Mese: agosto 2018 (Page 1 of 2)

KIA PROCEED 2019: un’immagine in attesa di Parigi 

Il famoso marchio coreano di automobili ci svela in, un’immagine, il posteriore della nuova shooting brake - targata CEED - che vedremo sotto i riflettori del Salone dell’auto di Parigi.

In attesa dell’anteprima, fissata per giovedì 13 settembre, KIA Motors mostra al mondo il design unico e sorprendente della sua nuova creazione, una shopping brake dall’aria sportiva ma con la versatilità di una station wagon.

Terzo elemento della famiglia CEED, Nuova PROCEED rappresenta il giusto mix tra design e spaziosità, una vera e propria novità nel panorama automobilistico del segmento C. 

Facile quindi attendersi un’impennata delle vendite, PROCEED sarà infatti uno strumento di conquista sopratutto verso una clientela giovane e dinamica!

LEGGI ANCHE L’ARTICOLO: KIA è leader mondiale per la qualità per il quarto anno consecutivo.

Ideata, sviluppata e prodotta in Europa PROCEED si annuncia una vettura dal classico DNA KIA – pensata appositamente per il mercato europeo – avrà come armi la qualità, la tecnologia e il design! 

Familiare, ma con un tocco sportivo-innovativo, la nuova PROCEED mostra un look decisamente accattivante, contraddistinto da una lunga e sottilissima linea rossa che ne attraversa tutta la larghezza. La vedremo sul palco del prossimo Salone dell’Automobile di Parigi in programma dal 4 al 14 ottobre prossimo. 

Vacanze finite? Ecco come pulire l’auto al rientro dal mare o dalla montagna!

Durante le vacanze estive la vostra auto sarà stata messa a dura prova da sabbia, vento, foglie, resina e salsedine. Niente paura, con i prodotti giusti sarà un gioco da ragazzi rimediare a questo spiacevole inconveniente!
Indipendentemente dai vostri sforzi per tenerla pulita, un’auto in vacanza è destinata a sporcarsi. Il mare, la sabbia, le passeggiate nei boschi e le scalate montane non hanno giovato di certo ai vostri veicoli e ai loro interni. Con il cambio di stagione quindi, anche loro meritano un trattamento specifico che eliminerà tutti i residui di una pausa estiva vissuta intensamente.
Le Officine Gruppo Bossoni Automobili sono in grado di ripristinare le vostre automobili al meglio grazie alla professionalità offerta dai loro meccanici/carrozzieri e da soluzioni specifiche capaci di far tornare brillante l’auto. 
Se invece preferite il fai da te, presso i nostri Service potrete acquistare i migliori prodotti disponibili sul mercato a prezzi vantaggiosi.
Per aiutarvi in questo duro lavoro, abbiamo chiesto ai nostri esperti alcuni suggerimenti per garantire un’auto pulita a prova di vacanza!
Interni:
 
