Blocco Diesel Euro 6D-Temp: retromarcia della Francia?

La Francia fa dietrofront sui blocchi dei motori diesel Euro 6D-Temp. Leggi di più su forum.gruppobossoniautomobili.it

Il calo delle vendite dei veicoli a diesel e i timori sulle possibili perdite di posti di lavoro stanno spingendo il Governo della Francia a fare dietrofront sui motori a gasolio più moderni

La Francia potrebbe fare retromarcia per quanto riguarda il blocco dei motori a diesel. Sembra quindi imminente il passaggio di categoria ai Diesel Euro 6D-Temp, che grazie al bollino antinquinamento Crit’Air viola (categoria 1), saranno equiparati alle migliori auto a benzina. Si tratta del certificato di qualità dell’aria francese, che potrebbe così ribaltare la situazione legata al gasolio.

Questo possibile cambio di rotta è legato alla guerra ai diesel che ha creato molti timori nell’opinione pubblica francese, gli automobilisti stanno preferendo l’acquisto di auto con alimentazioni alternative al gasolio o addirittura stanno temporeggiando sull’acquisto di una nuova automobile. 

LEGGI ANCHE: Ecobonus 2019, quando e quali auto avranno diritto agli incentivi?

La conferma nei dati stimati dal ministero dell’Economia, dove troviamo un gennaio con vendite del diesel crollate del 34% e 38.000 posti di lavoro a rischio nel breve lungo termine, perché collegati direttamente alla produzione di motori a gasolio. 

Ecco perché il Governo francese sta lavorando alla ricerca di un accordo tra il Ministero dell’Economia e quello della Transizione Ecologica, che sembrerebbe in procinto di sfociare – in tempi brevi – ad una registrazione più pulita dei moderni diesel Euro 6D-Temp.

LEGGI ANCHE: Ecotassa, cos’è, come funziona e quando entrerà in vigore.

Trattiamo questa notizia perché toccherà anche i turisti italiani che, come saprete, dall’1 Febbraio 2017 sono obbligati a comprare ed esporre sulla propria auto il bollino Crit’Air per poter circolare nelle ZCR francesi, ossia le zone ambientali a traffico limitato. Continuate a seguirci su forum.gruppobossoniautomobili.it per avere notizie sugli sviluppi di questa interessante novità.

Abolizione del Superbollo? Forse è la volta buona!

 Il Disegno di Legge presentato dal governo porterebbe all’eliminazione del Superbollo sui veicoli con potenza superiore ai 251 CV.

In arrivo possibili novità per gli amanti delle Supercar, al Senato infatti è appena stato depositato un Disegno di Legge sull’abolizione del tanto temuto Superbollo

Il Superbollo abolito? È possibile. Nella nota accompagnatoria al Disegno di Legge appena depositato al Senato si evidenzia come dalla sua entrata in vigore nel lontano 2011, il Superbollo abbia portato a un drastico calo delle immatricolazioni delle supersportive con potenze superiori ai 185 KW e di conseguenza minor introiti per le Case produttrici, per le officine e per i produttori di componentistica. 

La sovrattassa quindi non avrebbe generato il tanto auspicato incremento del gettito erariale di oltre 160 milioni di euro ma, in realtà, avrebbe solo prodotto ingenti perdite per le casse dello Stato, per le Regioni e per le Province. 

LEGGI ANCHE: Ecobonus, cos’è e quando entrerà in vigore

Da qui la proposta di eliminare il Superbollo! Nel Disegno di Legge viene evidenziato come la finalità originale della tassa di lusso sulle auto sportive abbia fallito il suo compito e viene elencata come unica soluzione, per ripristinare la domanda di questa tipologia di automobili, l’abolizione della stessa. 

LEGGI ANCHE: Reddito di Cittadinanza, anche le auto possono influire sull’assegnazione. 

Ci teniamo a sottolineare che l’Italia è il Paese d’eccellenza per quanto riguarda la costruzione di auto sportive, dobbiamo quindi cercare in tutti i modi di valorizzare il nostro territorio e la produzione delle vetture stesse. In attesa dell’arrivo del bollo unico europeo – che dovrebbe arrivare intorno al 2025 – solo con l’eliminazione del Superbollo si potrà assicurare un ritorno della richiesta e di conseguenza generare nuovi posti di lavoro. 


