Mese: settembre 2018 (Page 1 of 3)

Volkswagen punta alla realtà virtuale per il collaudo dei sistemi di assistenza alla guida

In futuro, il Colosso di Wolfsburg sfrutterà la digitalizzazione nello sviluppo dei prodotti. Oltre alle operazioni di collaudo, il Brand intende spostare anche le scelte di design e di sviluppo nell’ambito virtuale, per ottenere più efficienza e accelerare i processi decisionali atti a semplificare la cooperazione tra i vari settori coinvolti.
Addio ai test su strada! Piloti esperti e milioni di chilometri – tra sole, vento, nebbia, neve e ghiaccio – sulle strade più estreme del mondo non serviranno più!
Presto sarà tutto inutile! Il Gruppo Volkswagen annuncia la svolta nello sviluppo e nel collaudo dei nuovi sistemi di assistenza alla guida: in futuro grazie alla validazione virtuale lo sviluppo delle auto sarà più veloce ed efficiente perché permetterà test infiniti. In pratica il prototipo si muoverà in scenari virtuali come se fosse davvero su strada, permettendo di analizzare il comportamento dei sistemi di assistenza e dando la possibilità agli ingegneri di intervenire subito per cambiare quello che non funziona a dovere.
Tutto avrà inizio con la ID! La prima applicazione di questa tecnologia di test è il sistema di assistenza al parcheggio virtuale – che simula migliaia di aree di parcheggio diverse – lo troveremo sulla prima vettura 100% elettrica di Volkswagen costruita sulla piattaforma MEB, la ID.
LEGGI ANCHE: Volkswagen accelera verso la mobilità elettrica presentando la Nuova piattaforma MEB
Fino ad oggi si è potuto testare manualmente le funzioni integrate nell’auto, ma con l’arrivo della guida autonoma e quindi con l’aumento esponenziale delle funzioni, crescerà la necessità di test più accurati.
Già pronta una piattaforma di simulazione! Per questo motivo gli esperti del Gruppo Volkswagenstanno lavorando al software SimFAS che, in futuro, sarà in grado di generare qualsiasi situazione di guida e di traffico. I suoi sensori analizzeranno i dati dell’ambiente virtuale come se fossero reali mentre il software sarà in grado di riprodurre lo scenario virtuale attraverso un ambiente grafico 3D. Si Potrà quindi osservare il comportamento dei sistemi di assistenza con estrema precisione e in maniera più accurata dei test reali. 
Tra le altre cose gli ingegneri Volkswagen stanno anche lavorando sulla “concept car virtuale”, un modello di veicolo virtuale che gli permetterà di percepire e interagire con interno, esterno, strumenti e sistemi di bordo – modificandoli a piacimento – riducendo il numero dei costosi prototipi fisici. 
Non perdetevi i nostri aggiornamenti e non dimenticate di venite a scoprire e provare su strada tutti i sistemi di assistenza alla guida di Nuova T-ROC 1.6 TDI anche questo weekend – 29 e 30 Settembre – di Porte Apertenelle Concessionarie Bossoni Automobili di Cremona, Mantova e Bagnolo Cremasco. 

Formula1: Antonio Giovinazzi alla guida del Biscione

Sarà un italiano a correre per il team Alfa Romeo Sauber il prossimo mondiale di F1 insieme al campione del mondo 2007 Kimi Raikkonen.

Il Circus si arricchisce di un pilota italiano che, cresciuto a pane e Biscione fin dalla tenera età, si metterà in gioco alla guida di una vettura ufficiale della scuderia Alfa Romeo Sauber F1 Team e correrà la prossima stagione di Formula Uno 2019!

Sono passati otto anni dall’ultimo pilota italiano in Formula 1, la decisione di puntare su Antonio Giovinazzi è innanzitutto orgoglio nazionale, oltre che la base di partenza per una stagione ricca di successi che porteranno il tricolore e il Team Alfa Romeo Sauber in vetta alla classifica della F1!

