Vacanze in auto: come affrontare un viaggio sotto il sole cocente senza correre rischi! 

Sull’Italia è arrivata la prima ondata di caldo africano che ha portato picchi fino a 35°C. Il nostro consiglio è di non viaggiare nelle ore più calde della giornata ma, se siete costretti a farlo, è bene ricordarsi di viaggiare in completa sicurezza, sia fisica che meccanica. Ecco alcuni accorgimenti che vi permetteranno di prevenire rischi potenzialmente molto gravi. 

I problemi di un viaggio al caldo sono ben noti, senso di affaticamento, colpi di calore, perdita di concentrazione e giramenti di testa che possono portare persino a svenimenti. Questo succede perché si altera il sistema di regolazione della temperatura corporea, con l’umidità molto elevata il sudore non evapora rapidamente e il calore corporeo non viene eliminato efficacemente. 

Per prevenire questi malesseri è opportuno, quando l’auto è rimasta ore sotto il sole, arieggiare l’abitacolo prima di salire a bordo, accendere il climatizzatore ma evitando temperature polari che non farebbero altro che favorire i colpi di calore e non bere bevande troppo fredde per il pericolo congestioni. 

Ricapitolando: prima, durante e dopo il viaggio è necessario bere acqua fresca ma non fredda, per idratarsi e combattere il caldo, viaggiare riposati e rilassati, possibilmente a stomaco vuoto o dopo un pasto leggero, evitare le ore di punta e fermarsi di tanto in tanto a sgranchirsi le gambe nelle aree di sosta attrezzate. 

LEGGI ANCHE: come proteggere la nostra auto dal sole.

 Non dimenticatevi dei pochi, semplici, ma importanti controlli da fare alla vostra automobile:

Per prima cosa bisogna assicurarsi la piena efficienza degli pneumatici. Bisogna infatti verificare di aver montato le gomme giuste perché, con le alte temperature dell’asfalto, solo la mescola più dura delle estive è in grado di offrire frenate in spazi più brevi e minor resistenza al rotolamento. Verificate anche la corretta pressione delle gomme, con il caldo l’aria tende ad espandersi, un’eccessiva pressione all’interno del pneumatico può avere un impatto negativo sulle prestazioni. Una corretta pressione delle gomme infatti assicura all’auto più aderenza in curva e minor consumo sia degli pneumatici che di carburante.

Controllate le gomme, si può passare alle prossime verifiche che comprendono: i livelli dei liquidi, la verifica dell’impianto frenante, l’efficienza del condizionatore e dell’impianto di illuminazione. Per questo meglio affidarsi a meccanici professionisti, il fai da te è sempre un rischio, esistono infatti vere e proprie campagne indette dalle Case automobilistiche che offrono check-up gratuiti presso le proprie concessionarie aderenti. 

Le Officine Gruppo Bossoni Automobili, grazie a un team di esperti sempre al vostro servizio e ricambi 100% originali, sono in grado di offrirvi il Summer Check per tutti i tipi di vettura e marca, ti basta un click per essere pronto per l’estate: www.service.gruppobossoni.it

Alfa Romeo festeggia il suo compleanno al Museo Storico di Arese esponendo il prestigioso premio “Compasso d’Oro”

Il 24 giugno il brand del Biscione ha compiuto 108 anni, una ricorrenza speciale in un anno ricco di avvenimenti e riconoscimenti speciali. 

Domenica presso la “Sala Giulia” del Museo Storico di Arese” “La Macchina del tempo” si è potuto assaporare il DNA fatto di corse e competizione – che da sempre caratterizza i modelli Alfa Romeo – grazie all’esposizione delle serie speciali a tiratura limitata Nurburgring Edition Giulia Quadrifoglio “NRING” e Stelvio Quadrifoglio “NRING”.

LEGGI ANCHE: Giulia Quadrifoglio da Record al Ring.

Due vetture straordinarie che racchiudono tutta l’eccellenza del brand in termini di contenuti tecnici, prestazioni e stile. Vetture che rappresentano appieno il nuovo paradigma del brand del Biscione – che verranno prodotte in sole 108 unità per modello – in onore ai 108 anni di successi del Marchio del Biscione. 

LEGGI ANCHE: Stelvio Quadrifoglio da Record al Ring.

