Categoria: Alfa Romeo Pagina 1 di 8

FCA lancia What’s Behind: “Ecco i video dei durissimi test a cui sottoponiamo le nostre auto”

Arriva FCA What’s Behind, la web serie che mensilmente mostra come e dove il Colosso automobilistico italo-americano testa le sue nuove vetture

FCA continua il proprio percorso di innovazione, lanciando la web serie What’s Behind. Come potrete vedere nei video qui sottotutti i modelli del gruppo del Lingotto prima di arrivare sulle nostre strade vengono sottoposti a numerosi test in luoghi sperduti e in condizioni estreme. Solo così le auto riescono a raggiungere gli elevati standard di qualità, sicurezza, affidabilità e comfort cui oggi siamo abituati.

https://youtu.be/F94kcYylj10

FCA What’s Behind: le prime due puntate del docauserues – il progetto cinematografico registrato nei Proving Ground di FCA – sono già online e ci portano rispettivamente nel gelido inverno svedese con temperature che toccano i -40° C e nel caldo del deserto sudafricano del Kalahari dove invece le temperature sono prossime ai +50° C.

Tutti gli appassionati possono quindi ammirare e conoscere le complesse attività di testing, verifica, validazione e prova di fatica alle quali vengono sottoposti i nuovi modelli da parte degli ingegneri e dei tecnici specializzati.

“Riteniamo che possa essere utile per il pubblico conoscere il lavoro che viene fatto per rendere sempre più sicuri i nostri modelli. Per questo li sottoponiamo a condizioni estreme: dalla temperatura ai terreni, dai chilometri percorsi alle condizioni atmosferiche avverse”, dice Claudio Demaria, l’ingegnere che guida lo sviluppo dei modelli in Europa.

Andrea Pallard – responsabile della comunicazione – aggiunge: “Abbiamo girato circa 1.500 ore nei nostri centri di ricerca e riteniamo di poter proporre un video al mese sui nostri diversi punti di sperimentazione sparsi per il mondo”.

State pronti! Nelle prossime puntate entreremo nei centri di assoluta eccellenza di FCA come il Proving Group di Balocco, il Safety Center e il Centro Ricerche Fiat di Orbassano. Luoghi emblematici e riferimenti mondiali in termini di ricerca e sviluppo: centri sperimentali, circuiti, stabilimenti e uffici in cui si lavora per offrire la massima qualità.

Alfa Romeo Racing taglia il 1000esimo traguardo in F1

Alfa Romeo Racing – vincitore del primo Gran Premio e del primo Campionato nella storia della F1 – rende omaggio alla più importante competizione motoristica mondiale durante il GP di Cina

Dal lontano 1950, anno in cui il Circus assunse una dimensione planetaria, sono cambiate molte cose sia nel mondo dell’automobile che delle corse. A restare immutati sono rimasti solo due fattori: il calore e l’entusiasmo del pubblico e la presenza sulla linea di partenza delle monoposto del Biscione, oggi rappresentato nel paddock da Alfa Romeo Racing!

Silverstone (Gran Bretagna) 13 maggio 1950: allora la scuderia Alfa Romeo si presentò con quattro monoposto “158” guidate da Giuseppe “Nino” Farina, Juan Manuel Fangio, Luigi Fagioli e, in segno di omaggio alla nazione ospitante, Reg Parnell. Le vetture, grazie ai loro 350 CV e alla bravura dei loro piloti, si piazzarono ai primi quattro posti nelle qualifiche, occupando quindi per intero la prima fila dello schieramento. Fu Nino Farina alla fine ad aggiudicarsi il giro più veloce e la vittoria finale. 

La scuderia Alfa Romeo quell’anno si aggiudicò sei gare su sette conquistando i primi tre posti in classifica e consacrando Nino Farina come primo pilota iridato nella neonata F1. Un successo che si è ripetuto anche l’anno successivo con la straordinaria e inarrivabile 159, grazie anche alla bravura del campione Juan Manuel Fangio!

Da allora, nel corso degli anni, le vittorie e i podi nei diversi campionati internazionali hanno fatto nascere le leggendarie vetture sportive del Biscione “Paradigma delle Emozioni”. Se non ci credete venite nelle Concessionarie FCA Gruppo Bossoni e scoprirete cosa si prova a sedersi al volante di una Giulia Quadrifoglio o una Stelvio Quadrifoglio, vetture di serie tra le più potenti e performanti al mondo, nomi delle monoposto guidate da Antonio Giovinazzi e Kimi Raikkonen.