Il pilota Antonio Giovinazzi correrà per Alfa Romeo, il marchio italiano che ha fatto la storia delle corse automobilistiche, sentiamo le sue prime parole a caldo:

Sono felicissimo di correre per Alfa Romeo Sauber F1 Team. È un sogno che si realizza, ed è un’immensa gioia avere l’opportunità di correre per questa scuderia. Da italiano, è un grande onore per me rappresentare un marchio come Alfa Romeo, che con i suoi successi è divenuto un’icona del nostro sport. Voglio ringraziare la Scuderia Ferrari e Alfa Romeo Sauber F1 Team per avermi offerto questa grande opportunità. Sono molto motivato e non vedo l’ora di iniziare a lavorare per ottenere grandi risultati insieme alla squadra.”

Ricordiamo che Antonio Giovinazzi ha debuttato in Formula Uno con la Sauber nel Gran Premio di Australia del 2017, correndo per la scuderia anche in un’altra occasione (Gran Premio della Cina del 2017). Inoltre, sempre con il team svizzero ha svolto diversi test e sessioni di prove libere. Ricco di talento, il pilota condivide l’obiettivo di raggiungere risultati ambiziosi con Alfa Romeo Sauber F1 Team.

Le emozioni della sportività in pista scendono anche su strada: venite a provarle negli showroom Gruppo Bossoni Alfa Romeo con i nostri Test Drive dedicati a voi.

Overland20: l’avventura riparte a bordo dei Veicoli Commerciali Volkswagen

Torna Overland, il viaggio avventura più amato dagli italiani giunto alla sua 20esima edizione. Volkswagen Veicoli Commerciali sarà ancora una volta partner ufficiale della spedizione, che vedrà Amarok, Transporter e Crafter come protagonisti della nuova stagione 2018!
Siete pronti a visitare mercati, partecipare a feste di matrimonio o semplicemente vivere la quotidianità di un modo di vivere che non cambia, come lo dimostrano gli splendidi e coloratissimi abiti femminili africani?
Un viaggio affascinante – tra modernità e tradizione alla scoperta del Continente africano – che metterà a dura prova i quattro Veicoli Commerciali di Volkswagen scelti per questa spedizione. Nel dettaglio: un Amarok 3.0 V6 TDI 4MOTION, un T6 Caravelle 2.0TDI 4M0TION, un T6 Rockton 2.0TDI 4MOTION e un Crafter 2.0TDI 4M0TION
LEGGI ANCHE: i Veicoli Commerciali di Volkswagen allargano gli orizzonti del Salone del Camper 2018
Quattro veicoli con in comune la trazione integrale 4MOTIONTratto distintivo della gamma Volkswagen Veicoli Commerciali, la trazione integrale è in grado di rendere i mezzi particolarmente adatti ad una spedizione di questo tipo.Veicoli Commerciali 4MOTION, infatti, hanno già affrontato con successo le precedenti edizioni, garantendo prestazioni elevate anche negli ambienti più sfidanti. Con Overland20 i mezzi del Brand di Wolfsburg si troveranno davanti a una sfida ancora più ardua: questa volta, infatti, i mezzi 4X4affronteranno un percorso di oltre 45.000km, passando per paesi quali Camerun, Ciad, Sudan, Sud Sudan, Etiopia, per risalire poi verso l’Egitto.
Come per le precedenti edizioni la spedizione verrà trasmessa in chiaro su RAI1 il prossimo anno. Nell’attesa vi aspettiamo nelle Concessionarie Volkswagen Veicoli Commerciali Bossoni Automobili per scoprire – toccando con mano – la robustezza, la praticità e il confort di guida dei nostri veicoli – ideali sia per il lavoro che per il tempo libero.

Sevel: ecco il Fiat Ducato Natural Power da record!