Il nome non è stato scelto a caso – prima Giulia e poi anche Stelvio – sono state protagoniste di un primato di categoria sul leggendario tracciato tedesco della Nordschleife, un record riportato nelle pagine del grande libro della lunga e gloriosa storia di Alfa Romeo. 

LEGGI ANCHE: nuova edizione limitata di Giulia Quadrifoglio “NRING” e Stelvio Quadrifoglio “NRING”.

Sempre all’interno del Museo “La Meccanica delle Emozioni” nella stessa giornata, gli ospiti hanno potuto ammirare la showcar C37 Alfa Romeo Sauber F1 Team, le tute originali (autografate) con le quali i piloti Charles Leclerc e Marcus Ericsson hanno disputato le prime gare del Campionato di F1 2018, e il più autorevole premio mondiale nel campo del design “Compasso d’Oro ADI” consegnato pochi giorni fa presso il Castello Sforzesco – Cortile della Rocchetta.

D’altronde Giulia, come ogni Alfa Romeo, nasce dal perfetto equilibrio tra heritage, velocità e bellezza che la rendono la più alta espressione dello stile italiano e del suo linguaggio in campo automobilistico. 

Il perfetto senso delle proporzioni, la semplicità, la cura per la qualità delle superfici e un design innovativo ma fedele a una tradizione universalmente apprezzata, sono state le basi dell’ennesima vittoria della berlina sportiva italiana. Una commissione di esperti, designer, critici, storici e giornalisti specializzati hanno giudicato la nuova Giulia la vincitrice della XXV edizione del premio “Compasso d’Oro ADI”, il più autorevole premio mondiale nel campo del design.

T-Cross: la nuova dimensione di crossover secondo Volkswagen

Volkswagen ufficializza l’uscita del T-Cross, il nuovo SUV compatto, con un primo bozzetto che ci anticipa gli interessanti particolari che caratterizzeranno il suo “lato b”.

Il quinto modello della famiglia T – presentato al Salone di Ginevra 2016, in versione cabriolet – si baserà sul pianale MQB e avrà una lunghezza di 4,107 metri. Dimensioni compatte che le assicurano la massima funzionalità sia in città che in campagna. 

Piccolo ma sicuro, il nuovo T-Cross offrirà di serie il sistema di monitoraggio della distanza Front assist e l’assistenza attiva per il mantenimento della corsia Line Assist. Grazie alle sue eccellenti caratteristiche e a un gran numero di sistemi di assistenza alla guida, il nuovo modello della Casa tedesca sarà sempre pronto ad avventurarsi nelle piccole sfide quotidiane. 

Nato come nuovo crossover compatto di segmento B, T-Cross si annuncia da subito come il veicolo più sicuro della categoria grazie anche a eccellenti risultati nei crash test. Concepito in maniera intelligente sarà in grado di offrire la massima flessibilità grazie a un abitacolo spazioso e a un divanetto posteriore scorrevole. 

LEGGI ANCHE: Nuova Volkswagen Touareg 2018 

Concepita per essere carismatica, T-Cross arriverà presso le Concessionarie Volkswagen Bossoni Automobili di Cremona Mantova e Bagnolo Cremasco nel 2019. La versione definitiva sarà mostrata in autunno ma, già dal primo bozzetto diramato dalla Casa e da un breve video che immortala addirittura Klaus Bischoff intento a raccontare come è stata concepita, abbiamo una visione pressoché complessiva di Nuova T-Cross:

Un modello dal frontale con linee di derivazione Touareg e particolari che richiamano il T-Roc. Molto interessante il taglio netto dal resto della gamma del posteriore, T-Cross si differenzia per l’inedita coda massiccia ma pulita, interrotta da una sottile striscia di LED che integra il logo della casa e collega l’uno a l’altro i due gruppi ottici.

Continuate a seguirci, nel prossimo articolo parleremo delle motorizzazioni che prenderanno posto sotto il cofano di T-Cross.

Alfa Romeo e Gruppo Bossoni presentano la “Quadrifoglio Experience”

Il Biscione ha scelto le Concessionarie Gruppo Bossoni per regalare l’emozione di un test drive qualitativo con le sue vetture dei record. Da giovedì 28 giugno a domenica 01 luglio le sedi Alfa Romeo Gruppo Bossoni hanno ospitato una tappa dell’emozionante tour “Quadrifoglio Experience”, la manifestazione tutta adrenalina e testosterone che ha visto il culmine domenica all’interno del Golf Club La Colombera sul confine della Franciacorta.