Un’opportuna pulizia interna è la base del vostro lavoro essendo il posto dove “vivete” quando siete in auto. Dopo aver rimosso i tappetini e tutti gli oggetti presenti nell’abitacolo, procedete con un’accurata aspirazione di tutti gli spazi anche quelli più nascosti, magari aiutandovi con un pennello o con un getto d’aria per rimuovere la sabbia e i residui più ostinati.
Il secondo step prevede la pulizia dei sedili che, a seguito del contatto con panni umidi e borse sporche, potrebbero necessitare di un trattamento speciale. Per questo consigliamo un prodotto da applicare direttamente sul tessuto, facilmente rimovibile attraverso un panno in microfibra inumidito. Bisogna solamente lasciarlo agire per qualche minuto su eventuali macchie di sporco o su tutta la superficie per riportare i sedili al loro splendore.
Il passo successivo è dedicato alla pulizia delle parti in plastica. Ecco quindi che entra in gioco un detergente in grado di lucidare e proteggere ogni tipo di superficie presente nell’abitacolo, dal cruscotto alle portiere. La tecnica di applicazione è semplice: basta spruzzare il prodotto su un panno in microfibra e trattare uniformemente l’intera superficie. Grazie a questo accorgimento si eviterà di nebulizzare il prodotto su parti indesiderate, ottenendo così un risultato eccezionale e senza aloni.
Il tocco finale, lo darete attraverso un’accurata pulizia dei vetri. Se volete superfici trasparenti senza aloni e striature preparate due panni in microfibra: sul primo nebulizzate il prodotto acquistato presso i Service Gruppo Bossoni Automobili e procedete alla detersione di tutte le superfici vetrate, con il secondo panno invece effettuate un ulteriore passaggio di finitura che eliminerà eventuali tracce di aloni o striature.
LEGGI ANCHE: Ok alla guida in ciabatte o infradito ma occhio alla RCA.
Con i prodotti giusti, disponibili nei Service Gruppo Bossoni Automobili, pulire l’auto dopo le vacanze sarà un’operazione semplice che vi regalerà grandi soddisfazioni, il risultato finale vi sorprenderà per accuratezza e lucentezza!
Esterni:
Per gli esterni si parte dai cerchi in lega. Disponiamo di uno sgrassatore che, senza rischio di abrasione o corrosione, scioglie lo sporco da tutti i tipi di cerchi in lega e dai copri-cerchi in plastica. Per utilizzarlo basta spruzzarlo uniformemente sulla superficie da trattare dal basso verso l’alto evitando un eccesso di prodotto che potrebbe far comparire aloni. Dopo averlo lasciarlo agire per qualche minuto procedete al suo risciacquo in abbondante acqua fredda. A tal proposito, si raccomanda di effettuare l’intera operazione solo dopo aver verificato che pinze freno e cerchioni siano completamente freddi!
Finalmente siamo arrivati all’ultimo passaggio: la carrozzeria. Farla tornare a splendere non sarà facile, perché è proprio quest’ultima a mostrare i segni inconfondibili delle vacanze, ma nulla è impossibile!
Per prima cosa bisogna dare una bella passata a tutta l’automobile con l’idropulitrice per rimuovere il primo strato di sporco e i residui di terra, sabbia o polvere che rischierebbero di rigare la carrozzeria.
Dopo averla lasciata asciugare qualche minuto, con l’aiuto di una spugna e di un prodotto per la rimozione dei moscerini, bisogna passare tutta la parte anteriore dell’auto sfregando le macchie più ostinate su cofano, fanali, mascherina e paraurti. Una volta tolti gli eventuali residui di insetti, si può passare al lavaggio vero e proprio e qui entra in gioco il nostro shampoo, un prodotto che unisce l’azione dello shampoo con la cera, permettendo di pulire e detergere l’automobile in un solo passaggio. Una volta sciacquata, l’auto va asciugata con un panno ad alta capacità assorbente per evitare la formazione di aloni e macchie e il gioco è fatto.
Se siete alla ricerca di un auto ancora più lucida e splendente è giunto il momento di dare la cera ma ricordandosi di procedere con ordine – pannello per pannello – concludendo sempre ogni parte prima di dedicarsi a quella successiva.
A questo punto, se avete seguito i nostri consigli e utilizzato i prodotti disponibili presso tutte le Officine e i Service Gruppo Bossoni Automobili, la vostra auto sarà pulita e brillante come non mai.. e a lungo!