Il Nuovo Fiat Fiorino vince il “Volante d’Oro” in Tunisia

Fiat Fiorino si aggiudica la prima edizione del premio indetto da “Tunisie Auto”: lo small van italiano vince il Volante d’Oro. Leggi di più su forum.gruppobossoniautomobili.it

Fiat Professional grazie al Nuovo Fiorino trionfa alla prima edizione del premio “Volante d’Oro”, organizzato dalla rivista “Tunisie Auto”

Fiat Professional trionfa in Tunisia con il Nuovo Fiorino, vincendo la prima edizione del “Volante d’Oro”. La cerimonia che ha premiato il veicolo commerciale italiano con il premio – in termini di performance e soddisfazione del cliente – si è tenuta lo scorso 30 gennaio, dimostrando la crescita  dello small van in termini di vendite e risultati su strada. 

LEGGI ANCHE: Nuovo Fiorino restyling spazio e versatilità!

Fiat Fiorino, con l’esperienza maturata in 12 anni di attività e doti come la notevole capacità di carico e di portata, non solo è risultato il veicolo commerciale compatto più venduto in Tunisia nel 2018, ma anche lo small van a registrare il più alto incremento di vendite con un + 57% in tutta l’Africa.

Rinnovato nel design esterno ed interno nel corso del 2017, il Fiorino non mostra segni di debolezza e continua a imporsi sulla concorrenza, nonostante ultimamente quest’ultima si sia fatta più competitiva e qualificata. 

Confortevole, funzionale, agile nel traffico e facile da parcheggiare, il Nuovo Fiorino è ai vertici della categoria perché in grado di soddisfare ogni esigenza lavorativa con costi di gestione veramente contenuti. 

LEGGI ANCHE: Sevel, ecco il Fiat Ducato Natural Power da record!

Vi aspettiamo nelle Concessionarie FCA Gruppo Bossoni di Brescia, Mantova e Cremona anche in occasione dei Porte Aperte del 16/17 e 23/24 febbraio per scoprire insieme ai nostri consulenti alla vendita tutte le caratteristiche del modello che ha inventato il segmento degli small van. Fiat Fiorino è disponibile in due configurazioni: Cargo e Combi. Oltre a ciò, sono tre gli allestimenti: Base, SX e Adventure. Infine, tre motorizzazioni: diesel, benzina e benzina/Metano.

Volvo XC40 è la Novità dell’anno 2019

La Volvo XC40 è stata eletta Novità dell’anno 2019 dai lettori di Quattroruote, succedendo ad Alfa Romeo Stelvio

I lettori di Quattroruote hanno votato la Volvo XC40 come Novità dell’anno 2019. Il SUV svedese ha ricevuto il premio a Milano dalla storica rivista automobilistica di riferimento del mercato italiano. Porte Aperte nelle Concessionarie Volvo Gruppo Bossoni anche il 16/17 e 23/24 Febbraio!

La Volvo XC40 ha ricevuto il premio “Novità dell’Anno 2019” e ha ritirato il trofeo a Milano in occasione del Quattroruote Day. Eletta con il 12,3% dei voti – espressi dai lettori della nota rivista e dal sito web di Quattroruote – succede nell’albo d’oro all’Alfa Romeo Stelvio, regina dell’edizione 2018.

LEGGI ANCHE: Volvo XC40 eletta Auto dell’Anno 2018

È la prima volta che la Casa Svedese si aggiudica con una delle sue vetture il riconoscimento di Novità dell’Anno da parte di Quattroruote. Segno di un profondo cambiamento sia da parte di Volvo nel progettare e realizzare automobili ora più di design, tecnologiche e sicure, sia nel pubblico. 

LEGGI ANCHE: boom di vendite per la nuova Volvo XC40

Nuova Volvo XC40 rappresenta il punto di riferimento tra i SUV compatti e per questo in un solo anno di vita è già stata scelta da migliaia di clienti. Inoltre la XC40, è anche la prima Volvo ad avere una funzionalità di car sharing – con chiave digitale – e a prevedere le consegne di Amazon direttamente all’interno del portabagagli. 

