Bosch dice basta alle distrazioni in auto grazie al suo nuovo assistente vocale di nome Casey. Il conducente dovrà solo concentrarsi sulla guida, al resto ci penserà il sistema che risponderà alla pronuncia di “Ehi Casey” e gestirà in autonomia dal climatizzatore al sistema di navigazione fino al telefono. 

Al CES di Las Vegas è stato presentato il nuovo assistente vocale della Bosch, al quale si potrà dare un nome – di base è “Casey” – e sceglierne la voce, tra 44 maschili e 9 femminili. L’azienda assicura che sarà molto facile da utilizzare ed eviterà pericolose distrazioni durante la guida.

Bosch, un marchio che la sa lunga in fatto di automobili, ha messo a punto un nuovo dispositivo che agevolerà non poco la vita degli automobilisti. Ci sono voluti 10 anni di ricerca e sviluppo ma alla fine il freddo assistente di guida ha lasciato il posto a Casey, il passeggero amico, che ti riconosce quando sali in auto e capisce la struttura di frasi naturali di ben trenta lingue, compresi i dialetti.

Testato al CES 2018 di Las Vegas, “Casey” ha dimostrato le sue strabilianti capacità. Il suo funzionamento è molto semplice, ad esempio, per chiamare un contatto della rubrica basterà pronunciare il suo nome, poi spetterà all’assistente riconoscere, nell’eventualità di più nomi identici, quale chiamare in base alla situazione, magari in base all’orario, in modo da collegarsi con un collega d’ufficio piuttosto che con un familiare. 

Il futuro della guida, è ormai affidato a display, una triade di schermi touch a sfioramento e parole sussurrate, ma non all’orecchio. Continuate a seguirci per scoprire tutte le novità del CES 2018.