Nuova Audi A6: l’alba di un nuovo mito

A breve le Concessionarie Audi Bossoni Automobili presenteranno la Nuova A6, la avant e la berlina dalle numerose innovazioni nel segmento.
La Nuova Audi A6 è il proseguimento di una rigorosa creatività dell’evoluzione stilistica che ci proietta nel futuro restando fedele al glorioso passato!
Il lancio di un nuovo modello è quasi sempre accompagnato da confronti più o meno ravvicinati con le concorrenti di altri marchi. Con Nuova A6, Audi ha presentato l’ottava generazione di una vettura di classe superiore, estremamente versatile, dal design dinamico ed elegante, che si fa apprezzare soprattutto per la digitalizzazione, il confort, la sicurezza e lo spirito sportivo.
Leggi anche: Arriva Audi Q8, la nuova Sport SUV dei Quattro Anelli
Un vero upgrade in business class all’insegna della continuità! Inutile girarci troppo attorno, se si parla di automobili di segmento D, la Nuova Audi A6 è l’unica berlina in grado di garantire tantissime soluzioni di connettività offrendo ai businessman e ai padri di famiglia più confort, più relax e più sicurezza sia durante i piccoli spostamenti cittadini sia sulle lunghe percorrenze.
L’abitacolo della nuova berlina dei Quattro Anelli è uno dei suoi punti forti – più ampio rispetto al modello precedente – ora offre più spazio per gambe e testa. I nuovi sedili anatomici Individual sono un must, grazie alle numerosi possibilità di personalizzazione, dall’illuminazione diffusa alle funzioni di ventilazione e massaggio fino al pacchetto Air Quality che, con l’aiuto di un ionizzatore diffonde due gradevoli profumazioni nell’abitacolo valorizzandolo ancor più.
Solo il marchio dei Quattro Anelli riesce a legare perfettamente il design alla tecnica! Il risultato complessivo è una lounge dove l’eleganza, i materiali e il linguaggio delle forme – minimalista e allo stesso tempo concreto – trasmette una sensazione di ariosa abitabilità e di grande relax.
La tecnologia stipata a bordo di Nuova A6 è a dir poco impressionante. Nuova A6 infatti è dotata di serie di innumerevoli sistemi di assistenza alla guida per avvicinarci progressivamente alla guida automatizzata. Tra questi troviamo il cruise control adattivo, la frenata automatica d’emergenza ed i sistemi che consentono alla vettura di gestire in autonomia gli incolonnamenti del traffico e di riconoscere stanchezza e malori del conducente, attivando i freni e allertando i soccorsi in caso di bisogno. A corredo, il blocco intelligente delle portiere che evita l’apertura quando sta per sopraggiungere un veicolo. 
Tutti questi dispositivi – alcuni inediti, altri ulteriormente perfezionati – sono affidati alla centralina zFAS che elabora i dati proveniente da 5 sensori, 5 telecamere, 12 sensori a ultrasuoni e uno scanner laser. 
Grazie alla tecnologia del domani la Nuova A6 si conferma il nuovo benchmark della categoria! Tra gli optional il Park Pilot e il Garage Pilot, due sistemi che guidano autonomamente la berlina negli spazi di parcheggio o nei garage ed eseguono la successiva manovra d’uscita. Prima dell’inizio delle operazioni infatti, il conducente può uscire dall’auto, attivare e monitorare la procedura tramite l’app myAudi sul proprio smartphone. Concludiamo citando la chiave Audi connect, disponibile a richiesta, che permette sia lo sblocco che il blocco delle portiere oltre all’avviamento del motore mediante smartphone Android. 
Nonostante le differenze di carrozzeria, le nuove Audi A6 e A6 Avant sono state sviluppate, per la prima volta nella storia del modello, in parallelo. Uno sviluppo congiunto che ha dato forma ad una berlina più filante e sportiva e una wagon più atletica, sulle quali si notano i generosi passaruota, che integrano i cerchi in lega fino a 21 pollici, mentre sul frontale spiccano le forme tridimensionali di calandra e fari LED Matrix HD.
A bordo spazio a due display touch, uno da 10,1” per l’infotainment e uno da 8,6” collocato più in basso, per la gestione dei servizi. Entrambi fanno parte della nuova tecnologia MMI touch response – derivata direttamente dalla nuova A8 e A7 Sportback – che propone una nuova interfaccia grafica particolarmente intuitiva e personalizzabile. 
Vero punto di forza, il sistema di comando digitale che permette di collocare le principali funzioni della vettura nella posizione desiderata sullo schermo MMI tramite comandi “drag and drop” (clicca e trascina). 
Come un vero partner intelligente, la nuova A6 dispone inoltre di comandi vocali avanzati che riconoscono le espressioni di uso comune, profili di guida personalizzati, capacità di elaborazione delle richieste (tramite i dati memorizzati onboard o le conoscenze acquisite dal cloud) e la strumentazione digitale con lo schermo da 12,3 pollici dell’Audi Virtual Cockpit che può essere arricchita dell’head-up display. 
In sostanza Nuova Audi A6 si è fatta più sportiva nel design, molto più intelligente, autonoma e più spaziosa internamente. Come dichiara Parys Cybulski, exterior designer di Audi, che spiega: “Per conservare lo spazio interno, il tetto non è inclinato verso la coda come sul modello precedente, anzi, nella porzione del retrotreno è leggermente più alto: ciò ha permesso d’incrementare lo spazio interno per i passeggeri. Conservata pure la capacità del bagagliaio, nonostante il montante C e il lunotto siano meno spioventi per conferire all’auto un profilo più slanciato“.
Concludiamo ricordando che la Nuova Audi A6 Avant e Berlina sarà disponibile da Settembre presso le Concessionarie Audi Bossoni Automobili di Cremona, Porto Mantovano e Bagnolo Cremasco solo con tecnologia mild-hybrid, l’elettrificazione di tutti i motori.