E’ un Ducato a metano, fiore all’occhiello della gamma Fiat Professional, a tagliare il traguardo dei sei milioni di veicoli prodotti in Val di Sangro.
È uscito dalle linee della Sevel (Società Europea Veicoli Leggeri) il veicolo numero 6.000.000!  E’ un Ducato Natural Power con livrea grigio alluminio, equipaggiato con il propulsore alimentato a metano da 136 CV di potenza e 350Nm di coppia massima, capace di prestazioni del tutto paragonabili ad un motore a gasolio e un autonomia a metano di oltre 400 km.
Acquistato da un cliente italiano per il trasporto persone, il Ducato da record testimonia il legame indissolubile tra il best seller di Fiat Professional e lo stabilimento Sevel di Atessa, il più grande stabilimento di veicoli commerciali leggeri d’Europa classificato “silver” nel programma World Class Manufacturing. 
Con una gamma ampia e completa, il Ducato Natural Power è la risposta ideale per qualunque esigenza professionale, come dimostrano le configurazioni Furgoni (disponibili in 3 lunghezze, 3 altezze e versione Maxi) e Cabinato con Pianale (3 lunghezze e versione Maxi).
LEGGI ANCHE: veicoli a metano, vantaggio e svantaggi.
Il veicolo numero 6.000.000, non per niente è equipaggiato con una motorizzazione Natural Power, un ulteriore conferma sull’indiscussa leadership di FCA nella vendita di veicoli a doppia alimentazione benzina/metano! Basti pensare che, a livello europeo in oltre 20 anni, sono state immatricolate oltre 754mila tra vetture e veicoli commerciali. In particolare, la gamma di Fiat Professional annovera quattro modelli: Fiorino, Doblò Cargo, Ducato Van, Minibus o Panorama e Panda Van.
 

Vi aspettiamo nelle Concessionarie FCA Gruppo Bossoni di Brescia, Mantova e Cremona per scoprire tutte le caratteristiche di questo strabiliante mezzo da lavoro, capace, grazie al suo poderoso 3 litri da 136 CV di raggiungere la velocità massima di 159 km/h senza emettere particolato o altre sostanze inquinanti nell’atmosfera. In poche parole ha libero accesso a tutte le ZTL “zone a traffico limitato” per motivi ambientali. 

Electric For All: Volkswagen accelera verso la mobilità elettrica 

Parte da Dresda la campagna “Electric For All” con cui il Colosso tedesco di Wolfsburg mostra al mondo intero la piattaforma MEB, la base di tutta la mobilità 100% elettrica del Gruppo. 

Volkswagen ha presentato ai media di tutto il mondo la tanto attesa piattaforma modulare MEB su cui dal prossimo anno verranno realizzate tutte le auto a zero emissioni. Tutto inizierà nel 2019, anno in cui il primo modello di serie della famiglia ID. uscirà dallo stabilimento di Zwickau. Nello stesso anno la ID. e l’ID. SUV saranno chiamate a cambiate per sempre il concetto di mobilità conosciuto fino ad ora e mantenere la promessa fatta da Volkswagen: rendere accessibile l’auto elettrica a milioni di persone grazie a un prezzo sostenibile. 

Auto di massa come l’iconico Maggiolino, ma senza compromessi, pienamente connesse, con un hardware potente e aggiornabile, un’autonomia come quella delle attuali auto a benzina e un prezzo pari a quello di una comune vettura Diesel. Si presenterà così la tanto attesa famiglia ID. e avrà tutto il potenziale per avviare il passaggio a una mobilità ecologica e aprire una nuova era per la propulsione elettrica.

 LEGGI ANCHE: T-Cross, la nuova dimensione di crossover secondo Volkswagen

Il responsabile della E-mobility Thomas Ulbrich ha commentato: “Renderemo popolari le auto elettriche e cercheremo di attrarre più persone possibili. La piattaforma MEB è uno dei progetti più importanti nella storia della Volkswagen, una pietra miliare tecnologica simile al passaggio dal Maggiolino alla Golf. Stiamo sfruttando al meglio le opportunità che l’auto elettrica offre e allo stesso tempo stiamo creando importanti economie di scala. Circa
10 milioni di veicoli in tutto il Gruppo saranno basati su questa piattaforma nella sola prima generazione. La piattaforma MEB è la colonna portante economica e tecnologica dell’auto elettrica “per tutti”. 

