENTATA A GINEVRA LA FAMIGLIA FIAT 500 120° ANNIVERSARIO”

Anche l’alfista più conservatore proverà forti emozioni guardando e guidando la Tonale, perché troverà in lei le classiche linee armoniche ed equilibrate con forme dinamiche e potenti motori, caratteristiche che da sempre contraddistinguono le vetture del Biscione. 

Per ora accontentatevi di questo piccolo spiraglio dal futuro, fatto di vetture ancora più potenti, creative, belle e tecnologiche. “Non a caso le prime lettere di Alfa Romeo Tonale formano la parola ‘ART’.

FIAT Centoventi presentata a Ginevra: l’elettrico parla anche italiano

FIAT sceglie il 120esimo anniversario e il Salone di Ginevra per mostrare la sua prima Concept 100% elettrica

FIAT non dimentica la sua storia – fatta di piccole grandi auto come la 500, la 127, la Panda e la Uno –  e lo dimostra con la Concept elettrica Centoventi. Lunga quanto una Panda (3,68 metri ) la compatta “alla spina” assicura massima economia nei costi di gestione e un’autonomia da primato, che potrà arrivare fino a 500 km con una sola ricarica.

Largo alla personalizzazione! L’innovativa utilitaria della Casa del Lingotto permetterà  ai suoi clienti di configurarsi la vettura su misura, seguendo i propri gusti e le proprie esigenze, quasi come un abito sartoriale. L’esclusività infatti passerà tramite il programma “4U” che permetterà di scegliere tra 4 tettucci, 4 paraurti, 4 copriruota e 4 pellicole decorative esterne. Tutto all’insegna del numero 4.

A GINEVRA FIAT HA PRESENTATO ANCHE LA FAMIGLIA 500 120° ANNIVERSARIO!

Rivoluzionaria come i più moderni device, la Fiat Centoventi sarà aggiornabile in qualsiasi momento e offrirà la massima libertà di scelta di configurazioni degli interni, di colori, di sistemi d’infotaiment e addirittura di pack batterie. Potrete quindi scegliere di personalizzare il colore di alcune parti della vettura in base alle stagioni o addirittura alle esigenze – lavorative o di svago – e acquistare o più semplicemente noleggiare le batterie aggiuntive solo quando necessario.

La casa madre assicura che la sua nuova Concept elettrica sarà la soluzione  più accessibile sul mercato e tra le poche ad offrire un’autonomia modulabile da 100 fino a 500 chilometri con un solo pieno. Solo Fiat poteva immaginare qualcosa di così bello, innovativo, di tendenza, comodo e alla portata di tutti come la Concept Centoventi! 

Preparatevi a essere proiettati nel futuro a bordo della prima vettura elettrica marchiata FIAT! Del resto Centoventi è l’unica city car nata già pronta per essere acquistata, noleggiata, condivisa e per essere la protagonista delle flotte aziendali.

Ecobonus 2019: quando è iniziato e quali auto hanno diritto agli incentivi

Ecobonus 2019: quando è entrato in vigore e quali auto hanno diritto agli incentivi

Il Governo ha varato il piano incentivi, che permette ai cittadini italiani di acquistare auto più ecologiche, nella speranza di diminuire il livello di anidride carbonica nell’atmosfera.

All’interno del Maxiemendamento, della Legge di Bilancio 2019, è stato inserito il decreto che darà una scossa alla diffusione delle auto elettriche e ibride nel nostro Paese! 

Sono arrivati i tanto attesi incentivi alla rottamazione! Finalmente, dall’1 marzo 2019 al 31 dicembre 2021 è in vigore l’Ecobonus, lo sconto applicato direttamente (anche dalle Concessionarie Gruppo Bossoni Automobili) con una riduzione del prezzo d’acquisto che potrà cumularsi con altre promozioni attive dalla Casa automobilistica, destinato a chi acquista automobili poco inquinanti con prezzo non superiore a 50 mila euro iva esclusa. 

Quindi, se state valutando l’opzione di cambiare auto nei prossimi mesi e volete maggiori informazioni sui modelli poco inquinanti che si possono acquistare con l’Ecobonus, sappiate che in tutte le Concessionarie Gruppo Bossoni potete scoprire quali vetture sono interessate dall’Ecobonus.

Ma ora, vediamo nel dettaglio cosa si intende per “poco inquinanti” e cosa cambia se si è in possesso di un’auto da rottamare.

