Nuova Audi TT RS, 400 CV di puro divertimento

Audi ha diffuso le immagini e i dettagli della sua coupé per antonomasia. Da quanto possiamo vedere la Nuova Audi TT RS è all’apice della sua forma e come i migliori atleti mostra i suoi muscoli scolpiti. 

Audi TT è da sempre la coupé “high performance” da battere e in questa versione ultra pepata da 400 CV non ce n’è per nessuno!

Equipaggiata con il pluripremiato cinque cilindri 2.5 litri TFSI – vincitore per nove anni consecutivi del titolo di “Engine of the Year” nonché miglior propulsore della sua categoria – la Nuova Audi TT RS Coupé scatta da 0 a 100 km/h in soli 3.7 secondi e raggiunge una velocità massima di 280 km/h, dati che la posizionano ai vertici delle performance della gamma RS. 

Questo propulsore da 480 Nm di coppia massima è in grado di erogare la sua incredibile potenza grazie anche al lavoro dell’instancabile trazione integrale permanente quattro e al cambio a doppia frizione S tronic. Due must per il Colosso di Ingolstadt che rendono ogni veicolo targato Audi Sport il più divertente e il più desiderato al mondo!

Un prodotto all’altezza delle aspettative! Le innumerevoli possibilità di personalizzazione della Nuova TT RS sono in grado di soddisfare qualsiasi desiderio di esclusività da parte dei clienti, come il pacchetto design RS che colora numerosi dettagli di rosso/blu o il programma Audi Exclusive che si caratterizza in nuove tinte: Arancio Impulso, Marrone Cognac e Verde Iguana. 

LEGGI ANCHE: le nuove Audi S6, S6 Avant e S7 sono pronte a mordere l’asfalto

Non vi resta che attendere ancora un paio di mesi e potrete vedere dal vivo tutto il dinamismo di Nuova Audi TT RS nelle nostre concessionarie Audi Bossoni Automobili di Cremona, Mantova, Piacenza e Bagnolo Cremasco. Non preoccupatevi, quando arriverà sentirete il rumore dei suoi scarichi ovali anche da casa e la riconoscerete anche per strada, grazie al design sportivamente raffinato dello spoiler anteriore e delle prese d’aria laterali che scolpiscono il suo carattere unico.

Volkswagen Group ci mostra quale strada percorrere per salvare il mondo

Al Salone di Ginevra 2019, Volkswagen Group, ha mostrato alcune delle novità ibride ed elettriche che vedremo nelle concessionarie nel corso dei prossimi mesi 

Vetture estremamente pulite di cui il mondo ha assoluto bisogno: ecco la strada lanciata da Volkswagen Group al Salone di Ginevra 2019! Spetterà a loro infatti il duro lavoro di traghettare gli automobilisti e la loro mentalità verso una nuova era, fatta di auto al 100% elettriche, come la nuova Audi e-tron, la Q4 e-tron, la e-tron GT e la Skoda Vision iV. Tanto elettrico e tante ibride plug-in, come le nuove Audi Q5 Hybrid e Volkswagen Passat GTE 2019. 

Ricordiamo che la nuova Audi e-tron – il primo SUV dotato di due motori elettrici e trazione integrale elettrica – è già nelle concessionarie Audi Bossoni Automobili e grazie al loro contributo sarà la protagonista della quarta tappa dell’Audi Quattro Cup.

Vi sarete chiesti cosa lega il gioco del golf e la Casa dei quattro anelli. È molto semplice, entrambe sono accomunate da una storia ventennale fatta di stile ed eleganza, potenza e controllo, tecnica ed esperienza, libertà di movimento nel rispetto dell’ambiente e della natura. 

LEGGI ANCHE: Audi e-tron scala la pista dello Streif con pendenza dell’85%. Ecco il video!

In occasione della Giornata della Terra Volkswagen Group conferma sul campo il suo impegno nella piena sostenibilità dei propri veicoli. Non per niente l’innovativa piattaforma modulare MEB (Modularer Elektrische-baukasten) è già realtà e oltre a essere la base su cui nasceranno diversi modelli elettrici del gruppo, è disponibile anche per altri costruttori tramite appositi accordi industriali.