Alfa Romeo trionfa al Pebble Beach Concours d’Elegance

Il nastro d’oro del “Best of Show 2018” fa bella mostra di se sulla magnifica carrozzeria blu scuro dell’Alfa Romeo 8C 2900B Touring berlinetta del 1937. 

La vettura Italiana, definita un vero capolavoro d’arte, si è imposta davanti a 209 concorrenti provenienti da 17 Paesi aggiudicandosi il premio più ambito della manifestazione e altri due riconoscimenti: il “Charles A. Chayne Trophy” ed il “J.B. & Dorothy Nethercutt Most Elegant Car”.

LEGGI ANCHE: Alfa Romeo trionfa alla MilleMiglia 2018

“Questa Alfa Romeo 8C 2900B Touring ha tutto ciò che si potrebbe desiderare in un’auto: velocità, stile e sex appeal”, ha dichiarato la Presidente del Concorso Sandra Button. “Lo stile Touring è semplicemente magico e come se non bastasse, il sound del motore è perfetto!”. 

Dopo la Coppa d’Oro a Villa d’Este con una 33 Stradale e il trionfo al Concorso d’eleganza di Kyoto con la 6C 2500 Super Sport, è ancora una volta un’Alfa Romeo ad aggiudicarsi il podio di uno dei più importanti Concorsi d’Eleganza al mondo!

Importata dalla Germania nel 1956 l’Alfa Romeo 8C 2900B Touringa Pebble Beach aveva già ottenuto un riconoscimento come Most Elegant Closed Car nel 1990. L’attuale proprietario ha scommesso nuovamente sulla vettura, decidendo di intervenire con un secondo restauro che ha riportato l’auto alle specifiche del Berlin Motor Show del 1938 dove il modello era stato presentato. Con questo “Best of Show” il Biscione rinverdisce la sua presenza fra i “winners” di Pebble Beach, registrata anche dieci anni fa con una coupé 8C 2900B Touring Berlinetta e nel 1988 con 8C 2900B Touring Spider.

Fiat lancia la Nuova 500X Restyling!

Martedì 28 Agosto è stata finalmente presentata la nuovissima Fiat 500X MY19.

Fiat ha messo mano alla sua bestseller con nuovi contenuti e una serie di migliorie estetiche per mantenere la sua leadership in un segmento molto competitivo e in continua crescita.

La Fiat 500X dopo quattro anni di mercato si concede un leggero lifting che esalta ancor più le sue qualità di stile e di prodotto. 

Più giovane e più femminile di prima, il cinquino migliora la propria immagine con i gruppi ottici a LED: di serie le nuove luci diurne DRL ad anello, i nuovi proiettori con tecnologia Full Led a grafica circolare e i fari posteriori in tinta carrozzeria con elementi luminosi solo sul bordo esterno. 

Coerente con la precedente, 500X Restyling mantiene i due look Urban e Cross ma riduce e arricchisce gli allestimenti in modo da garantire ai clienti di guidare una macchina più cool e più accessoriata.  Tanti piccoli dettagli che insieme arricchiscono il look e rafforzano la personalità del crossover più venduto in Italia nei primi 6 mesi del 2018 nonché seconda auto più venduta nello stesso periodo. 

A rinforzare ulteriormente la competitività la Nuova 500X restyling mette in mostra altri particolari rinnovati, come i nuovi paraurti della versione Urban, la nuova fascia di protezione della versione Cross e City Cross, i nuovi cerchi in lega e le nuove tinte della carrozzeria Blu Italia, Verde Techno e Bianco Perla. 

Novità: alla gamma di Nuova 500X MY19 si aggiunge la versione Business: un allestimento dedicato ai liberi professionisti e alle imprese che assicura un vantaggio cliente superiore al 50%! 