Le vetture che il Governo reputa Green e quindi degne di Ecobonus non devono avere emissioni di CO2 al di sopra dei 70 g/km. Se in aggiunta si ha una macchina da rottamare classificata Euro 1,2,3 e 4, come potete vedere nelle tabelle qui sotto, il contributo sarà molto più alto.

Senza rottamazione:

0 -20 g/km > 4.000 euro

21-70 g/km > 1.500 euro

Con rottamazione di un veicolo Euro 1,2,3 e 4:

0 -20 g/km > 6.000 euro

21-70 g/km > 2.500 euro

Fate  molta attenzione alle regole, perché per avere diritto all’ulteriore incentivo sulla rottamazione, il veicolo che darete in permuta dovrà essere intestato da chi sta effettuando l’acquisto o a un suo familiare/convivente da almeno un anno. 

Gruppo Bossoni Automobili vi aspetta nelle sue Sedi sparse capillarmente sulle province di Brescia, Mantova, Cremona e Piacenza con vari modelli ecologici e poco inquinanti come per esempio: Kia Niro Phev, Volkswagen e-Golf, Peugeot Partner Tepee 5 porte, Kia Soul EV, Volkswagen e-Up, Peugeot ION, Optima Phev e Optima Sportwagon Phev.

Alfa Romeo Racing: la C38 scende in pista a Barcellona per i test di F1

La nuova monoposto di Alfa Romeo Racing è stata presentata durante i test di F1 a Barcellona. Fantastico design per la livrea 2019, con il classico bianco Sauber che si alterna all’iconico Rosso del Biscione

L’Alfa Romeo Racing C38 è tutta nuova e nelle mani di Kimi Raikkonen e Antonio Giovinazzi, pronta a dare il massimo nel Mondiale di F1 2019! Dopo il cambio di denominazione, l’avventura per il Biscione è già iniziata in Catalogna.

Dopo il primo giorno di test a Barcellona, “Iceman”, il freddo pilota finlandese – campione del mondo nel 2007 – ha voluto raccontare la sua prima esperienza al volante della monoposto numero 7, rinominata la Stelvio. Dopo l’avventura in Ferrari della scorsa stagione, ecco che la carriera di Raikkonen continua in Alfa Romeo Racing.

Grande emozione per quello che è un ritorno, anche se con un nome di scuderia diverso: “Con questa monoposto credo che mi divertirò molto, l’inizio è stato positivo e la macchina ha fatto notevoli passi avanti rispetto alla Sauber che conoscevo. Non vedo l’ora di scendere ancora in pista e sfruttare al meglio le due settimane di test per conoscerla il meglio possibile”.

Antonio Giovinazzi, che siede al volante dell’auto numero 99, la Giulia, ha dichiarato: “Credo sia un’auto meravigliosa e da italiano sono veramente onorato di riportare il tricolore nel circus del Mondiale di F1. Inoltre è bellissimo che la mia prima auto di Formula 1 sia un’Alfa Romeo, simbolo del Made in Italy!”. 

LEGGI ANCHE: ALFA ROMEO RACING, PRIMO ASSAGGIO AL BALOCCO

Alfa Romeo, un nome una garanzia! Entrambi i piloti al volante della rossa dominata dal Biscione hanno ottime possibilità di ottenere risultati di prestigio. Ascoltando bene le loro parole, si può intuire la volontà di occupare da subito i primi posti in classifica in una stagione ricca di novità. 

La nuova monoposto è il risultato della collaborazione di tutti i reparti Alfa Romeo. Dal 1910, infatti, progettano e realizzano auto dal fascino e dalle prestazioni uniche al mondo. Questa tradizione vive ancora oggi su tutte le vetture che escono dagli stabilimenti FCA. Venite a scoprire la tecnologia e la passione che c’è in ogni modello Alfa Romeo negli Showroom FCA Gruppo Bossoni di Brescia, Mantova e Cremona. Anche sabato 23 e domenica 24 febbraio.

Il profilo Twitter di Alfa Romeo Racing svela la livrea 2019 alla presenza dei piloti, Kimi Raikkonen e Antonio Giovinazzi

Blocco Diesel Euro 6D-Temp: retromarcia della Francia?