LEGGI ANCHE: Amazon Prime aggiunge la consegna in auto per i clienti Volvo

“Siamo particolarmente orgogliosi di questo riconoscimento”, ha commentato a caldo Michele Crisci, Presidente Volvo Car Italia, che ha ritirato per Volvo il premio al Quattroruote Day. “XC40 è un modello di importanza strategica per Volvo, che ci ha dato e ci sta dando grandi soddisfazioni e che il pubblico italiano ha subito dimostrato di capire e apprezzare. Con XC40 abbiamo lanciato anche la rivoluzionaria formula di abbonamento Care by Volvo e non è un caso che anche su questo fronte l’Italia abbia ottenuto risultati da primato. Sono certo che l’arrivo delle motorizzazioni ibride, ormai imminenti, non farà che aumentare il favore degli automobilisti italiani”, ha concluso Crisci.

Venite a scoprire il primo SUV al mondo capace di offrire un abitacolo dal design ingegnoso, che ti permetterà di riporre tutto ciò che ti serve nella quotidianità in pratiche e funzionali soluzioni di stivaggio. Volvo XC40 ti stupirà! Ti aspettiamo nelle Concessionarie Volvo Gruppo Bossoni di Orzinuovi, Brescia e Desenzano del Garda anche in occasione dei Porte Aperte fissati per il 16/17 e 23/24 febbraio. 

Pronti per la Nuova Jeep Renegade S?

Correte nelle Concessionarie FCA Gruppo Bossoni di Brescia, Mantova e Cremona: la nuova sportivissima Jeep Renegade S sta per arrivare e questo mese può essere vostra con finanziamento Tutto Chiaro: anticipo zero, valore futuro garantito ed Ecobonus fino a 6.000€! Siamo aperti anche nei weekend del 16/17 e 23/24 Febbraio

Gli Showroom FCA Gruppo Bossoni aprono le porte a Jeep Renegade S, la prima serie speciale del leggendario SUV che ha conquistato gli italiani. A breve in tutti i nostri punti vendita sarà disponibile con tre diverse motorizzazioni che partono dal nuovissimo 1.3 Turbo Benzina T4 da 150 CV, per proseguire con le due varianti TurboDiesel: 1.6 MultiJet II e 2.0 MultiJet II, rispettivamente da 120 e 140 CV, entrambi con SCR (Selective Catalytic Reduction) e omologazione Euro 6D-Temp. 

Caratterizzata da una dotazione super sportiva e prodotta esclusivamente in Italia, la Jeep Renegade S fa tesoro delle sue ineguagliabili doti per non perdere nemmeno un briciolo delle leggendarie capacità off-road che l’hanno resa leader del mercato.  Eletta nel 2018 per il terzo anno consecutivo “Best Small SUV of the Year” dalla rivista specializzata 4X4 Magazine, la Jeep Renegade S ha tutte le carte in regola per dominare anche quest’anno la categoria! A Febbraio potrà essere acquistata con finanziamento Tutto Chiaro: anticipo zero, valore futuro garantito ed Ecobonus fino a 6.000€.

LEGGI ANCHE: Ecobonus 2019, quando entrerà in vigore e quali auto ne potranno beneficiare

Prepariamoci dunque a vederla su strada in città, in campagna e al mare, ideale in qualunque condizione metereologica, dal sole alla neve. Basata sulla gamma Limited la serie speciale della Jeep Renegade S si caratterizza per gli esclusivi inserti Granite Crystal (grigio scuro) su tutti i fregi identificativi, sulle finiture della griglia anteriore, sulle barre del tetto e sugli esclusivi cerchi in lega da 19 pollici. Ad arricchire la raffinatezza di questo modello troviamo tutti i fari anteriori e posteriori full LED di serie, per assicurare a chi sceglierà la Nuova Jeep Renegade S efficienza e sicurezza nella guida, con un incremento di visibilità del 50% rispetto alle canoniche luci alogene e del 20% rispetto alle più moderne luci allo Xeno.

LEGGI ANCHE: neve e ghiaccio hanno risvegliato la Jeep Winter Experience

L’abitacolo sarà interamente All Black! A bordo di Jeep Renegade S, tutto si tinge di nero, dai sedili premium con nuove cuciture in tinta tungsteno al rivestimento del tetto nero, passando per la plancia, le portiere e il volante. Tutto è di serie e intuitivo, come l’innovativo sistema Uconnect da 8,4”NAV – con l’integrazione di Apple CarPlay e Android Auto – che comprende un processore più potente e performante, oltre a uno schermo full-color tattile capacitivo ad alta definizione.