Per il suo SUV – icona del “Made in Italy” – il marchio torinese non si è fermato a semplici dettagli estetici ma ha puntato anche a interni rinnovati sia dal punto di vista delle funzionalità che da quello estetico con importanti novità. La qualità di bordo di 500X MY19 è messa in evidenza dal nuovo volante rivestito in techno-pelle e da un quadro strumenti suddiviso in tre elementi circolari di cui quello centrale con display TFT da 3,5” dedicato alle varie informazioni di bordo. Il tutto è completato dall’ottimo sistema Uconnect 7” HD LIVE con schermo touchscreen e compatibilità Android Auto – Apple CarPlay.

LEGGI ANCHE: Fiat 500 Spiaggina 58, un tuffo nelle notti della Dolce Vita.

Sempre più sicura e connessa, Nuova 500X restyling offre ai futuri clienti uno sguardo sul futuro della guida assistita, proponendo di serie i più moderni sistemi di assistenza alla guida: 

-Il Traffic sign recognition che riconosce i segnali stradali e i limiti di velocità 

-Lo Speed advisor che consente di regolare la velocità in base ai limiti che man mano si succedono in un viaggio.

-Il Lane Assist, il sistema di mantenimento della corsia di marcia attivo dai 60 ai 180 km/h.

A questa dotazione, già di per sé molto ricca, i clienti più esigenti potranno aggiungere, a pagamento, i sistemi Blind Spot Alert, Safety Distance Management e l’Autonomous Emergency Brake. Vediamoli nel dettaglio:

– Il Sistema Blind Spot Alert è il sistema di ausilio durante i cambi di corsia per ovviare agli angoli ciechi.

– Il Safety Distance Manager invece è il sistema che si adatta al traffico regolando la propria velocità in base al veicolo che lo precede.

– Per ultimo abbiamo lasciato l’Autonomous Emergency Brake, il sistema più innovativo disponibile su 500X, in grado di riconoscere ostacoli posti di fronte alla vettura e di frenare automaticamente quando il guidatore non interviene per evitare la collisione. 

Concludiamo con il dettaglio delle nuove motorizzazioni Turbo che troveremo sotto il cofano della Nuova 500X MY19. Progettati per offrire prestazioni e piacere di guida superiori nonostante la garanzia di un risparmio di carburante che può tranquillamente arrivare sino al 20% in meno rispetto ai precedenti, 500X restyling sarà disponibile con il 1.0 Turbo benzina a 3 cilindri da 120 CV e il 1.3 Turbo benzina da 150 CV a quattro cilindri, entrambi conformi alla nuova normativa Euro 6/D – Temp. In alternativa in listino troviamo anche il rodato 1.6 benzina E-Torq da 110 CV e le tre motorizzazioni Turbo diesel Multijet II, tutte aggiornate alla nuova Normativa Euro 6/D – Temp. grazie all’adozione del sistema SRC (Selettive Catalytic Reductor). 

Si parte dal 1.3 Multijet II da 95 CV, si sale al 1.6 Multijet II da 120 CV, per arrivare al più potente 2.0 Multijet II da 150 CV abbinato al cambio automatico a 9 velocità e trazione integrale.

Per massimizzare l’efficienza e ridurre i consumi e le emissioni, tutte le motorizzazioni a gasolio presentano il sistema “SCR on filter”, una soluzione che garantisce la riduzione delle emissioni di NOx tramite l’iniezione di AdBlue e la riduzione del PM (particolato) tramite intrappolamento.

Garantitevi il giusto connubio tra stile, sicurezza, efficienza e tecnologia scegliendo Nuova FIAT 500X! Venite a scoprirla e provarla nelle Concessionarie FCA Gruppo Bossoni di Brescia, Mantova e Cremona. 

Dal 2025 tutte le Volvo avranno componenti realizzati con il 25% di plastica riciclata

Volvo mira a ridurre la propria impronta ambientale a livello globale, fissando il 2025 come termine ultimo per la costruzione di vetture con componenti realizzati da plastica ricavata da materiale di riciclo.
La Casa di Göteborg conferma la sua volontà a ripulire il mondo dalla plastica. Dopo la collaborazione con LifeGate e Sabin Project, per ripulire i mari italiani dal materiale plastico che lo infesta, Volvo annuncia l’intenzione di costruire alcune parti delle sue auto di lusso con almeno il 25% di materiale plastico riciclato.
Volvo Cars ha inoltre esortato i fornitori dell’industria automobilistica a una stretta collaborazione nel più grande progetto per la realizzazione di componenti di nuova generazione ecosostenibili.