Una bella iniziativa che ha permesso, a un ristretto numero di ospiti selezionati e appassionati del marchio del Biscione, di mettersi alla guida delle sue vetture sportive top di gamma. Tutti hanno potuto provare su strada le grandi doti del SUV più veloce della categoria e della berlina più amata e apprezzata al mondo, entrambi in grado di stabilire il record di categoria sul leggendario tracciato del Nurburgring, in Germania.

Ogni ospite ha avuto l’occasione di scegliere quale vettura provare tra Giulia Quadrifoglio 2.9 V6 Bi-turbo da 510 CV, Stelvio Quadrifoglio 2.9 V6 Bi-turbo da 510 Cv e Alfa Romeo 4C Spider 1750 TBI da 240 CV. Capolavori di stile e prestazioni, vetture nate dal puro spirito Alfa Romeo, con lo scopo di regalare agli appassionati di tutto il mondo il tipico piacere di guida racchiuso nel “La Meccanica delle Emozioni”.

I fortunati driver sono stati affiancati da piloti esperti che, oltre a trasferire tutto il bagaglio tecnico della vettura, hanno fornito utili consigli per una guida sicura. Alfa Romeo inoltre, da sempre attenta al tema della sicurezza, ha dato la possibilità a tutti i partecipanti di prendere parte ad un concorso che metterà in palio 10 corsi di guida sicura. 

LEGGI ANCHE: Alfa Romeo trionfa alla MilleMiglia

Grazie alla tappa organizzata da Alfa Romeo e dalla Concessionaria FCA Gruppo Bossoni, siamo riusciti a realizzare il sogno degli appassionati e potergli far saggiare le doti sportive delle auto che hanno scritto la storia automobilistica mondiale.

Fiat 500 “Spiaggina ‘58”: un tuffo nelle notti della Dolce Vita!

4 Luglio: proprio nel giorno del compleanno della Fiat 500 e a cinquant’anni esatti dalla nascita della Fiat 500 Jolly, la mitica “Spiaggina” torna elegantemente a solcare i rotocalchi internazionali e a far battere milioni di cuori.

Estate 2018: Luca Napolitano, Head of EMEA Fiat & Abarth brand, presenta il tributo della Casa alla 500 spiaggina del 1958 – un simbolo indiscusso della “Dolce Vita” e dell’eterna giovinezza – spiegando che: 

“La nuova” Spiaggina ’58 è il nostro regalo a 500 per il suo compleanno e per i 60 anni della “spiaggina”, una vera “macchina del tempo” piena di “citazioni” della Dolce Vita, come dimostrano i loghi e cerchi vintage, la linea di bellezza bianca, il body esclusivamente Cabrio e gli interni bicolore. E poi, un colore speciale, dedicato a lei: Azzurro Volare. Un nome e un colore che ci riporta proprio al ’58, e per la precisione a quel Sanremo del 1958 quando un giovane Domenico Modugno cantava, insieme a Johnny Dorelli, per la prima volta “Nel blu dipinto di blu”, la famosa canzone anche conosciuta con il titolo “Volare”, che sarebbe diventata la colonna sonora della Dolce Vita”.

Fiat 500 è una vera icona in grado di rinnovarsi continuamente mantenendo intatto il suo fascino e la sua identità anche attraverso varie edizioni speciali. Per festeggiare il traguardo dei sessant’anni il brand Fiat ha realizzato la nuova “Spiaggina ‘58” un vero oggetto cult disponibile solo in configurazione cabrio e in edizione limitata di 1958 unità.

Vestita di una splendida livrea Azzurro Volare con capote beige, la Spiaggia del 2018 è stata impreziosita dalla linea di bellezza bianca e dai cerchi in lega vintage da 16”. Scelte audaci e molto originali, come la scritta in corsivo “Spiaggina ‘58” sul posteriore o la modanatura laterale con logo 500. La stessa classe ed eleganza la troviamo nell’abitacolo ad iniziare dalla plancia che riprende il colore esterno Azzurro Volare mentre per i sedili è stato scelto un ricercato bicolore con seduta grigia a strisce e lunetta superiore in avorio. Completano il raffinato ambiente interno i tappetini specifici e il volante su cui spicca il logo vintage. 