LEGGI ANCHE: Heritage Hub, la nuova casa per i preziosi gioielli di FCA

Oggi il vessillo del Biscione, con Alfa Romeo Racing, è tornato a sventolare sui circuiti di Formula 1 di tutto il mondo grazie al pilota italiano Antonio Giovinazzi e al Campione del Mondo 2007 Kimi Raikkonen, impegnati proprio in questi giorni nel Gran Premio della Cina: “A Shanghai abbiamo fatto progressi, siamo fiduciosi riguardo al nostro potenziale”, dopo il nono posto del finlandese e il quindicesimo dell’italiano ex Ferrari e Sauber.

Se volete riassaporare i valori e i sapori della storia dei motori Alfa Romeo non perdetevi la 37esima rievocazione della 1000 Miglia, che partirà da Brescia mercoledì 15 Maggio.

Heritage Hub, la nuova casa per i preziosi gioielli di FCA

Le auto italiane e la loro storia tornano all’interno dell’impianto di produzione di Mirafiori: ecco il museo Heritage Hub di FCA

FCA apre le porte dell’ex Officina 81: il capannone industriale in via Plava a Torino che dai primi di Aprile ha, dopo un attento restauro conservativo, iniziato a ospitare il museo Heritage Hub.

L’area subalpina di inventiva e ingegneria con i suoi 15.000 metri quadrati diventa così la nuova casa per centinaia di vetture del gruppo torinese nonché punto di riferimento per gli studenti e gli appassionati di Fiat, Lancia, Abarth e Alfa Romeo 

LEGGI ANCHE: arrivano le targhe personalizzate per le auto!

Heritage Hub offrirà ai visitatori la possibilità di ammirare le oltre 250 auto italiane – alcune mai mostrate in pubblico – rivivendo la loro storia proprio nel luogo dove sono state costruite. A tal proposito ci teniamo a sottolineare che alzando lo sguardo si può ammirare la mostra sospesa – tramite pannelli pendenti – sulla storia di Mirafiori.

Non un semplice museo tradizionale ma molto di più! FCA attraverso Heritage Hub ha dato vita a un luogo di formazione e di forte emozione, un archivio tridimensionale in costante arricchimento e uno sviluppatore di idee nuove la cui missione è la tutela, la divulgazione e la promozione del patrimonio storico dei marchi di FCA.

Questo perché le auto storiche hanno un fascino indescrivibile capace di appassionare migliaia di persone ogni anno. Quanti di noi hanno in garage vetture d’annata, con o senza valore economica, ma sicuramente inestimabili dal punto di vista affettivo? 

https://www.youtube.com/watch?v=mw6SKNdgCfw

Proprio per questo motivo all’interno dell’area Hub, oltre al museo, trovano spazio i servizi e i prodotti firmati FCA Heritage e l’esclusiva vetrina “Reloaded by creatore” il progetto che certifica, ripara e vende le vetture storiche di FCA come se fossero nuove.

L’esposizione è aperta anche al pubblico ma solo su appuntamento e con visita guidata. Tutte le informazioni sono reperibili sul sito dedicato di FCA Heritage Hub ma, se non vedete l’ora di scoprire cosa vi attende, sappiate che l’area centrale sarà caratterizzata da otto mostre tematiche, ciascuna delle quali ospiterà otto vetture di epoche e marchi diversi, all’interno di un arco temporale di un secolo. 

Continuate a seguirci, parleremo ancora di Heritage Hub molto, molto presto qui sul Magazine del Gruppo Bossoni Automobili.

Alfa Romeo Tonale: il primo SUV ibrido del Biscione

Alfa Romeo Tonale è l’attesissima concept car presentata al Salone di Gineva, il primo SUV ibrido plug-in capace di unire la bellezza e il dinamismo di una vettura del Biscione all’elettrificazione

Grandi novità portano grande interesse! Al Salone Internazionale dell’Automobile di Ginevra lo stand dell’Alfa Romeo è stato un tripudio di modelli speciali dalla forte personalità sportiva, che hanno catturato gli sguardi dei curiosi e il cuore degli estimatori.  