Il Gruppo Volkswagen mette ogni anno in circolazione sulle strade di tutto il mondo oltre sei milioni di veicoli, rendendo disponibili innovazioni tecniche a molti automobilisti. Da qui la necessità di un’auto a zero emissioni in grado di offrire un rapporto costi/benefici finora irraggiungibile, fondamentale per trasformare i veicoli elettrici da prodotti di nicchia a veri e propri bestseller. 

La soluzione la troviamo nella nuova piattaforma MEB – concepita espressamente per le auto 100% elettriche – che accoglie tre elementi fondamentali: il nuovo pianale, le batterie e la modalità di ricarica. Tre punti di forza che rispettano una logica ben precisa, dove lo spazio per le batterie è ricavato all’interno del pianale modulabile per consentire lo stivaggio di accumulatori più grandi e sottili in modo da offrire più abitabilità grazie all’eliminazione del tunnel centrale, aumentarne l’autonomia e offrire una tenuta di strada ottimale grazie alla perfetta distribuzione dei pesi. Una nuova piattaforma modulare e scalabile che darà vita ad auto compatte, SUV, Sedan e Van, tutte auto a trazione posteriore o integrale. La presa per la ricarica rapida è laterale e assicura il ripristino dell’80% dell’autonomia in circa 30 minuti, in alternativa, i tecnici di Volkswagen hanno previsto una piastra per la ricarica senza fili tra le ruote anteriori. 

Nuovi standard su cui si baseranno circa 10 milioni di auto elettriche che il Gruppo Volkswagen produrrà entro il 2025 – 150.000 entro il 2020, di cui 100.000 modelli ID. – grazie all’utilizzo della piattaforma MEB di prima generazione. 

Tutti i veicoli elettrici del Colosso di Wolfsburg saranno assemblati in Sassonia – quindi modelli 100% Made in Germany – grazie all’investimento di miliardi di euro negli stabilimenti di Zwickau, Dresda, Braunschweig, Salzgitter e Kassel.

Nuova Touareg: Cinque Stelle nei Crash Test Euro NCAP 

Punteggio massimo per il SUV di Wolfsburg che, con ottimi risultati in tutte le categorie, si merita le tanto ambite Cinque Stelle nei severi test Euro NCAP.

La massima valutazione è sinonimo di sicurezza e la Nuova VW Touareg conferma l’ottimo livello raggiunto dalla Casa, grazie anche alla più ampia gamma di sistemi tecnologici integrati. 

Quando gli standard diventano sempre più severi, sono proprio i sistemi di assistenza alla sicurezza a fare la differenza! Tanto per citarne alcuni a bordo di Nuova VW Touareg possiamo trovare: il Night Vision(rileva persone e animali al buio utilizzando telecamere a rilevamento termico), il Traffic Jam Assist (acceleratore, freni, sterzo e mantenimento di corsia assistiti fino a 60 km/h), l’Intersection Assist (reagisce al traffico trasversale davanti alla vettura), un nuovo sistema di stabilizzazione con barre antirollio a controllo elettromeccanico, i fari a LED Matrix IQ.Light (proiettori interattivi controllati da telecamera) e l’head-up display proiettato direttamente sul parabrezza. 

LEGGI ANCHE: Nuova Volkswagen Touareg 2018.

Poche sorprese per l’ente indipendente per la sicurezza europeo! Nel complesso Nuova Volkswagen Touareg con un 89% nella protezione adulti, 86% nella protezione dei bambini, 72% nella protezione dei pedoni e 81% nei sistemi di sicurezza, ha dimostrato che, nonostante i test si siano evoluti diventando più esigenti, le fatidiche Cinque Stelle Euro NCAP sono rimaste un obbiettivo raggiungibile per il Colosso di Wolfsburg

Dalla sua presentazione nella primavera del 2018, la Nuova Touareg è l’ammiraglia dei SUV della marca Volkswagen non solo per le sue dotazioni di sicurezza, ma anche per la sua capacità di coniugare in maniera innovativa dispositivi di assistenza, comfort e infotainment.

