FCA e CAP aprono il primo distributore di Biometano: FIAT Chrysler Automobiles ha stretto un’importante collaborazione con CAP Holding ( Società che gestisce il servizio idrico integrato a Milano e Hinterland), lo scopo del progetto è di aprire 60 bioraffinerie in Lombardia.

Fare rifornimento alla propria auto con l’acqua sarà presto una realtà per i cittadini di Milano e dell’hinterland!

In Italia presto il primo distributore di biometano! Aperto in via sperimentale presso il depuratore di Bresso, è in grado di produrre dalle acque di scarto gas metano utilizzabile senza alcuna modifica dalle auto in circolazione. Il processo si ottiene mediante il trattamento dei residui della depurazione per via anaerobica a cui segue la purificazione per l’eliminazione di residui ed umidità. Non ha ancora l’aspetto di una stazione di servizio, per adesso siamo ancora al progetto pilota, se il test darà risultati soddisfacenti in futuro i 60 impianti di depurazione in gestione alla società pubblica CAP Holding diventeranno bioraffinerie per carburanti alternativi.

FCA si è subito interessata al progetto di CAP e ha messo a disposizione i mezzi per il primo test dimostrativo, i motori di una LANCIA Ypsilon e di un FIAT Fiorino hanno digerito senza problemi i primi pieni di biometano. Dopo questi importanti risultati la casa automobilistica sarebbe disposta a rafforzare la collaborazione fornendo alla società idrica tecnici e veicoli per valutare l’impatto del biometano sui motori e studiarne la purezza. Il connubio di queste forze potrebbe portare all’apertura di un distributore operativo a tutti gli effetti in breve termine.

Un grande traguardo! In base a studi interni del CNR ( Consiglio Nazionale delle Ricerche) nel sito di Bresso (comune di 26.000 abitanti) in un solo anno si riuscirebbe a produrre metano sufficiente ad alimentare 416 automobili con percorrenze di 20.000 km. Se replicato in tutti i siti Italiani si stima per i cittadini che si riforniranno presso questi impianti che oltre a contribuire alla riduzione delle emissioni di Co2 del 20%, si ritroveranno a spendere la metà per un pieno di carburante. Il biometano ha costi di produzione di 0,58 centesimi al kg contro gli 0,90 del metano di cui disponiamo oggi!

GRUPPO BOSSONI, seguiteci per restare aggiornati sui futuri sviluppi di questa nuova ed ecologica scoperta!

Ci trovate su Facebook, Twitter, Instagram, www.gruppobossoni.it, Blog GruppoBossoniAutomobili.