A siglare il tributo un suggestivo filmato che “vola” sulle note di “Nel blu dipinto di blu”, l’intramontabile brano cantato da Domenico Modugno al Festival di Sanremo del 1958.

Per l’occasione anche l’hub creativo Garage Italia e l’atelier Pininfarina hanno realizzato il proprio omaggio su base 500C: l’affascinante showcar “Spiaggia by Garage Italia” dotata di soluzioni uniche e ricercate, che reinterpretano in chiave moderna quegli anni irripetibili.

Lapo Elkann, Presidente e Direttore Creativo di Garage Italia: “Amore a prima vista, di quelli che fulminano anima e cuore. Sono queste le sensazioni che provo ogni volta che guardo una 500 e che ne guido una. Da piccolo me ne sono subito innamorato e crescendo ho desiderato farla rinascere. Sono felice che il suo rilancio possa far rivivere quel sogno e quegli anni magici del Boom Economico e della gioia di vivere italiana. Da quel 2007, anno dopo anno, ne ho sempre personalizzate per me e con l’apertura di Garage Italia abbiamo potuto disegnare una moltitudine di versioni uniche che hanno confermato la versatilità e la grande attualità di questo veicolo che, ancora oggi, è uno dei love brands più amati in tutto il mondo. Sono passati 11 anni da quel 4 luglio 2007 giorno della sua rinascita e oggi, con Garage Italia, ho voluto celebrare e rinnovare un’altra stupenda icona italiana, disegnando e progettando con il mio Centro Stile la Spiaggina by Garage Italia, realizzata, con il prezioso contributo tecnico e ingegneristico di Pininfarina e il supporto del brand Fiat. Sono fiero di quanto abbiamo fatto. E sono orgoglioso di averlo fatto in Italia, con aziende Italiane che promuovono, il nostro amato paese, in tutto il mondo. Sono certo che, questa auto, tornerà a far fantasticare, sognare e interpretare la gioia di vivere italiana cui da generazioni si ispira il mondo”.

Creatività e fattibilità, tecnologia e abilità artigianale: elementi distintivi di Pininfarina al servizio di una nuova icona del design e del saper fare italiano – spiega l’AD di Pininfarina Silvio Pietro Angori. – La Spiaggina è un’esperienza che consente a Pininfarina di dimostrare ancora una volta le proprie capacità nella progettazione e la propria naturale vocazione alla realizzazione di modelli unici ed esclusivi. Passione e cura del dettaglio permisero al Fondatore Pininfarina di realizzare la Eden Roc per l’Avvocato Agnelli negli anni ’50. Le stesse qualità hanno guidato oggi Pininfarina nello sviluppo e nella costruzione della Spiaggina partendo dalla configurazione impostata da Garage Italia su base della Fiat 500C. La Spiaggina è anche un incontro tra aziende e uomini che dell’automobile, come oggetto estetico e prodotto industriale, hanno fatto una missione”. 

La Fiat 500 “Spiaggina ‘58” è disponibile, in EDIZIONE LIMITATA, presso le Concessionarie FCA Gruppo Bossoni di Brescia, Mantova e Cremona dal 4 luglio 2018.

Le auto a KM 0 sono veramente convenienti? 

Cosa sono le auto a KM 0 e soprattutto conviene acquistarle? Ecco alcuni consigli su come comperare auto nuove risparmiando.

Quando arriva il momento di cambiare automobile non sempre l’acquisto di una vettura nuova si rivela la mossa più arguta. Fino a qualche anno fa la scelta era tra auto nuove o usate, oggi invece il mercato ci offre una terza e valida via fatta di vetture a KM 0. 

Le automobili a KM 0 sono vetture nuove immatricolate dal concessionario, che dopo aver stazionato per un periodo di tempo all’interno del salone o delle rimesse, vengono vendute a prezzi molto favorevoli con un chilometraggio vicino allo zero ma che non supera mai i 100 km. 

CERCHI UNA VETTURA A KM ZERO? CLICCA QUI!

Comprando un’auto a KM 0 il cliente ha i vantaggi del nuovo, ma con un costo d’acquisto molto più basso del prezzo di listino, si parla di un risparmio di circa il 20% ma che può superare anche il 30% se il modello è in via di sostituzione.