Sotto i riflettori l’esclusiva livrea bianca e rossa della serie speciale in tiratura limitata “Alfa Romeo Racing” riservata alla Giulia Quadrifoglio e alla Stelvio Quadrifoglio. Vetture super sportive – leader di segmento – che per l’occasione sono state ulteriormente alleggerite, hanno ricevuto un incremento della potenza di 10 CV (520 totali) e sono state dotate d Aero Kit in Carbonio, sviluppato in collaborazione con Sauber Engineering. 

“A GINEVRA ANCHE LA FIAT CENTOVENTI, LA PRIMA CONCEPT CAR ELETTRICA DI FIAT”

Al loro fianco la prima proposta elettrificata del Biscione: Alfa Romeo Tonale! Uno sport utility compatto e dinamico capace di sintetizzare in una dolce melodia il sibilo del motore elettrico e il rombo del classico motore termico Alfa Romeo. Non è da tutti saper canalizzare l’energia nel proprio DNA, soprattutto lasciando inalterate le proprie linee sinuose ed enfatizzando il proverbiale paradigma “La Meccanica delle Emozioni”. 

Solo Alfa Romeo con la sua storia e le sue capacità poteva osare tanto! La concept car Tonale infatti è stata dotata di una tecnologia avanzata in grado di offrire un’esperienza ibrida, connessa, comoda e dinamica, senza però dover rinunciare al piacere di una guida sportiva ai vertici della categoria.

“PRESENTATA A GINEVRA LA FAMIGLIA FIAT 500 120° ANNIVERSARIO”

Anche l’alfista più conservatore proverà forti emozioni guardando e guidando la Tonale, perché troverà in lei le classiche linee armoniche ed equilibrate con forme dinamiche e potenti motori, caratteristiche che da sempre contraddistinguono le vetture del Biscione. 

Per ora accontentatevi di questo piccolo spiraglio dal futuro, fatto di vetture ancora più potenti, creative, belle e tecnologiche. “Non a caso le prime lettere di Alfa Romeo Tonale formano la parola ‘ART’.

Alfa Romeo porta sulla neve le emozioni della trazione Q4 con il “Winter Tour”

Non solo sci in montagna! Giulia e Stelvio sono le nuove protagoniste delle più belle e rinomate località sciistiche alpine. Si parte da Bormio e Madonna di Campiglio dove - tra uno slalom e l’altro - siete tutti invitati a partecipare alle straordinarie esperienze di guida Alfa Romeo, cimentandovi in suggestivi Test Drive a bordo di Giulia Veloce e Stelvio Q4.

 

Avete capito bene! In concomitanza con l’apertura della stagione sciistica, il Brand del Biscione ha dato il via al “Winter Tour”, la driving experience di Alfa Romeo che permette, ad appassionati e non, di assaporare l’emozionante dinamica di guida delle vetture a trazione integrale: Giulia e Stelvio Q4 equipaggiate con il propulsore 2.2 Turbo Diesel da 210 CV e il Turbo Benzina da 280 CV. Non mancano all’appuntamento Giulia e Stelvio Quadrifoglio con il loro prorompente 2.9 V6 Bi-Turbo Benzina da 510 CV.

 

L’appuntamento è al Palace Hotel di Bormio (SO) e al Savoia Hotel di Madonna di Campiglio (TN) dove fino a Marzo – in selezionati weekend – potrete cimentarvi con prove su strada, affiancati da piloti professionisti.

 

Il tour farà tappa anche a Courmayeur, dove l’adrenalina salirà in quota grazie alla pista ghiacciata Royal Driving! Qui sino al 6 Gennaio 2019 potrete saggiare la brezza del raffinato sistema di trazione integrale Q4 in totale sicurezza. Progettato per gestire in tempo reale la trazione del veicolo, il Q4 assicura tutti i vantaggi di una trazione integrale – in termini di stabilità, trazione e sicurezza – e allo stesso tempo garantisce i consumi e il piacere di guida di una trazione posteriore.

 

Le sorprese non finiscono qui! Allo Chalet Fiat di Madonna di Campiglio per tutta la stagione invernale potrete farvi trascinare e rilassarvi in compagnia della musica selezionata dal DJ Set di Alfa Romeo.

 

Vi aspettiamo nelle Concessionarie FCA Gruppo Bossoni di Brescia, Mantova e Cremona anche nel weekend del 15 – 16 Dicembre per scoprire e apprezzare tutti i dettagli delle vetture del Biscione.