Venite a scoprirla! Nuova VW Touareg vi aspetta in tutte le Concessionarie Volkswagen Bossoni Automobili di Cremona, Mantova e Bagnolo Cremasco anche sabato 29 e domenica 30 settembre in occasione del Porte Aperte per il lancio del Nuovo T-Roc 1.6 TDI.

Svelata e-tron, la prima Audi 100% elettrica

Audi sceglie San Francisco per presentare al mondo e-tron, Il suo primo modello di serie 100% elettrico, un SUV Sportivo a trazione integrale elettronica da 408 CV capace di scattare da 0 a 100 km/h in soli 5,7 secondi!
Finalmente dopo mesi di anteprime, video e primati vari, ecco le immagini ufficiali del primo SUV elettrico di Casa Audi. Fibrillazione pura! Esternamente la e-tron è molto simile alle altre SUV del Marchio, caratterizzata da una single frame ottagonale a listelli verticali che ben nascondono la sua peculiarità, il suo pregevole segreto, ovvero il suo cuore elettrico. Tanti i richiami agli sport utility, complici i blister quattro e le cornici a contrasto sopra i passarota, le protezioni sottoscala e le longherine che sottolineano il look off-road della vettura.
LEGGI ANCHE: Audi Q8, lo Sport SUV della Casa dei Quattro Anelli 
L’abitacolo si presenta luminoso e dal design hi-tech, con la plancia che si estende fino al rivestimento delle portiere realizzando un unico arco avvolgente chiamato “wrap-around”. Il virtual cockpit e il sistema MMI touch response sono rivolti verso il conducente così come i display degli specchietti retrovisori esterni virtuali. Interessante la perfetta integrazione dello schermo superiore al’’interno del Black Pannel, risultando pressoché invisibile quando spento.
 
Audi e-tron è un SUV sportivo di categoria superiore molto hi-tech ma che lascia largo spazio all’abitabilità e al confort!
Audi, con il suo primo SUV elettrico ha deciso di non fare assolutamente mancare ai propri clienti lo spazio a bordo, quindi, con un lunghezza della cellula passeggeri da primato e un pavimento praticamente piatto, ha regalato ampio spazio per testa e gambe, anche nella zona posteriore grazie all’assenza del tunnel centrale.
Due motore e quattro ruote motrici!
Con Audi e-tron il Marchio del Quattro Anelli porta al debutto una nuova generazione di trazione Quattro e di propulsione: la vettura infatti è spinta da due motori elettrici che erogano complessivamente la bellezza di 408 CV e 664 Nm di coppia massima, permettendole di accelerare da 0 a 100 Km/h in soli 5,7 secondi e raggiungere una velocità massima autolimitata di 200 Km/h. Impressionante lo spunto da fermo, complice la disponibilità del picco di coppia in solo 250 millesimi di secondo.
Per scaricare a terra tutta la sua potenza l’Audi e-tron si è affidata alla nuova generazione di trazione integrale elettrica, un sistema che garantisce il massimo grip in qualsiasi frangente perché estremamente preciso e istantaneo. In condizioni di guida e aderenza normali la trazione è posteriore per garantire il massimo piacere di guida, ma in caso di necessità, il motore anteriore è pronto a intervenire e rendere l’auto una vera 4X4.
Oltre 400 km con un pieno di energia!
Audi e-tron porta in dote un comportamento dinamico di riferimento grazie al baricentro basso e al controllo dinamico di marcia Audi drive select, (7 profili) che in funzione della velocità di marcia e dello stile di guida regola l’altezza da terra fino ad un massimo di 76 mm. In questo modo si favorisce la penetrazione aerodinamica e l’autonomia, che si attesta in oltre 400 chilometri nel ciclo WLTP. 
 La ricarica durante il tragitto? fino a150 KW! 
Il potente pacco batterie ad alta tensione – posto sotto il pavimento – è composto da 36 moduli agli ioni di litio che possono accumulare fino a 95 KWh di energia elettrica, ed essere ricaricati con potenze fino a 150 kw. Audi e-tron è il primo veicolo al mondo a supportare una simile potenza e avere la possibilità di rifornirsi sia presso le colonnine conformi allo standard europeo Combined Charging System (CCS), alla rete Ionity High Power-Charging (HPC) o alle comuni colonnine AC con potenza standard di 11 KW o, optando per il secondo charger, a 22 KW. Per “fare il pieno” sarà sufficiente un’unica scheda e la registrazione al portale myAudi che in base all’autonomia dell’auto troverà i punti di rifornimento liberi più vicini, calcolando l’ora di arrivo e il tempo di ricarica. Sempre tramite l’app myAudi si potrà impostare un timer per l’ora di partenza in modo da trovare l’auto carica e pre climatizzata.
LEGGI ANCHE: Ionity punta a diventare la rete europea per la ricarica rapida delle auto elettriche
Sul mercato a fine 2018! Audi e-tron viene costruita nello stabilimento certificato carbon neutral di Bruxelles e verrà lanciata sul mercato europeo a fine 2018. Presto la vedremo in tutte le Concessionarie Audi Bossoni Automobili di Cremona, Brescia e Mantova.