Non ci resta che attendere il prossimo anno per vedere e acquistare i primi modelli della famiglia ID, l’offensiva 100% elettrica della casa di Wolfsburg. Pensata per la grande diffusione, la ID avrà un prezzo allineato con quello di una Golf diesel di pari equipaggiamento, quindi perché non dare il nostro contributo per un mondo più pulito e sano.

Pasqua 2019, i limiti di velocità sulla A22 scendono a 90 km/h per evitare le code

Con l’arrivo della Pasqua 2019 e il susseguirsi di numerose festività, sono previsti cambiamenti nei limiti di velocità su una tratta dell’Autostrada del Brennero, la A22 

A Natale con i tuoi, a Pasqua con chi vuoi. Il detto popolare italiano vale anche per il 2019, con le autostrade italiane pronte a riempirsi di automobilisti in esodo vista la serie di festività che il calendario ha deciso di ravvicinare. Dalla Pasqua 2019 al 1° Maggio, ecco che l’Italia e le sue autostrade si preparano a non creare troppi impicci a chi ha deciso di spostarsi durante questo periodo dell’anno sì primaverile, ma che può già considerarsi un anticipo dell’estate.

Per questo motivo l’Autostrada del Brennero (A22) è corsa ai ripari! Un tratto, che è fortemente interessato dal passaggio di un’importante itinerario turistico europeo, da Giovedì 18 Aprile fino a Domenica 28 Aprile abbasserà i propri limiti di velocità a 110, 100 o addirittura 90 km/h in base alle condizioni del traffico. 

LEGGI ANCHE: VUOI UNA PASQUA A KM0?

Non preoccupatevi! Su questa tratta – di soli 25 km che comprende gli svincoli di Trento – ci saranno appositi pannelli luminosi a messaggio variabile che vi segnaleranno il limite imposto in quel momento. Stando alle parole dei gestori della A22 del Brennero tenere una velocità costante eviterebbe la formazione di una coda o almeno rallenterebbe di qualche ora la sua formazione. Dai vari test effettuati infatti è emerso che riducendo la velocità media di 14 km/h riescono a transitare l’8% di veicoli in più! 

Per causare una coda infatti basta che un veicolo sia fermo a bordo strada che inevitabilmente andrà ad innescare un minimo rallentamento nelle auto che seguono. Questa decelerazione si trasformerà in una frenata per le auto che si trovano più indietro e man mano si arriverà fino a fermarsi del tutto al centro della carreggiata (stop and go). Questo di fatto è il principio della formazione di una coda in autostrada. 

Prepariamoci quindi ad avere presto un sistema che adatti i limiti di velocità alle condizioni del traffico anche su altri tratti autostradali, ai concessionari di tali porzioni di strade a pedaggio, basterà installare i pannelli a messaggio variabile, i sensori che rilevano i transiti e avere una sala operativa che monitori il flusso dei veicoli e decida il limite da imporre.

Le nuove Audi S6 e S7 sono pronte a mordere l’asfalto!

Audi cambia le carte in tavola montando un V6 TDI mild-hybrid da 700 Nm di coppia sulle Nuove S6, S6 Avant e S7 Sportback

Cambio della guardia in casa Audi. Sono partiti in otto, sono saliti a dieci e oggi ne abbiamo ancora sei, ma sono cattivissimi e soprattutto digeriscono solo il gasolio! Con i nuovi modelli Audi S6, S6 Avant e S7, Audi offre ai propri clienti vetture sportive ad alte prestazioni di elevatissima qualità, tutte accomunate da una motorizzazione molto più efficiente con turbo compressore a razionamento elettrico abbinato alla rete di bordo a 48 volt. 

I puristi grideranno allo scandalo, ma il nuovo motore diesel V6 di 3 litri da 349 CV ha mandato definitivamente in pensione il vecchio 4 litri V8 benzina biturbo da 420 CV! Ma attenzione! Nonostante i tre modelli S offrano meno potenza rispetto alle precedenti versioni, garantiscono molta più coppia (+150 Nm), prestazioni molto simili e grandi vantaggi in termini di consumi.