Driver’s Award: altro traguardo raggiunto da Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio

Durante i Carwow Awards 2018 di Londra il prestigioso SUV ad alte prestazioni del Biscione è stato premiato con il titolo di “Driver’s Award” grazie alle sue performance dinamiche di altissimo livello.

 

Stelvio Quadrifoglio – il SUV dei record – conquista un nuovo riconoscimento durante i Carwow Award, la cerimonia annuale dedicata alle migliori novità dell’anno nel settore automobilistico.   

 

Il SUV più veloce al mondo, grazie al poderoso 2.9 V6 Bi-Turbo a benzina da 510 CV e agli avanzati sistemi tecnologici capaci di massimizzare le prestazioni dinamiche della vettura, ha vinto un’altra sfida durante la prima edizione del “Driver’s Award” tenutasi allo Shard di Londra.

 

Il primo SUV targato Alfa Romeo è stato scelto dai giudici di Carwow come il più potente fuoristrada mai realizzato per la guida su strada, capace di battere anche vetture molto diverse da lui, come la Honda Civic Type R o la Mazda MX-5 per intenderci.

 

La giuria di Carwow ha commentato: “forse non sarà il SUV che offre le migliori prestazioni, tuttavia Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio è di gran lunga quello che offre il maggiore piacere di guida: in effetti è molto più divertente da guidare rispetto alla maggior parte delle vetture puramente sportive ed è per questo motivo che viene insignito del Driver’s Award di Carwow. È una vettura che ha davvero tutto.” 

 

Andrew Tracey, Sales and Marketing Director di Alfa Romeo ha dichiarato: “Il riconoscimento ottenuto nell’ambito dei Carwow Awards è un grande successo per Alfa Romeo ed è la testimonianza della passione e della dedizione che ci hanno guidato nella realizzazione di un SUV sportivo esteticamente bello e dalle prestazioni eccezionali. Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio è stato appena lanciato sul mercato britannico, perciò questo premio costituisce un inizio straordinario della sua storia.”

 

Ci permettiamo di ricordarvi che lo Stelvio Quadrifoglio da 510 CV è disponibile per la visione, solo su appuntamento, presso le nostre Concessionarie Alfa Romeo Gruppo Bossoni di Brescia, Cremona e Mantova nella splendida colorazione Blu Montecarlo, vi aspettiamo inoltre per scoprire tutta la gamma de “La Meccanica delle emozioni” e le incredibili offerte che vi abbiamo riservato. Un esempio? Su Stelvio in pronta consegna offriamo il Winter Kit, un treno di gomme invernali gratis, oppure il Bonus Impresa (per aziende e partite Iva) che offre fino a 8.000 € di sconto entro il 31 ottobre. Per maggiori informazioni contattaci lasciando numero di telefono e mail, ti richiameremo noi!   

Formula1: Antonio Giovinazzi alla guida del Biscione

Sarà un italiano a correre per il team Alfa Romeo Sauber il prossimo mondiale di F1 insieme al campione del mondo 2007 Kimi Raikkonen.

Il Circus si arricchisce di un pilota italiano che, cresciuto a pane e Biscione fin dalla tenera età, si metterà in gioco alla guida di una vettura ufficiale della scuderia Alfa Romeo Sauber F1 Team e correrà la prossima stagione di Formula Uno 2019!

Sono passati otto anni dall’ultimo pilota italiano in Formula 1, la decisione di puntare su Antonio Giovinazzi è innanzitutto orgoglio nazionale, oltre che la base di partenza per una stagione ricca di successi che porteranno il tricolore e il Team Alfa Romeo Sauber in vetta alla classifica della F1!

Il pilota Antonio Giovinazzi correrà per Alfa Romeo, il marchio italiano che ha fatto la storia delle corse automobilistiche, sentiamo le sue prime parole a caldo:

Sono felicissimo di correre per Alfa Romeo Sauber F1 Team. È un sogno che si realizza, ed è un’immensa gioia avere l’opportunità di correre per questa scuderia. Da italiano, è un grande onore per me rappresentare un marchio come Alfa Romeo, che con i suoi successi è divenuto un’icona del nostro sport. Voglio ringraziare la Scuderia Ferrari e Alfa Romeo Sauber F1 Team per avermi offerto questa grande opportunità. Sono molto motivato e non vedo l’ora di iniziare a lavorare per ottenere grandi risultati insieme alla squadra.”