Enel X semplifica la ricarica delle auto elettriche grazie al nuovo accordo all’insegna dell’interoperabilità

Enel X, la società del Gruppo Enel dedicata ai prodotti innovativi e le soluzioni digitali per la ricarica delle vetture elettriche, ha siglato un importantissimo accordo con la startup evway by Route220.

Un altro importante passo verso la semplificazione della ricarica delle vetture elettriche è stato fatto grazie ad Enel X, che, siglando accordi con HeraIren, Alperia e la piattaforma evway, permetterà ai possessori di auto alla spina di ricaricare la propria vettura anche attraverso le infrastrutture di altri gestori. 

Nello specifico l’intesa consentirà ai clienti dell’app evway di utilizzare le stazioni di ricarica di Enel X, installate su tutto il territorio nazionale, accedendo alle informazioni relative alla localizzazione delle stazioni, la potenza disponibile, il tipo di presa e le modalità di accesso. In particolare sarà possibile utilizzare le colonnine Quick da 22 kW presenti nelle aree urbane e le Fast da 50 kW per la ricarica veloce delle auto.

L’obbiettivo è quello di offrire un servizio capillare con criteri qualitativamente elevati che favorisca la diffusione delle auto elettriche e renda più facile la vita di coloro che hanno scelto uno stile di guida green. 

Per questo Enel X poserà circa 7mila colonnine entro il 2020 per arrivare a 14mila nel 2022 – suddivise in colonnine Quick (22 kW) nelle aree urbane e Fast (50 kW) e Ultra Fast (da 150 kW a 350 kW) in quelle extraurbane – con un investimento tra i 100 e i 300 milioni di euro. 

E-Gap: e ricarichi l’auto elettrica dove e quando vuoi 

A Milano arriva il servizio di ricarica on demand, prenotabile tramite app e web, per le auto elettriche.

E-Gap è la nuova società che promette di superare l’incubo del rimanere senza batteria mentre si è alla guida di un veicolo elettrico. Non a caso, l’autonomia limitata e lo scarso sviluppo di una rete efficiente di colonnine di ricarica sono i principali problemi che frenano il mercato italiano di questo settore. 

L’Italia con i suoi 10 mila veicoli elettrici circolanti è lontana anni luce alla maggior parte dei paesi europei, ma fortunatamente, lo scorso mese di luglio, si è registrata una crescita del 340%, un dato incoraggiante nell’ottica di una futura mobilità ecosostenibile.

LEGGI ANCHE: i trend che cambieranno il futuro prossimo dell'auto

Qualcosa insomma si muove! Da qui l’idea della startup E-Gap, che promette l’arrivo sulle strade milanesi dei primi 10 mezzi di ricarica mobile veloce entro la fine dell’anno. Un progetto innovativo che vede E-Gap come primo operatore in Europa ad offrire la ricarica rapida on demand e soprattutto mobile! 