L’affascinante S6 a gasolio infatti scatta nello 0 a 100 km/h in soli 5 secondi netti – 4,7 la versione precedente a benzina – mentre le sorelle Audi S6 Avant e S7 Sportback lo coprono in 5,1″! 

Parte del merito va al cambio automatico a otto rapporti tiptronic, parte alla trazione integrale quattro con ripartizione 40:60 e parte al compressore ad azionamento elettrico (EAV) in grado di ridurre il turbo lag ai minimi termini e garantire una risposta istantanea dal fantastico V6 TDI.

Questo motore grazie alla doppia sovralimentazione (elettrica-termica) offre una coppia costante di 700 Nm in un intervallo di regime compreso tra i 2.500 e i 3.100 giri al minuto e allo stesso tempo – grazie al sistema mild-hybrid (MHEV) – riesce a recuperare fino a 8 KW di potenza in fase di decelerazione e a garantire rinvii in tempi brevissimi e l’entrata in funzione dello start/stop già da una velocità di 22 km/h. 

Prezzi e data del lancio dei modelli S6 e S7 Sportback non sono ancora stati ufficializzati, ma continuate a seguirci per restare sempre aggiornati sulle ultime novità nel campo dei motori. In alternativa, visitate il sito www.gruppobossoni.it per cercare la vostra futura auto.

Peugeot: alla Milano Design Week solo vetture elettriche

La Casa del Leone rampante porta al 58esimo Salone del Mobile di Milano – il più grande evento mondiale di design – la NUOVA e-208, la concept e-Legend e 40 leoni a grandezza naturale.

Sotto i riflettori di uno degli eventi italiani più attesi dell’anno, Peugeot presenta la sua prima declinazione del concetto di transizione energetica in un prodotto di serie.

A poche settimane dalla sua anteprima mondiale al Salone di Ginevra e durante l’esposizione alla Milano Design Week, la NUOVA e-208 elettrica è finalmente prenotatile online e presto lo sarà anche sul nostro sito www.gruppobossoni.it.

Disponibile nell’iconico allestimento GT Line la e-208 vi offre sei varianti di colori per la carrozzeria e la possibilità di essere tra i primi fortunati a poterla guidare sulle nostre strade, grazie alla formula Free2More Lease.

Un’offerta di noleggio a lungo termine della durata di 4 anni – studiata appositamente per i privati – che vi permette di passare a una vettura 100% elettrica senza pensieri, versando solo un anticipo di 5.900 euro e pagando un canone mensile di 349 euro iva inclusa.

CLICCA QUI Per scoprire le offerte sul Noleggio Gruppo Bossoni Automobili

Se invece non vi sentite ancora pronti o le vostre esigenze non vi permettono di passare alla versione elettrica da 136 CV, in alternativa potrete scegliere tra una motorizzazione 1.2 turbo benzina con cambio automatico EAT8 o un diesel 1.5 16V Euro 6 d-Temp con cambio manuale a 6 rapporti, offerti entrambi a noleggio per quattro anni ad un prezzo di soli 289 euro iva inclusa.

Il mondo sta cambiando e la modernità trasmette energia! Peugeot forte della sua storia sta affrontando con serietà e determinazione l’era della transizione energetica rispondendo alle tante domande del pubblico con un messaggio molto chiaro: Unboring The Future!

Per questo motivo in occasione del Salone del Mobile di Milano, nello spazio Peugeot di via Savona 56 la NUOVA e-208 è stata affiancata dalla leggendaria e-Legend – la Concept 100% elettrica che ha fatto innamorare il mondo intero con la sua aria retrò – e da 40 spettacolari leoni a grandezza naturale. Grazie a giochi sonore e luminosi – proprio in occasione dei 208 anni di storia del brand – il Leone rampante ha trasmesso ai numerosi visitatori energia, modernità e i valori del Marchio Peugeot: Esigenza, Fascino ed Emozione!