Ricordiamo che Antonio Giovinazzi ha debuttato in Formula Uno con la Sauber nel Gran Premio di Australia del 2017, correndo per la scuderia anche in un’altra occasione (Gran Premio della Cina del 2017). Inoltre, sempre con il team svizzero ha svolto diversi test e sessioni di prove libere. Ricco di talento, il pilota condivide l’obiettivo di raggiungere risultati ambiziosi con Alfa Romeo Sauber F1 Team.

Le emozioni della sportività in pista scendono anche su strada: venite a provarle negli showroom Gruppo Bossoni Alfa Romeo con i nostri Test Drive dedicati a voi.

Alfa Romeo B-Tech: più grinta per tutte!

Il Biscione colora di nero i dettagli delle proprie punte di diamante e ne arricchisce i contenuti tecnologici. Le eccellenze del Made in Italy - Giulia, Stelvio e Giulietta - grazie alla nuova serie speciale B-Tech offrono più confort, più sicurezza e più connettività, strizzando l’occhio ai più sportivi. 

Dotazione ricca e carattere forte, sono gli assi nella manica del nuovo allestimento B-Tech, che nel corso del mese di settembre andrà a caratterizzare i tre principali modelli del Biscione.

LEGGI ANCHE L'ARTICOLO: Stelvio Quadrifoglio eletto SUV dell'anno 2018 anche da Auto Zeitung!

A spiccare sulle Alfa Romeo Giulia e Stelvio B-Tech sono i gusci degli specchietti e il profilo della mascherina in nero lucido, oltre ai cerchi in lega ad effetto brunito da 19” per Giulia e 20” per Stelvio (optional su entrambe). A questi si aggiungono alcuni dettagli specifici: su Giulia troviamo i paraurti sportivi dell’allestimento Veloce, i terminali di scarico e i badge posteriori bruniti, mentre sulla Stelvio lo scivolo per l’aria nel paraurti posteriore, le barre al tetto, gli scarichi e la scritta Stelvio sul portellone in nero lucido. 

Il Biscione con questo allestimento sportivo non dimentica il comfort, la sicurezza e la connettività. I tecnici di Alfa Romeo hanno pensano a tutto, istallando, su entrambe le vetture nuove, dotazioni tecnologiche come l’Adaptive Cruise Control, i fari bixeno, la radio DAB, il sistema infotainment Alfa Connect con display touch da 8,8″ (compatibile con Apple CarPlay e Android Auto) e l’Alfa Connected Services (la suite dei servizi Alfa Romeo che comprende anche e-call e b-call).

Per quanto riguarda la caratterizzazione di Giulietta B-Tech il Biscione è intervenuto enfatizzando ulteriormente le sue doti di compatta sportiva, partendo, anche per lei, da un ammodernamento dark con finitura nera lucida per specchietti, trilobo, cornice dei fendinebbia, maniglie e logo Giulietta. A rendere ancora più sportiva e completa la sua personalizzazione ecco il terminale di scarico maggiorato, i nuovi cerchi in lega da 18”, il paraurti posteriore sportivo con profili aerodinamici e l’ambiente interno scuro. La dotazione di serie include inoltre i cristalli posteriori oscurati, l’Alfa Connect 7″ Radio by Alpine, integrabile con Apple CarPlay e Android Auto, telecamera e sensori di parcheggio posteriori, ingresso USB-HDMI e Mopar Connect.

Le numerose novità della nuova serie speciale B-Tech renderanno ancora più personali ed esclusive le creazioni meccaniche di Arese. Per l’occasione nel mese di Settembre tutti gli Showroom Alfa Romeo Gruppo Bossoni di Brescia, Mantova e Cremona saranno aperti anche la Domenica e accoglieranno tutti i clienti per scoprire e apprezzare l’intera gamma Alfa Romeo e la costante evoluzione dei modelli Giulia, Stelvio e Giulietta. 

Sottolineiamo che da metà settembre sarà possibile ordinare le Nuove Giulia e Stelvio B-Tech mentre la Giulietta B-Tech arriverà alla fine del mese.

Il Museo Storico “La Macchina del Tempo” apre i cofani delle leggendarie vetture Alfa Romeo.

Ad Arese torna l’immancabile evento dedicato agli appassionati del Biscione. 

Sabato 15 e domenica 16 settembre il Museo Storico Alfa Romeo mette in mostra il cuore delle vetture, che gelosamente conserva da anni, permettendo di ammirarne le meccaniche solitamente non visibili.