La Francia fa dietrofront sui blocchi dei motori diesel Euro 6D-Temp. Leggi di più su forum.gruppobossoniautomobili.it

Il calo delle vendite dei veicoli a diesel e i timori sulle possibili perdite di posti di lavoro stanno spingendo il Governo della Francia a fare dietrofront sui motori a gasolio più moderni

La Francia potrebbe fare retromarcia per quanto riguarda il blocco dei motori a diesel. Sembra quindi imminente il passaggio di categoria ai Diesel Euro 6D-Temp, che grazie al bollino antinquinamento Crit’Air viola (categoria 1), saranno equiparati alle migliori auto a benzina. Si tratta del certificato di qualità dell’aria francese, che potrebbe così ribaltare la situazione legata al gasolio.

Questo possibile cambio di rotta è legato alla guerra ai diesel che ha creato molti timori nell’opinione pubblica francese, gli automobilisti stanno preferendo l’acquisto di auto con alimentazioni alternative al gasolio o addirittura stanno temporeggiando sull’acquisto di una nuova automobile. 

LEGGI ANCHE: Ecobonus 2019, quando e quali auto avranno diritto agli incentivi?

La conferma nei dati stimati dal ministero dell’Economia, dove troviamo un gennaio con vendite del diesel crollate del 34% e 38.000 posti di lavoro a rischio nel breve lungo termine, perché collegati direttamente alla produzione di motori a gasolio. 

Ecco perché il Governo francese sta lavorando alla ricerca di un accordo tra il Ministero dell’Economia e quello della Transizione Ecologica, che sembrerebbe in procinto di sfociare – in tempi brevi – ad una registrazione più pulita dei moderni diesel Euro 6D-Temp.

LEGGI ANCHE: Ecotassa, cos’è, come funziona e quando entrerà in vigore.

Trattiamo questa notizia perché toccherà anche i turisti italiani che, come saprete, dall’1 Febbraio 2017 sono obbligati a comprare ed esporre sulla propria auto il bollino Crit’Air per poter circolare nelle ZCR francesi, ossia le zone ambientali a traffico limitato. Continuate a seguirci su forum.gruppobossoniautomobili.it per avere notizie sugli sviluppi di questa interessante novità.

Nuova Jeep Renegade S

Correte nelle Concessionarie FCA Gruppo Bossoni di Brescia, Mantova e Cremona: la nuova sportivissima Jeep Renegade S è arrivata e questo mese può essere vostra con finanziamento Tutto Chiaro: anticipo zero, valore futuro garantito ed Ecobonus fino a 6.000€!

Gli Showroom FCA Gruppo Bossoni aprono le porte a Jeep Renegade S, la prima serie speciale del leggendario SUV che ha conquistato gli italiani. In tutti i nostri punti vendita sarà disponibile con tre diverse motorizzazioni che partono dal nuovissimo 1.3 Turbo Benzina T4 da 150 CV, per proseguire con le due varianti TurboDiesel: 1.6 MultiJet II e 2.0 MultiJet II, rispettivamente da 120 e 140 CV, entrambi con SCR (Selective Catalytic Reduction) e omologazione Euro 6D-Temp.

Caratterizzata da una dotazione super sportiva e prodotta esclusivamente in Italia, la Jeep Renegade S fa tesoro delle sue ineguagliabili doti per non perdere nemmeno un briciolo delle leggendarie capacità off-road che l’hanno resa leader del mercato.  Eletta nel 2018 per il terzo anno consecutivo “Best Small SUV of the Year” dalla rivista specializzata 4X4 Magazine, la Jeep Renegade S ha tutte le carte in regola per dominare anche quest’anno la categoria!

LEGGI ANCHE: Ecobonus 2019, quando entrerà in vigore e quali auto ne potranno beneficiare

Prepariamoci dunque a vederla su strada in città, in campagna e al mare, ideale in qualunque condizione metereologica, dal sole alla neve. Basata sulla gamma Limited la serie speciale della Jeep Renegade S si caratterizza per gli esclusivi inserti Granite Crystal (grigio scuro) su tutti i fregi identificativi, sulle finiture della griglia anteriore, sulle barre del tetto e sugli esclusivi cerchi in lega da 19 pollici. Ad arricchire la raffinatezza di questo modello troviamo tutti i fari anteriori e posteriori full LED di serie, per assicurare a chi sceglierà la Nuova Jeep Renegade S efficienza e sicurezza nella guida, con un incremento di visibilità del 50% rispetto alle canoniche luci alogene e del 20% rispetto alle più moderne luci allo Xeno.