Moab Easter Safari, ecco tutte le novità di Jeep

La 58esima edizione del Moab Easter Safari sarà ricordata per la supremazia e la stravaganza dei 4×4 targati Jeep e Mopar

Il brand di FCA specializzato in SUV sbarca in Utah con sei declinazioni dell’inarrestabile pickup Gladiator! Jeep e Mopar hanno unito le forze creando sei mostruosi fuoristrada – dalle straordinarie capacità di guida in off road – appositamente per le migliaia di appassionati che visiteranno la 53esima edizione del Moab Easter Safari 2019.

Il Moab Easter Jeep Safari rappresenta la cornice perfetta per interagire e raccogliere il feedback dei nostri clienti più fedeli e di tutti gli appassionati di off-road che partecipano all’evento ogni anno“, spiega Tim Kuniskis, Head of Jeep Brand – North America. “L’Easter Jeep Safari di quest’anno segnerà il debutto della nuova, attesissima Jeep Gladiator sui suggestivi e impegnativi tracciati di Moab.  Per celebrare l’evento, presenteremo sei nuovi concept Jeep ultra performanti che non mancheranno di attirare gli sguardi e di affascinare il pubblico“.

Le concept – che spaziano da modelli di serie fino a vere e proprie realizzazioni uniche – sono denominate: Five-Quarter, J6, Wayout, Flatbill, JT Scrambler e Gladiator Gravity. A renderle così uniche, l’utilizzo di un vasta selezione di Jeep performance Parts sviluppate da Mopar, leader nel settore e unico in grado di assicurare il rispetto delle rigorose specifiche tecniche per la guida in fuoristrada.

Raccontarveli tutti e sei singolarmente in questo articolo sarebbe una pazzia! Ma noi ci proviamo ugualmente:

– Jeep Wayout offre verniciatura mimetica, assetto rialzato, cerchi da 17″, verricello anteriore, snorkel posteriore, serbatoi aggiuntivi integrati nella fiancata e una comoda tenda sopra il vano posteriore.

– La Jeep J6 invece si caratterizza per la cabina singola con hardtop asportabile che le permette di sfruttare un cassone lungo 1,83 metri. Il prototipo monta cerchioni da 17″ con gomme da 37″, assetto rialzato, barra frontale con luci a LED aggiuntive e rollbar posteriore. Chicca di questo prototipo l’impianto d’aspirazione del modello Honcho del 1978 e la vernice Brilliant Blue.

Jeep Flatbill dal canto suo offre il massimo nel mondo del motocross. Nel vano posteriore grazie a un sistema di trasporto dedicato e a pratiche ramp trovano posto due moto da cross. Oltre a una grafica dedicata spiccano i cerchi da 20 pollici gommati con pneumatici da 40″, ammortizzatori e paraurti specifici, assali pro-Rock 60, assetto rialzato e passaruota allargati.  

Jeep JT Scrambler è un omaggio alla iconica Jeep Scrambler del 1982. La concept dispone di caratteristiche grafiche in tinta Pink’N Metallic, Orange e Nacho che contrastano il tetto marrone. Interessante la scelta del cerchi da 17 pollici bicolore con pneumatici da 37″, assetto rialzato e rivestimenti in plein tinta Amaretto Brown con cuciture arancio.

Jeep Gladiator Gravity invece è l’esemplare più vicino alla produzione di serie, quindi una vera e propria vetrina di tutti gli accessori Mopar realizzati per la gamma Jeep Performance Parts.  Su questo esemplare troviamo il kit di rialzo, i cerchi da 17″, pneumatici da 35″, luci aggiuntive a LED, lo scarico sportivo, l’impianto d’aspirazione modificato, le suggestive portiere tubolari e il tetto apribile in tela con l’originale sistema di trasporto per l’attrezzatura sportiva.