Doppio appuntamento – sabato 15 e domenica 16 settembre – con i “Cofani aperti”, la tanto attesa rassegna motoristica dedicata alle vetture Alfa Romeo. 

Il Museo Storico “La Macchina del Tempo” questo week end mette in mostra quello che solitamente non è visibile, ovvero i motori e i telai delle splendide carrozzerie conosciute ed apprezzate in tutto il mondo. 

Un appuntamento da non perdere perché è un modo diverso e nuovo per ammirare le auto – e che auto – veri mostri sacri dalla raffinata e ineguagliabile meccanica. Basti pensare alla sagoma filante ed affilata della Carabo, che per l’occasione si trasformerà alzando in alto le, allora inedite, porte ad apertura verticale. Così come la 33 Stradale, prototipo che schiuderà la raffinata carrozzeria disegnata da Franco Scaglione per mostrare la meccanica strettamente derivata dalle corse. Oppure gli enormi cofani delle Tipo 33, sollevati per mostrare i potenti motori che hanno portato tantissimi successi al marchio Alfa Romeo. 

Ci saranno altre particolarità solitamente non visibili: dal prototipo di motore a iniezione sulla 2600 Sprint all’estrema impostazione pensata per la Sprint 6C.

LEGGI ANCHE: Alfa Romeo trionfa al Pebble Beach Concours d'Elegance

In mostra all’edizione 2018 di “Cofani aperti” il Cuore sportivo delle Alfa più speciali, ma, protagonista indiscusso il sezionato completo dell’Alfa 33, che quasi trentacinque anni dopo essere stato esposto nei saloni di tutta Europa, torna a mostrare ogni dettaglio della raffinata meccanica targata Alfa Romeo “La meccanica delle emozioni”. 

Per maggiori informazioni collegatevi al sito: www.museoalfaromeo.com

Stelvio Quadrifoglio eletto “SUV dell’anno 2018” anche dai tedeschi di Auto Zeitung!

Alfa Romeo con il suo SUV sportivo conquista un altro importante riconoscimento. Questa volta è stata la celebre testata automobilistica tedesca “Auto Zeitung” a eleggere Stelvio Quadrifoglio il “SUV dell’anno 2018” 

L’Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio grazie alle sue prestazioni straordinarie, alla sua incredibile dinamica e alle tecnologie avveniristiche – tra cui la trazione integrale Q4, l’Alfa Active Torque Vectoring, le sospensioni attive e il sistema Chassis Domain Control – ha avuto la meglio su tutti i modelli più prestazionali di ben 11 marchi concorrenti. 

Già durante il suo debutto in società il SUV ad alte prestazioni di Alfa Romeo aveva fatto capire la sua unicità, imponendosi con un giro da record sul difficile tracciato del Nurburgring. Una vera e propria dimostrazione pratica di tutta l’essenza sportiva delle vetture del Biscione e la prova che Stelvio Quadrifoglio è il SUV più veloce della categoria!

LEGGI ANCHE L'ARTICOLO: Stelvio Quadrifoglio da Record al Nurburgring.

Stelvio Quadrifoglio con il suo potente Bi-Turbo 2.9 V6 da 510 CV – capace di prestazioni da urlo come uno 0-100 km/h in 3,8 secondi e una velocità massima di 283 km/h – ha preso parte alla prima edizione della competizione tedesca imponendosi su vetture del calibro di Mercedes classe G 63 AMG, Porsche Cayenne Turbo e Lamborghini Urus, tanto per citarne alcune. 

Un altro importantissimo riconoscimento che va ad aggiungersi alla lunga lista di premi vinti nel corso dei 108 anni di storia del prestigioso e leggendario marchio milanese di automobili! 

Vi consigliamo una visita il Museo Alfa Romeo “La Macchina del Tempo” nella sede storica di Arese, dove troverete tutte le vetture che hanno segnato la storia e il gusto della vittoria!

Vi aspettiamo nelle Concessionarie Alfa Romeo Gruppo Bossoni per assaporare il DNA Alfa Romeo racchiuso in tutti i nostri modelli e scoprire insieme ai nostri consulenti tutta la gamma delle vetture targate “la meccanica delle Emozioni”. 

Pagina 1 di 8

©2016 Gruppo Bossoni. All Rights Reserved. - Reg.Imp. Bs n.01678370170 - Privacy Policy • powered by kreativemind