Nuova Jeep Renegade S è in viaggio e presto sarà nelle Concessionarie Gruppo Bossoni di Brescia, Mantova e Cremona con la sua esclusiva dotazione di serie che, tra l’altro, comprende anche il climatizzatore bi-zona e i sensori di parcheggio anteriori e posteriori. Vi aspettiamo ai Porte Aperte, nei tre weekend del 16/17 e 23/24 Febbraio.


Passeggeri senza cinture? Paga anche chi guida!

La Corte di Cassazione detta legge e con l’ordinanza n. 2531/19 del 30 gennaio 2019 sfata il mito sull’uso delle cinture di sicurezza davanti e dietro e sulle sanzioni derivate dal non utilizzo delle stesse.

Iniziamo subito con il ricordare a tutti gli automobilisti che la legge italiana impone l’utilizzo delle cinture di sicurezza – sia che ci si sieda davanti che dietro – e che spetta al guidatore accertarsi che tutti i passeggeri la indossino in quanto responsabile della loro sicurezza. 

Questo perché, se dal punto di vista sanzionatorio il guidatore ha solo l’obbligo di accertarsi che tutti i minorenni abbiano allacciato la cintura o utilizzino gli appositi sistemi di ritenuta, in quello legale le cose sono ben diverse. 

LEGGI ANCHE: sicurezza in auto, stop alle distrazioni mentre si guida

Legalmente, infatti, non conta se chi siede in auto è maggiorenne o meno, poiché in caso di incidente, chi siede al volante è considerato corresponsabile delle lesioni subite dai passeggeri che trasporta se questi non indossano correttamente le cinture di sicurezza. 

Non prestare attenzione ai vostri passeggeri – se si allacciano la cintura o meno – può costarvi molto caro, perché in caso di incidente nel quale gli stessi rimangano feriti, vi verrà imputato un contributo colposo anche se dalla dinamica risultasse la vostra piena incolpevolezza. Come sottolineato dalla stessa cassazione “la cui quantificazione in misura percentuale è rimessa all’accertamento del giudice di merito”.

LEGGI ANCHE: guida con cellulare? Presto sarà multa certa

Proprio lo scorso weekend in USA, cinque bambini con un’età compresa tra i 4 e i 15 anni hanno perso la vita in un incidente, perché scaraventati fuori dall’auto su cui viaggiavano a causa del ghiaccio ma sopratutto delle cinture di sicurezza non allacciate. 

Le Concessionarie Gruppo Bossoni Automobili vi rammentano che la maggior parte delle auto in commercio è dotata di un simbolo luminoso sul cruscotto, raffigurante i tre passeggeri posteriori, che segnala se hanno o meno la cintura allacciata. 

Alla luce di questo, ricordatevi sempre di assicurarvi che tutti gli occupanti del vostro veicolo viaggino in condizioni di assoluta sicurezza!

I seggiolini antiabbandono saranno collegati a tre numeri di telefono

Dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ecco le linee guida che ci anticipano le caratteristiche dei nuovi seggiolini per auto “anti-abbandono” che eviteranno le dimenticanze dei genitori alla guida.


E’ partito il count down che dal 1 luglio 2019 obbligherà chi viaggia in auto con bambini fino a 4 anni di età, a dotarsi di dispositivi con sistema anti-abbandono.

LEGGI ANCHE: sicurezza in auto, stop alle distrazioni mentre si guida!

Il testo della normativa non è ancora definitivo – è al vaglio del Consiglio di Stato al quale seguirà la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale – ma certamente non cambierà nelle sue impostazioni di fondo.

Vediamo quindi nel dettaglio quali saranno i parametri per essere in regola con la futura legge!

Secondo la bozza, il sistema di sicurezza anti-abbandono potrà essere integrato all’origine nel sistema di ritenuta per bambini, essere istallato sull’auto direttamente dalla casa automobilistica (di serie o come optional) oppure essere indipendente sia dal seggiolino che della vettura.