LEGGI ANCHE: Volvo ha tutte le intenzioni di ripulire i mari italiani dalla plastica.

Operazione riciclo: a dimostrazione dell’effettiva possibilità di realizzazione di questo progetto, la Casa scandinava si è operata nella realizzazione di una speciale XC60 T8 ibrida plug-in all’apparenza identica al modello di serie ma, con diversi elementi in plastica riciclata.
LEGGI ANCHE: Volvo XC60 giudicato il SUV più sicuro al mondo da EuroNCAP
L’abitacolo della XC60 – che a occhio nudo sembra identico – si distingue per la console sul tunnel centrale realizzata con fibre e materie plastiche riciclate, ricavate da vecchie reti da pesca e corde nautiche. Il rivestimento del pavimento contiene fibre ottenute dalle bottiglie di plastica e un misto di scarti della lavorazione del cotone. Anche per i sedili sono state utilizzate fibre di PET ricavate dalle bottiglie, mentre per la realizzare del materiale fonoassorbente da inserire nel cofano sono stati utilizzati sedili di vecchie Volvo.
“L’attenzione per l’ambiente è uno dei valori basilari di Volvo e continueremo a trovare nuovi modi per riuscire a integrarlo nelle attività della nostra azienda. Questa vettura e l’obiettivo che ci siamo prefissati per quanto riguarda le plastiche riciclate sono ulteriori esempi di questo impegno.” ha dichiarato Håkan Samuelsson, Presidente e CEO di Volvo Cars.
La XC60 con componenti in plastica riciclata è stata presentata all’Ocean Summit, durante la tappa della Volvo Ocean Race di Göteborg.
L’annuncio di Volvo circa l’utilizzo di materie plastiche riciclate, è il più progressista fra quelli fatti dalle altre Case costruttrici, ed è un’ulteriore dimostrazione dell’impegno assunto verso una riduzione dell’impatto sull’ambiente di tutte le sue attività operative e della sua gamma di prodotti. Il mese scorso, Volvo Cars si è anche impegnata a eliminare gli oggetti in plastica monouso da tutte le sue sedi e dai suoi eventi nel mondo entro la fine del 2019.
 

Nidec UFC, la ricarica ultrarapida per auto elettriche

Nidec Industrial Solutions presenta UFC Ultra Fast Charger, l’innovativa interfaccia per la ricarica rapida dei veicoli elettrici di nuova generazione.

La Nidec industrial Solution, filiale italiana della multinazionale giapponese specializzata in motori elettrici ha presentato un’avanzata interfaccia che, collegata alla rete elettrica e alle colonnine di ricarica, semplifica e velocizza il processo di riapprovigionamento delle batterie – un importante asset per lo sviluppo del mercato delle auto elettriche.

Massimizzando le infrastrutture di ricarica con Ultra Fast Charger (UFC) alle auto elettriche di nuova generazione basteranno 15 minuti per avere autonomie di 500 km.

Si abbattono le frontiere! Nidec getta le basi per la diffusione dei veicoli alla spina, un mercato che in Italia stenta ancora a decollare ma che oggi offre grandi opportunità. 

A preoccupare gli italiani sono principalmente l’autonomia, la scarsa diffusione delle colonnine e i tempi di ricarica troppo lunghi delle auto elettriche. Ma questo era il passato, le cose cambiano rapidamente specie quando sono fondamentali, e le auto elettriche lo sono nella transizione energetica e nell’affermazione di una mobilità sostenibile.  

Questa soluzione permette di installare le colonnine di ricarica ultraveloce per auto elettriche anche in punti dove la rete elettrica non ha la robustezza necessaria a sopportare i flussi da 320 kW tipici delle colonnine di ultima generazione. Infatti l’Ultra Fast Cargher di Nidec ASI preleva dalla rete solo 50 kW e li porta poi a 320 kW attingendo all’energia accumulata nelle batterie.

Leggi anche: battere ecologiche per smartphone e auto elettriche.

Nidec ASI sta lavorando anche su altre soluzioni di ricarica, come le stazioni di ricarica a bassa tensione con batterie centralizzate (ricarica all’ 80% fino a 12 veicoli in un’ora) e stazioni di ricarica a media tensione (oltre i 12 veicoli in un’ora).