Immaginate di essere a casa, al lavoro, o a prendere l’aperitivo e avete bisogno di ricaricare la vostra auto elettrica: con la capillarità di postazioni di ricarica che c’è in Italia non è una situazione facile. Per fortuna le cose stanno cambiando, grazie alla startup italiana E-Gap, che si appresta a sbarcare a Milano con un interessante servizio di ricarica on demand.

Un servizio d’emergenza e non, che tramite appositi veicoli attrezzati è in grado di raggiungerti ovunque e ricaricare le batterie della tua auto velocemente (30 minuti circa per un pieno di corrente). Basterà scaricare sul tuo smartphone una semplice app dalla quale potrai prenotare orario e luogo della ricarica, pagare con carta di credito e, all’arrivo del furgoncino elettrico di E-Gap, ricevere una ricarica veloce delle batterie grazie alla potenza superiore a quella delle postazioni cittadine. 

Un progetto ambizioso e veloce che vedrà il suo ampliamento a altre 9 metropoli, tra cui anche Roma, già nel corso del 2019.  Il progetto ha richiesto due anni di ricerca e progettazione e l’impiego di oltre 70 professionisti tra ingegneri ed esperti del settore green ed elettrico. “Siamo molto orgogliosi di presentare E-Gap, una assoluta novità sul mercato della mobilità elettrica”, ha dichiarato Eugenio de Blasio, Fondatore e Presidente di E-Gap.

Nuovo KODIAQ RS è pronto a stupire Parigi!

Nasce il primo SUV a potersi fregiare del glorioso marchio sportivo RS! Pronto per il debutto al prossimo Salone dell’auto di Parigi, sarà disponibile a 5 o 7 posti e avrà un potente motore  quattro cilindri in linea da 240 CV con trazione integrale 4X4.

ŠKODA KODIAQ RS, come sapete, ha già fatto parlare molto di se in occasione del giro di pista al Nurburgring, quando è riuscita a fermare le lancette del cronometro sul tempo Record di 9’29”84! Purtroppo allora non erano state rilasciate indiscrezioni su quale fosse il suo motore, ma oggi finalmente, abbiamo la risposta ai nostri dubbi. la Casa boema ha infatti deciso di svelarci il segreto di quella entusiasmante performance: un potente motore 2.0 TDI Bi-Turbo da 240 CV e 500 Nm di coppia massima, il diesel più potente nella storia del Brand boemo!  

LEGGI ANCHE L’ARTICOLO: ŠKODA KODIAQ RS record al Nurburgring.

La nuovo ŠKODA KODIAQ RS non vanterà soltanto un’estetica più aggressiva rispetto alla produzione standard, ma avrà tutte le peculiarità tecniche dei modelli più dinamici e sportivi della gamma RS. 

ŠKODA si avventura così nel segmento dei SUV sportivi, grazie alla sua leggendaria sapienza maturata in 117 anni di Motorsport! E’ dal 2000 che la sigla RS veste i modelli più performanti della gamma, oggi, con il lancio di Nuovo KODIAQ Rally Sport il Brand di Mladá Boleslav ha deciso di rinnovare lo storico logo sportivo, che ora sfoggia particolari in colore rosso!

Il nuovo logo RS debutterà insieme a Nuovo ŠKODA KODIAQ RS e sarà presente in vari punti della carrozzeria, sottolineando con la vivacità della tinta rossa la verve sportività del modello!

LEGGI ANCHE L’ARTICOLO: Nuova Fabia MY2019 aprirà le porte del nuovo Store ŠKODA in arrivo ad Orzinuovi

Per conoscere tutti i particolari e vederla sotto i riflettori bisognerà attendere fino a giovedì 4 ottobre, quando finalmente si apriranno i cancelli del Salone dell’Automobile di Parigi 2018.  

Page 1 of 3

©2016 Gruppo Bossoni. All Rights Reserved. - Reg.Imp. Bs n.01678370170 - Privacy Policy • powered by kreativemind