Al North American International Auto Show, il Salone dell’Auto di Detroit, Volkswagen espone al pubblico americano la settima generazione della Jetta, la berlina media destinata a percorrere le strade di tutto il mondo. 

Tutta nuova e con un look molto elegante, sale sul palcoscenico del NAIAS la settima generazione della berlina media tedesca, la Jetta, un modello di grande successo che ha fatto la storia con oltre 17 milioni di esemplari venduti in tutto il mondo in quasi 40 anni di vita.

La nuova “global car” del marchio tedesco sarà commercializzata oltre che sul mercato americano anche su quello cinese e sudamericano. Costruita sulla piattaforma MQB, sfoggia proporzioni più dinamiche con linee moderne e affilate che corrono dal frontale lungo tutta la fiancata, ricordando una granturismo sportiva come la Volkswagen Arteon

A bordo, tutti i nuovi sistemi di assistenza alla guida, interconnessi e digitalizzati, come l’Active Info Display, il Front Assist e il Blind Spot Monitor.

Sempre in occasione del Salone di Detroit, il numero uno di Wolfsburg, Herbert Diess, ha annunciato un piano di investimenti da parte del Gruppo Volkswagen di 3,3 miliardi di dollari in Nord America. Una strategia che prevede l’arrivo entro il 2020 di nuovi modelli, tra cui nuovi e inediti SUV, con l’obbiettivo di raggiungere il punto di pareggio, in termini di utile operativo, il prima possibile e lasciarsi alle spalle il Dieselgate.

Con questa operazione e il successo commerciale che stanno riscuotendo i nuovi modelli, come ad esempio la Nuova Polo e il Nuovo Crossover T Roc, il Gruppo Volkswagen mette le basi per un altro anno da numeri 1.

Clicca Qui per leggere l’articolo sul successo di Volkswagen, leader del mercato per il secondo anno consecutivo, nel 2017.