Queste ultime possono essere utili per la ricarica di una flotta aziendale o dei veicoli commerciali delle imprese di logistica.

Agli OFF ROAD Magazine Awards 2018 trionfa il marchio Jeep

Per i tedeschi di OFF ROAD Magazine i modelli Jeep sono i migliori fuoristrada al mondo

Il marchio dei fuoristrada più conosciuto al mondo ha affermando la propria superiorità sui terreni accidentati. Tra i 43.500 lettori appassionati di 4×4 che hanno partecipato all’edizione 2018 degli OFF ROAD Award la maggior parte hanno votato un modello Jeep.

La Nuova Jeep Wrangler in questa sfida si è arrampicata fino in cima alla classifica piazzandosi al primo e al secondo posto di due categorie. La leggendaria icona dei 4×4 si è fatta strada fra tutti i 174 modelli in gara conquistando il posto di regina della categoria “Off-Road” di classe A per il quinto anno consecutivo e il riconoscimento di “Novità dell’Anno”. Un secondo posto molto significativo, essendo la Wrangler di quarta serie, un modello non ancora commercializzato in Europa e non ancora visto sulle strade continentali.

La Jeep Renegade è stata nominata miglior SUV nella categoria “Sub-compact” per il quarto anno consecutivo riaffermando la propria leadership nella propria categoria di appartenenza. Renegade vanta uno stile inconfondibilmente Jeep e capacità 4×4 senza eguali nel proprio segmento, doti molto apprezzate dai lettori di OFF ROAD.

LEGGI ANCHE: Nuova Jeep Renegade MY 19, arriva il tanto atteso restyling.

L’ammiraglia Jeep Gran Cherokee, punta di diamante della Casa americana ha conquistato il secondo posto come “Luxury SUV” nella categoria B, piazzandosi davanti a tutti gli altri brand di importazione in Germania.

La performance offerta dai modelli Jeep è stata imbarazzante in quanto ben quattro modelli del brand americano si sono aggiudicati il podio e nello specifico due vetture hanno conquistato il primo posto degli OFF ROAD Awards 2018!

 

Venite a scoprire le leggendarie qualità fuoristradistiche di Jeep negli showroom FCA Gruppo Bossoni di Brescia, Mantova e Cremona. 

I trend che cambieranno il futuro prossimo dell’auto

In una recente analisi del settore Automotive sono stati tracciati nuovi asset grazie ai quali l’intelligenza artificiale (AI) sta cambiando le automobili del futuro.

Per prima cosa dimenticatevi le classiche automobili. Il tempo per la nascita di un nuovo ecosistema della mobilità, generato dall’incontro tra l’industria automobilistica e quella tecnologica, è maturo.  

L’ingresso dell’intelligenza artificiale all’interno dell’industria automobilistica non esaurirà la propria applicazione nella guida autonoma ma andrà molto oltre. Oggi come oggi, l’AI ci ha mostrato solo alcuni aspetti del suo potenziale.

LEGGI ANCHE: Soluzioni innovative per le auto elettriche, la ricarica wireless.

In futuro delegheremo alle macchine sempre più parti delle nostre attività, questo perché l’AI presenta numerosi vantaggi legati soprattutto alla sicurezza e alle comodità. Semplificare la vita dei conducenti grazie alle piattaforme basate sul cloud, compresi i big data analytics, è l’obiettivo delle varie Case automobilistiche. 

Passeremo all’incrementata efficienza nella gestione delle complessità, quali il cloud computing, che da solo sarà in grado di elaborare molto velocemente li dati della connettività centralizzata (capacità dei vari sistemi di collegarsi e comuni care tra loro). Questo ci porterà a un servizio che individuerà le stazioni di servizio e pagherà il pieno per noi, identificherà ristoranti simili a quelli visitati abitualmente, gestirà autonomamente gli ordini d’asporto e ci ricorderà di fare la spesa quando siamo nelle vicinanze del supermercato. 

Le automobili del futuro saranno gestite in modo più efficiente e con maggiore sicurezza, questo grazie allo sviluppo dell’Internet of Things (IoT) con cui i veicoli potranno ad esempio segnalare problemi e pianificare le riparazioni autonomamente, permettendo alle officine di diagnosticare e correggere determinati problemi in rete senza richiedere al proprietario di fare visita al concessionario.  