Il device salvavita, dovrà essere in grado di attivarsi autonomamente ogni qualvolta un bambino verrà posizionato nel seggiolino ed emettere diversi segnali acustici, come la conferma dell’avvenuta accensione o la batteria scarica. Inoltre, nel malaugurato caso il conducente si allontani senza il neonato, il dispositivo dovrà essere in grado di emettere luci e suoni percepibili sia all’interno che all’esterno del veicolo in modo da attirare l’attenzione di passeggeri e passanti. 

Per finire, i nuovi dispositivi anti-abbandono dovranno essere dotati di un sistema di comunicazione automatico per l’invio di messaggi SMS o chiamate ad almeno tre differenti numeri di telefono. 

LEGGI ANCHE: Ecobonus 2019, da quando e quali auto ne avranno diritto!

Come dicevamo prima, tutto questo dovrà avvenire entro il termine ultimo del 1 luglio 2019, quindi aspettiamoci a breve il via libera! 

Continuate a seguirci sui nostri canali social Gruppo Bossoni Automobili per restare sempre aggiornati.

Abarth 595 festeggia il titolo di “Best Car 2019” con il 70esimo anniversario!


Abarth 595 70esimo Anniversario festeggia il titolo di “Best Car” della categoria “Mini Cars” di importazione per il quarto anno consecutivo e si aggiudica anche il secondo posto nella classifica assoluta della rivista “Auto, Motor and Sport”.

Gli Showroom Abarth Gruppo Bossoni, per celebrare l’evento vi aspettano anche nei weekend 9-10, 16-17 e 23-24 Febbraio! 

Abarth festeggia il suo 70esimo compleanno con la conquista, da parte della 595, del gradino più alto del podio. Un risultato storico – considerando anche il secondo posto in classificata della Fiat 500 – e il record di vendite in Europa, che con quasi 23.500 unità ha fatto registrare una crescita del 36,5% rispetto al 2017. 

 LEGGI ANCHE: la Fiat 500 infrange un nuovo record!

Forte di questi importantissimi traguardi e in occasione del suo 70esimo anniversario, tutti i modelli Abarth prodotti nel corso del 2019 saranno impreziositi da uno stemma commemorativo “70esimo Anniversario” e di diversi contenuti dedicati che trasformeranno l’ordinario in straordinario. 

Attenzione! Ci aspetta un’annata di modelli speciali che sfrutteranno i contenuti più significativi del brand.


Presentate nel corso dell’ultima edizione del Rally di Monte Carlo, le Nuove Abarth 70esimo Anniversario – che comprendono tutta la famiglia 595 e quella della 124 – saranno alimentate dall’ultima evoluzione del potente 1.4 Turbo MultiAir con potenza comprese tra i 145 e i 180 CV e omologazione Euro 6D-Temp, ma senza filtro antiparticolato.

La Abarth 595 70esimo Anniversario quindi, per rispondere al meglio alle esigenze del mercato e alle richieste dei clienti, ora offrirà il massimo anche in termini di minor consumi e inquinamento! 

Tra le novità che trovano spazio a bordo dell’iconica e sportivissima 595 Competizione, segnaliamo l’innovativo sistema Uconnect con schermo touch 7” HD che offre di serie l’Abarth Telemetry e la predisposizione Apple CarPlay e Android Auto. 

Per quanto riguarda la 595 Turismo invece spicca l’adozione di serie del tetto apribile in vetro dei sedili in pelle Abarth e del sistema Uconnect 7” HD – con navigatore e connettività Apple car Play e Android Auto – che si arricchisce del Pacchetto Urban con sensori di parcheggio, pioggia e crepuscolare. 

LEGGI ANCHE: gli italiani amano la Fiat Panda.

Infine, per ringraziare e accontentare tutti i clienti europei che nel 2018 hanno acquistato una vettura dello Scorpione, Abarth – dal 1 febbraio al 30 giugno 2019 – ha riservato loro un prezzo ridotto su alcuni preziosissimi accessori Mopar, con cui potranno personalizzare la propria auto. Vi aspettiamo nelle nostre officine per saperne di più! Le concessionarie Abarth Gruppo Bossoni le trovate a Orzinuovi, Brescia, Rezzato, Bagnolo Cremasco, Porto Mantovano, Desenzano e Manerbio.

Gli showroom Abarth Gruppo Bossoni per celebrare l’evento vi aspettano anche nei weekend 9-10, 16-17 e 23-24 Febbraio! 

Le Alfa Romeo più sportive si riconfermano “Car of the Year 2019”.