Facciamo un po’ di chiarezza in merito e vediamo i vantaggi e gli svantaggi: 

Iniziamo dicendo che le auto a KM 0 non differiscono quasi in nulla dalle auto nuove, le differenze le troviamo nella garanzia (essendo la vettura già immatricolata potrà godere solo dei mesi residui al raggiungimento dei 24 prefissati per legge) e nel fatto di avere già avuto un proprietario, l’autosalone. 

Fate molta attenzione in fase di acquisto! Le auto a KM 0 non vanno confuse con le auto aziendali, le prime non vengono mai utilizzate – al massimo vengono spostate all’interno del salone per esigenze di spazio – le seconde invece vengono utilizzate dai dipendenti del salone per pochi mesi, sono comunque vere e proprie auto usate, anche se con pochi chilometri.

Bisogna infine sapere che le auto KM 0 non possono usufruire di incentivi statali né tantomeno delle promozioni lanciate dalla casa madre, ma comunque difficilmente si trovano auto nuove con prezzi più convenienti.

Al discorso prezzo vanno inoltre aggiunti i tempi di attesa. Le auto a chilometri zero hanno il vantaggio di essere in pronta consegna, di avere la tassa di proprietà già pagata – a volte con ancora svariati mesi residui – e il fatto di non necessitare di ulteriori verifiche, essendo vetture praticamente nuove.

Unico neo – se così lo si può definire – l’impossibilità di scelta del colore, dell’accessorio o dell’allestimento, ma spesso le concessionarie dispongono di più vetture immatricolate dello stesso modello, proprio per ovviare a questo problema. 

Le vetture a KM 0 sono dunque molto interessanti sotto molti punti di vista e se non si hanno particolari esigenze sono sicuramente la migliore offerta disponibile sul mercato. Il periodo migliore per acquistarle una vettura di questo tipo cambia in continuazione, in quanto influenzato da molti fattori come ad esempio il modello o gli obbiettivi. 

Se vi abbiamo convinto a prendere in considerazione l’acquisto di una vettura a chilometri zero vi aspettiamo nei nostri Showroom di Brescia, Mantova e Cremona. Tutti i dettagli e le promozioni sul nostro sito internet: www.gruppobossoni.it.

 

Non abbandonare un animale domestico, abbandona la tua vecchia auto e passa al noleggio!

Al via la campagna animalista #tucherazzadiuomosei lanciata dall’associazione Lega Nazionale per la Difesa del Cane contro l’abbandono di cani e gatti. 

L’Italia con più di 60 milioni di pet e 37 milioni di veicoli circolanti è un paese che sicuramente ama circondarsi di animali domestici e di automobili. Ciò nonostante, ogni anno nel Bel paese vengono abbandonati una media di 150/170 mila animali tra cani e gatti, di cui circa l’80% muore a causa di incidenti stradali o di maltrattamenti. 

 Avete mai pensato alle conseguenze di questo gesto e su chi si ripercuotono? L’abbandono di un pet, che si è fidato di noi e ci ha dato tutto il suo amore, è un gesto crudele e vigliacco che mette in pericolo non solo la vita dell’animale ma anche quella degli automobilisti. 

L’intervento del Governo italiano è riuscito a mettere un freno a questa piaga, grazie anche all’inserimento nel Codice Penale dell’articolo 727 che prevede l’arresto fino ad un anno o con l’ammenda da 1.000 a 10.000 euro chi compie il reato di abbandono di animali.

Come ogni anno Gruppo Bossoni Automobili da il suo contributo per sensibilizzare la comunità su questo importante problema. I protagonisti della nostra campagna 2018 sono i veicoli commerciali e le automobili a noleggio, sotto l’hashag #nonabbandonaremanoleggia cercheremo di trasmettere alle persone il concetto che un animale non può e non deve essere un pacco da scaricare per strada. 

Se la vostra auto non è più adatta al trasporto dei vostri amici animali – ad esempio perché troppo cresciuti – non dovete abbandonare l’idea di fare un bel viaggio insieme e nemmeno l’animale!! 

Sapete che passando al noleggio a lungo termine potete avere sempre la macchina dei vostri sogni – con dimensioni ideali, accessori adatti alle vostre esigenze (gabbie, coprisedili, cinture) e poco inquinanti – senza bisogno di dover cambiare vita.