LEGGI ANCHE: Oxigene, lo pneumatico connesso che mangia smog e produce ossigeno.

A questo punto non ci resta che soffermarci sul contributo più importante che l’intelligenza artificiale sta apportando al mondo dell’automobile, cioè rendere i veicoli più sicuri e ridurre gli incidenti.

Questo avverrà attraverso la tecnologia veicolo-veicolo (V2V) e veicolo-infrastrutture (V2I), le auto connesse avranno la capacità di comunicare tra loro e con le infrastrutture in modo da essere sempre informate su tutto ciò che accade intorno a loro.

Per aumentare la sicurezza, anche i sistemi di infotainment saranno strettamente legati all’AI, questo permetterà agli occupanti delle automobili del futuro di ricevere e inviare e-mail, eseguire ricerche su internet e interagire con le app per smartphone tutto tramite comando vocale.

Sempre alla ricerca di modi per ridurre i rischi di incidenti e adeguare i premi assicurativi allo stile di guida, le compagnie assicurative stanno affinando un sistema che permetterà di identificare i conducenti più prudenti e quelli più pericolosi.

La nuova realtà sarà fatta di Case automobilistiche che mettono a disposizione l’hardware e di aziende high tech che si occupano del software. Le auto saranno sempre meno oggetti di proprietà antieconomici e più comodity da utilizzare solo per necessità, prepariamoci.

Il Gruppo Volkswagen punta tutto sul futuro delle batterie allo stato solido 

La Casa tedesca incrementa la propria partecipazione nell’azienda tecnologica californiana diventando il principale azionista automotive della QuantumScape Corporation.

La nuova joint venture è un vero colpo da maestro che assicura al Gruppo Volkswagen il controllo della QuantumScape, la start up di Stanford capace di aumentare la densità energetica e di conseguenza la quantità di energia stoccata nelle batterie. 

Giusto per la cronaca, nessun altro fornitore finora è riuscito a ottenere un risultato simile! 

Il nuovo accordo prevede un investimento di 100 milioni di Dollari da parte del costruttore automobilistico tedesco e l’inserimento nel consiglio di amministrazione della società statunitense di un uomo di fiducia (il responsabile della ricerca Volkswagen Axel Heinrich).

In questo modo la dirigenza di Wolfsburg sarà direttamente coinvolta nelle strategie dell’azienda californiana e potrà accelerare lo sviluppo delle batterie allo stato solido. Questa tipologia di pile – più evoluta rispetto a quelle al litio – è considerata fondamentale per la mobilità del futuro. Da calcoli interni, le batterie allo stato solido avranno un impatto significativo sulle percorrenze dei futuri modelli elettrici – un’automobile come la e-Golf ad esempio, aumenterebbe la propria autonomia dagli odierni 300 km fino a circa 750 km con un solo pieno di energia. 

Ecco le prime parole di Axel Heinrich: “Vogliamo accelerare la commercializzazione delle batterie allo stato solido. Uniamo le forze per sfruttare l’esperienza di Volkswagen come specialista nella produzione e la leadership tecnologica di QuantunScape. In questo modo il Gruppo sta compiendo un ulteriore passo avanti verso la mobilità sostenibile e a zero emissioni per i clienti in futuro” .

Pile di questo tipo sono state frenate dagli alti costi di produzione, ora grazie a Volkswagen si apre la strada a un nuovo livello di potenza per la mobilità elettrica del futuro!

Grazie a questa tecnologia, più matura rispetto a quella agli ioni di litio, si andrà incontro a grandi vantaggi quali: migliori percorrenze grazie alla maggiore energia stivata, tempi di ricarica inferiori, dimensioni ridotte delle pile, e più sicurezza, visto che le batterie solide non sono più soggette ad esplosioni.

LEGGI ANCHE: ecco come saranno le automobili del futuro 

Il Gruppo Volkswagen ha testato con successo i primi campioni di celle per batterie allo stato solido della QuantumScape confermando la fattibilità del progetto. Ora non ci resta che attendere il 2025 per vedere su strada le prime auto dotate di queste sorprendenti batterie. 

Page 1 of 2

©2016 Gruppo Bossoni. All Rights Reserved. - Reg.Imp. Bs n.01678370170 - Privacy Policy • powered by kreativemind