La rivista inglese “What Car?”, cede al fascino e alle performance dei modelli Quadrifoglio assegnandogli due importantissimi riconoscimenti. 

Con il titolo di ‘Car of the Year 2019’ l’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio trionfa nella categoria “Performance Car of the Year” sulla scia del premio vinto l’anno scorso nella categoria “Sports Car”. 

Giudicata dagli esperti la miglior auto sportiva attualmente in commercio, la Giulia Quadrifoglio è una berlina comoda, spaziosa e ben equipaggiata che si adatta perfettamente all’uso di tutti i giorni nonostante offra prestazioni mozzafiato. 

LEGGI ANCHE: il V6 di FCA è tra i migliori 10 motori al mondo!

Parte del merito va al suo prezioso cuore biturbo – affinato in Ferrari – da 2.9 litri, capace di erogare ben 510 CV e 600 Nm di coppia massima. Tanta potenza le permette prestazioni da supercar, con un’accelerare, da 0-100 km/h, in soli 3,9 secondi e una velocità massima di 307 km/h. 

Steve Huntingford, direttore di “What Car?” ha elogiato la Giulia Quadrifoglio dicendo: “Raggiungere la vetta è più facile che rimanerci, per questo motivo si può affermare che la seconda vittoria nella categoria ‘Car of the Year’ della Giulia Quadrifoglio è forse un successo maggiore del primo”.

L’Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio – il primo SUV del Biscione a potersi fregiare del prestigioso simbolo – dal canto suo, si è dimostrato all’altezza del proprio glorioso nome soffiando, alle agguerrite rivali, il titolo di “Best Sports SUV a partire da 60.000€”.

LEGGI ANCHE: Alfa Romeo porta le emozioni della trazione integrale Q4 della neve con il Winter Tour!

Arnaud Leclerc, amministratore delegato di FCA UK, ha commentato il doppio successo con queste parole: “Alfa Romeo è sempre riuscita a parlare al cuore delle persone grazie alla sua passione, al suo slancio e alla sua dinamicità tipicamente italiana, ma questi premi dimostrano che gli ultimi modelli sono un ottimo prodotto, al di là della passione. Vedere il non plus ultra della nuova gamma Alfa Romeo apprezzato dagli esperti di What Car? rende questa vittoria ancor più appagante”.

La Fiat 500 infrange un nuovo record!

Con quasi 194.00 unità vendute in tutta Europa la Fiat 500 è leader in 11 Paesi europei e sul podio in altri quattro. 

La Fiat 500, da vera icona del Made in Italy nonché unica vettura del segmento a poter vantare una carriera ultra sessantennale e oltre 30 serie speciali, continua a far parlare di se registrando nel suo undicesimo anno di vita, il miglior progressivo di sempre con quasi 194.000 unità immatricolate nel corso del 2018.

L’intramontabile Cinquino dunque non passa mai di moda e continua a piacere al grande pubblico che, stupisce di volta in volta con il suo charme e il suo grande stile senza tempo. La city-car d’altronde si è saputa trasformare e ha avuto il coraggio di avventurarsi in territori nuovi, come ad esempio quello della tecnologia, della moda, della nautica di lusso e delle corse. Una strategia vincente che si è confermata nel 2018 con la serie speciale 500 Mirror, 500 Collezione e 500 Spiaggina ’58. 

Fiat 500 è sempre rimasta fedele a se stessa passando dall’innovazione tecnologica delle versioni Mirror alla raffinatezza della moda insite nelle serie speciali 500 Collezione “Primavera” e “Autunno”. Per questo motivo le concessionarie Gruppo Bossoni di Brescia, Mantova e Cremona, hanno deciso di esporla all’interno del CidneON 2019: icone italiane, il festival internazionale delle luci di Brescia che andrà in scena dall’8 al 16 febbraio. 

Tra le mille attrazioni, i visitatori avranno il piacere di ammirare anche due Fiat 500, una attuale e una vintage (prima serie), che sarà utilizzata da un artista francese per una delle sue opere. 

Se volete sapere di più di questo incredibile festival, CLICCATE QUI.

Page 1 of 58

©2016 Gruppo Bossoni. All Rights Reserved. - Reg.Imp. Bs n.01678370170 - Privacy Policy • powered by kreativemind