LEGGI ANCHE: neve e ghiaccio hanno risvegliato la Jeep Winter Experience

L’abitacolo sarà interamente All Black! A bordo di Jeep Renegade S, tutto si tinge di nero, dai sedili premium con nuove cuciture in tinta tungsteno al rivestimento del tetto nero, passando per la plancia, le portiere e il volante. Tutto è di serie e intuitivo, come l’innovativo sistema Uconnect da 8,4”NAV – con l’integrazione di Apple CarPlay e Android Auto – che comprende un processore più potente e performante, oltre a uno schermo full-color tattile capacitivo ad alta definizione.

Nuova Jeep Renegade S è già nelle Concessionarie Gruppo Bossoni di Brescia, Mantova e Cremona con la sua esclusiva dotazione di serie che, tra l’altro, comprende anche il climatizzatore bi-zona e i sensori di parcheggio anteriori e posteriori. Vi aspettiamo ai Porte Aperte, nei weekend del 16/17 e 23/24 Marzo.


Passeggeri senza cinture? Paga anche chi guida!

La Corte di Cassazione detta legge e con l’ordinanza n. 2531/19 del 30 gennaio 2019 sfata il mito sull’uso delle cinture di sicurezza davanti e dietro e sulle sanzioni derivate dal non utilizzo delle stesse.

Iniziamo subito con il ricordare a tutti gli automobilisti che la legge italiana impone l’utilizzo delle cinture di sicurezza – sia che ci si sieda davanti che dietro – e che spetta al guidatore accertarsi che tutti i passeggeri la indossino in quanto responsabile della loro sicurezza. 

Questo perché, se dal punto di vista sanzionatorio il guidatore ha solo l’obbligo di accertarsi che tutti i minorenni abbiano allacciato la cintura o utilizzino gli appositi sistemi di ritenuta, in quello legale le cose sono ben diverse. 

LEGGI ANCHE: sicurezza in auto, stop alle distrazioni mentre si guida

Legalmente, infatti, non conta se chi siede in auto è maggiorenne o meno, poiché in caso di incidente, chi siede al volante è considerato corresponsabile delle lesioni subite dai passeggeri che trasporta se questi non indossano correttamente le cinture di sicurezza. 

Non prestare attenzione ai vostri passeggeri – se si allacciano la cintura o meno – può costarvi molto caro, perché in caso di incidente nel quale gli stessi rimangano feriti, vi verrà imputato un contributo colposo anche se dalla dinamica risultasse la vostra piena incolpevolezza. Come sottolineato dalla stessa cassazione “la cui quantificazione in misura percentuale è rimessa all’accertamento del giudice di merito”.

LEGGI ANCHE: guida con cellulare? Presto sarà multa certa

Proprio lo scorso weekend in USA, cinque bambini con un’età compresa tra i 4 e i 15 anni hanno perso la vita in un incidente, perché scaraventati fuori dall’auto su cui viaggiavano a causa del ghiaccio ma sopratutto delle cinture di sicurezza non allacciate. 

Le Concessionarie Gruppo Bossoni Automobili vi rammentano che la maggior parte delle auto in commercio è dotata di un simbolo luminoso sul cruscotto, raffigurante i tre passeggeri posteriori, che segnala se hanno o meno la cintura allacciata. 

Alla luce di questo, ricordatevi sempre di assicurarvi che tutti gli occupanti del vostro veicolo viaggino in condizioni di assoluta sicurezza!

I seggiolini antiabbandono saranno collegati a tre numeri di telefono

Dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ecco le linee guida che ci anticipano le caratteristiche dei nuovi seggiolini per auto “anti-abbandono” che eviteranno le dimenticanze dei genitori alla guida.


E’ partito il count down che dal 1 luglio 2019 obbligherà chi viaggia in auto con bambini fino a 4 anni di età, a dotarsi di dispositivi con sistema anti-abbandono.

LEGGI ANCHE: sicurezza in auto, stop alle distrazioni mentre si guida!

Il testo della normativa non è ancora definitivo – è al vaglio del Consiglio di Stato al quale seguirà la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale – ma certamente non cambierà nelle sue impostazioni di fondo.

Vediamo quindi nel dettaglio quali saranno i parametri per essere in regola con la futura legge!

Secondo la bozza, il sistema di sicurezza anti-abbandono potrà essere integrato all’origine nel sistema di ritenuta per bambini, essere istallato sull’auto direttamente dalla casa automobilistica (di serie o come optional) oppure essere indipendente sia dal seggiolino che della vettura.