LEGGI ANCHE: le auto a noleggio inquinano meno

Abbiamo creato il nuovo portale Noleggio Gruppo Bossoni Automobili anche per questo! Nel caso la vostra famiglia si dovesse allargare ulteriormente con l’arrivo di un nuovo cane saremo sempre in grado di offrirvi l’auto a noleggio più adatta ai vostri spostamenti con incredibili offerte. 

Metteteci alla prova! Cliccate qui: www.noleggio.gruppobossoni.it e visionate tutte le vetture e i veicoli commerciali disponibili presso le nostre concessionarie di Brescia, Mantova e Cremona tutto incluso: assicurazione RCA con incendio, furto, danni da agenti atmosferici, infortuni conducente, assistenza 24h su 24h, soccorso stradale, manutenzione ordinaria e straordinaria e ritiro della vostra auto usata. 

Volvo S60 non avrà motorizzazioni diesel in listino

La Nuova Volvo S60 sarà la prima vettura della Casa scandinava a non essere dotata di una motorizzazione a gasolio.
A poche settimane dal lancio della sua nuova berlina media, Volvo Cars sottolinea il suo impegno verso una mobilità più pulita e intelligente, escludendo dal listino della S60 tutte le motorizzazioni diesel. Il piano di elettrificazione della Casa svedese infatti prevede che tutti i nuovi modelli che verranno lanciati sul mercato dal 2019 saranno disponibili solo in versione mild hybrid, ibridi plug-in o elettrici a batteria.
Il nostro futuro guarda all’elettrico, perciò non svilupperemo una nuova generazione di motori diesel,” ha dichiarato Håkan Samuelsson, Presidente e CEO di Volvo Cars. “Elimineremo gradualmente le vetture dotate esclusivamente di motore endotermico, prevedendo delle versioni ibride a benzina come opzione transitoria, per arrivare poi alla completa elettrificazione. La nuova S60 rappresenta il primo passo di questo processo.”
In occasione del Salone dell’Auto di Pechino 2018, la casa di Göteborg ha rafforzato la sua strategia di elettrificazione annunciando di voler arrivare a un fatturato globale costituito per il 50% da veicoli elettrici entro il 2025. 
Con questa affermazione Volvo Cars ha ulteriormente consolidato la sua posizione sul mercato cinese, che oggi è leader mondiale per le vetture elettrificate.
Leggi anche: Nuova Volvo XC60 è World Car od the Year 2018
La Nuova S60 sarà la prima auto del marchio a essere disponibile solo con una gamma di motori a quattro cilindri benzina Drive-E, due versioni ibride plug-in a benzina e inedite versioni mild hybrid che arriveranno il prossimo anno. La nuova berlina sportiva di lusso – interamente sviluppata da Volvo – sarà assemblata nello stabilimento di Charleston in Carolina del Sud per poi essere venduta in tutto il mondo.
Ricordiamo che la Casa di Gooteborg si era assicurata il primato di primo costruttore tradizionale nell’industria automobilistica a impegnarsi per unacompleta elettrificazione della gamma, già nel 2017.

Volvo ha tutte le intenzioni di ripulire i mari italiani dalla plastica.

Nella Giornata Mondiale degli Oceani Volvo Car Italia annuncia la partnership con PlasticLess, per la realizzazione del progetto LifeGate PlasticLess, un’iniziativa concreta per la salvaguardia dei mari italiani.

Grazie alla collaborazione di Volvo Car Italia con i partner LifeGate e Seabin Project, nei porti italiani di Marina di Cattolica (RN), Marina di Varazze (SV) e il Venezia Certosa Marina (VE) verranno installati gli innovativi dispositivi Seabin V5, in grado di catturare dalla superficie dell’acqua circa 1,5 chilogrammi di detriti al giorno, ovvero oltre mezza tonnellata di rifiuti all’anno, comprese le microplastiche fino a 2 millimetri di diametro e le microfibre fino a 0,3 mm.

E’ pronta a salpare la prima rivoluzionaria macchina che pulirà i mari dalla plastica! La pulizia però, per quanto efficace, da sola non può bastare, è necessario combattere alla fonte l’inquinamento che sta lentamente uccidendo i mari del mondo. Dobbiamo pulire, ma dobbiamo anche evitare che la plastica entri nei nostri mari.