Il device salvavita, dovrà essere in grado di attivarsi autonomamente ogni qualvolta un bambino verrà posizionato nel seggiolino ed emettere diversi segnali acustici, come la conferma dell’avvenuta accensione o la batteria scarica. Inoltre, nel malaugurato caso il conducente si allontani senza il neonato, il dispositivo dovrà essere in grado di emettere luci e suoni percepibili sia all’interno che all’esterno del veicolo in modo da attirare l’attenzione di passeggeri e passanti. 

Per finire, i nuovi dispositivi anti-abbandono dovranno essere dotati di un sistema di comunicazione automatico per l’invio di messaggi SMS o chiamate ad almeno tre differenti numeri di telefono. 

LEGGI ANCHE: Ecobonus 2019, da quando e quali auto ne avranno diritto!

Come dicevamo prima, tutto questo dovrà avvenire entro il termine ultimo del 1 luglio 2019, quindi aspettiamoci a breve il via libera! 

Continuate a seguirci sui nostri canali social Gruppo Bossoni Automobili per restare sempre aggiornati.

Abarth 595 festeggia il titolo di “Best Car 2019” con il 70esimo anniversario!


Abarth 595 70esimo Anniversario festeggia il titolo di “Best Car” della categoria “Mini Cars” di importazione per il quarto anno consecutivo e si aggiudica anche il secondo posto nella classifica assoluta della rivista “Auto, Motor and Sport”.

Gli Showroom Abarth Gruppo Bossoni, per celebrare l’evento vi aspettano anche nei weekend 9-10, 16-17 e 23-24 Febbraio! 

Abarth festeggia il suo 70esimo compleanno con la conquista, da parte della 595, del gradino più alto del podio. Un risultato storico – considerando anche il secondo posto in classificata della Fiat 500 – e il record di vendite in Europa, che con quasi 23.500 unità ha fatto registrare una crescita del 36,5% rispetto al 2017. 

 LEGGI ANCHE: la Fiat 500 infrange un nuovo record!

Forte di questi importantissimi traguardi e in occasione del suo 70esimo anniversario, tutti i modelli Abarth prodotti nel corso del 2019 saranno impreziositi da uno stemma commemorativo “70esimo Anniversario” e di diversi contenuti dedicati che trasformeranno l’ordinario in straordinario. 

Attenzione! Ci aspetta un’annata di modelli speciali che sfrutteranno i contenuti più significativi del brand.


Presentate nel corso dell’ultima edizione del Rally di Monte Carlo, le Nuove Abarth 70esimo Anniversario – che comprendono tutta la famiglia 595 e quella della 124 – saranno alimentate dall’ultima evoluzione del potente 1.4 Turbo MultiAir con potenza comprese tra i 145 e i 180 CV e omologazione Euro 6D-Temp, ma senza filtro antiparticolato.

La Abarth 595 70esimo Anniversario quindi, per rispondere al meglio alle esigenze del mercato e alle richieste dei clienti, ora offrirà il massimo anche in termini di minor consumi e inquinamento! 

Tra le novità che trovano spazio a bordo dell’iconica e sportivissima 595 Competizione, segnaliamo l’innovativo sistema Uconnect con schermo touch 7” HD che offre di serie l’Abarth Telemetry e la predisposizione Apple CarPlay e Android Auto. 

Per quanto riguarda la 595 Turismo invece spicca l’adozione di serie del tetto apribile in vetro dei sedili in pelle Abarth e del sistema Uconnect 7” HD – con navigatore e connettività Apple car Play e Android Auto – che si arricchisce del Pacchetto Urban con sensori di parcheggio, pioggia e crepuscolare. 

LEGGI ANCHE: gli italiani amano la Fiat Panda.

Infine, per ringraziare e accontentare tutti i clienti europei che nel 2018 hanno acquistato una vettura dello Scorpione, Abarth – dal 1 febbraio al 30 giugno 2019 – ha riservato loro un prezzo ridotto su alcuni preziosissimi accessori Mopar, con cui potranno personalizzare la propria auto. Vi aspettiamo nelle nostre officine per saperne di più! Le concessionarie Abarth Gruppo Bossoni le trovate a Orzinuovi, Brescia, Rezzato, Bagnolo Cremasco, Porto Mantovano, Desenzano e Manerbio.

Gli showroom Abarth Gruppo Bossoni per celebrare l’evento vi aspettano anche nei weekend 9-10, 16-17 e 23-24 Febbraio! 

Page 1 of 23

©2016 Gruppo Bossoni. All Rights Reserved. - Reg.Imp. Bs n.01678370170 - Privacy Policy • powered by kreativemind