Per questo motivo Volvo Cars ha annunciato il progetto di eliminazione delle plastiche monouso in tutti gli uffici, nelle mense, negli spazi comuni e durante gli eventi realizzati dalla Casa scandinava, tutto a favore di alternative più sostenibili come carta, pasta di legno o legno.

Si è calcolato che questa soluzione, porterà ogni anno all’eliminazione di oltre 500 articoli plastici per ciascun dipendente. Volvo ha inoltre stimato che solo nel 2018, l’iniziativa porterà alla sostituzione di oltre 140 tonnellate di articoli plastici con prodotti realizzati in materiali alternativi.



LEGGI ANCHE: batterie ecologiche per smartphone e auto elettriche.

“Volvo è storicamente impegnata a favore della riduzione dell’impatto ambientale,” dichiara Michele Crisci, Presidente Volvo Car Italia. “Il progetto LifeGate PlasticLess è un esempio di come Volvo non si limiti a sensibilizzare le persone sul tema della sostenibilità ma agisca anche in prima persona. La Casa madre, attraverso la Volvo Ocean Race, ha segnato la strada maestra con l’obiettivo di lottare contro la piaga delle plastiche nei mari; è dunque nostro dovere, nei singoli Paesi e in ambito locale, agire di conseguenza e dare un contributo tangibile alla soluzione di uno dei mali principali del nostro pianeta.”

Volvo Cars è fortemente impegnata a ridurre l’impatto ambientale, non per niente è stata la prima Casa Automobilistica ad annunciare un programma di elettrificazione di tutti i nuovi veicoli lanciati dopo il 2019. Questa strategia è stata ulteriormente rafforzata dalla Casa, che ha dichiarato il suo obiettivo di arrivare entro il 2025 a un fatturato globale costituito fino al 50% da vetture completamente elettriche prodotte in stabilimenti a impatto zero sul clima. Nel gennaio di quest’anno, lo stabilimento di Skövde, in Svezia, specializzato nella costruzione dei motori, è diventata la prima unità produttiva 100% green. 

Carburanti: in UE arriva l’etichetta per non sbagliare rifornimento

L’Unione Europea predispone un nuovo standard comune per rendere più chiara, semplice e immediata l’identificazione del carburante corretto per ogni veicolo. 

A partire dal 12 ottobre prossimo in tutti i 28 Paesi membri dell’Unione Europea oltre che in Islanda, Lichtenstein, Norvegia, Serbia, Macedonia, Svizzera e Turchia, sarà molto più semplice fare rifornimento perché troveremo le nuove etichette carburante apposte su tutti i veicoli di nuova immatricolazione e sulle pompe delle stazioni di rifornimento e di ricarica.

L’UE, nell’ambito della norma EN 16942, ha incaricato il Comitato Europeo di Normazione (Cen) di sviluppare un apposito standard sull’etichettatura armonizzata dei carburanti liquidi e gassosi. A comunicarlo sono Anfia (Associazione nazionale filiera industria automobilistica), Confindustria Ancma (associazione che riunisce costruttori e principali importatori di veicoli a due ruote, tricicli, quadricicli oltre a componenti), Unione Petrolifera ed Assopetroli-Assoenergia.

Leggi anche: A luglio diremo addio alle schede carburante.

Le nuove etichette del carburante avranno diverse forme a seconda del tipo di carburante, basterà tenere d’occhio l’aspetto per non commettere errori. La sagoma di quelle a benzina è circolare, quadrata quella del gasolio mentre quella dei carburanti gassosi è romboidale. 

Una serie di etichette simili – al momento in via di definizione – è stata prevista anche per i veicoli elettrici o ibridi plug-in e relative stazioni di ricarica, arriveranno in un secondo momento. 

Le etichette saranno poste in prossimità del tappo o dello sportellino del serbatoio, oltre che sul manuale d’uso e manutenzione. Per quanto riguarda la rete distributiva invece, le etichette compariranno sia sul distributore di carburante che sulla pistola della pompa per l’erogazione di benzina, gasolio, gas di petrolio liquefatto (GPL), gas naturale compresso (GNC), gas naturale liquefatto (GNL) e idrogeno (H2). 

Page 1 of 45

©2016 Gruppo Bossoni. All Rights Reserved. - Reg.Imp. Bs n.01678370170 - Privacy Policy • powered by kreativemind