– Chiudiamo con l’ultimo ma il più estremo Five-Quarter di derivazione militare! Questo modello è un esemplare unico in vetroresina e fibra di carbonio – omaggio al Gladiator del passato – realizzato sulla base dell’M-715 militare del 1968 con telaio e assali rinforzati, sistema di sospensioni a molle specifico e cerchi beadlock da 20 pollici con pneumatici da 40″. Il motore è un ruggente 6.2 litri Hemi Hellcrate con compressore volumetrico da oltre 700 Cv abbinato al cambio automatico a tre velocità.

Alfa Romeo Racing taglia il 1000esimo traguardo in F1

Alfa Romeo Racing – vincitore del primo Gran Premio e del primo Campionato nella storia della F1 – rende omaggio alla più importante competizione motoristica mondiale durante il GP di Cina

Dal lontano 1950, anno in cui il Circus assunse una dimensione planetaria, sono cambiate molte cose sia nel mondo dell’automobile che delle corse. A restare immutati sono rimasti solo due fattori: il calore e l’entusiasmo del pubblico e la presenza sulla linea di partenza delle monoposto del Biscione, oggi rappresentato nel paddock da Alfa Romeo Racing!

Silverstone (Gran Bretagna) 13 maggio 1950: allora la scuderia Alfa Romeo si presentò con quattro monoposto “158” guidate da Giuseppe “Nino” Farina, Juan Manuel Fangio, Luigi Fagioli e, in segno di omaggio alla nazione ospitante, Reg Parnell. Le vetture, grazie ai loro 350 CV e alla bravura dei loro piloti, si piazzarono ai primi quattro posti nelle qualifiche, occupando quindi per intero la prima fila dello schieramento. Fu Nino Farina alla fine ad aggiudicarsi il giro più veloce e la vittoria finale. 

La scuderia Alfa Romeo quell’anno si aggiudicò sei gare su sette conquistando i primi tre posti in classifica e consacrando Nino Farina come primo pilota iridato nella neonata F1. Un successo che si è ripetuto anche l’anno successivo con la straordinaria e inarrivabile 159, grazie anche alla bravura del campione Juan Manuel Fangio!

Da allora, nel corso degli anni, le vittorie e i podi nei diversi campionati internazionali hanno fatto nascere le leggendarie vetture sportive del Biscione “Paradigma delle Emozioni”. Se non ci credete venite nelle Concessionarie FCA Gruppo Bossoni e scoprirete cosa si prova a sedersi al volante di una Giulia Quadrifoglio o una Stelvio Quadrifoglio, vetture di serie tra le più potenti e performanti al mondo, nomi delle monoposto guidate da Antonio Giovinazzi e Kimi Raikkonen.

LEGGI ANCHE: Heritage Hub, la nuova casa per i preziosi gioielli di FCA

Oggi il vessillo del Biscione, con Alfa Romeo Racing, è tornato a sventolare sui circuiti di Formula 1 di tutto il mondo grazie al pilota italiano Antonio Giovinazzi e al Campione del Mondo 2007 Kimi Raikkonen, impegnati proprio in questi giorni nel Gran Premio della Cina: “A Shanghai abbiamo fatto progressi, siamo fiduciosi riguardo al nostro potenziale”, dopo il nono posto del finlandese e il quindicesimo dell’italiano ex Ferrari e Sauber.

Se volete riassaporare i valori e i sapori della storia dei motori Alfa Romeo non perdetevi la 37esima rievocazione della 1000 Miglia, che partirà da Brescia mercoledì 15 Maggio.

Heritage Hub, la nuova casa per i preziosi gioielli di FCA

Le auto italiane e la loro storia tornano all’interno dell’impianto di produzione di Mirafiori: ecco il museo Heritage Hub di FCA

FCA apre le porte dell’ex Officina 81: il capannone industriale in via Plava a Torino che dai primi di Aprile ha, dopo un attento restauro conservativo, iniziato a ospitare il museo Heritage Hub.

L’area subalpina di inventiva e ingegneria con i suoi 15.000 metri quadrati diventa così la nuova casa per centinaia di vetture del gruppo torinese nonché punto di riferimento per gli studenti e gli appassionati di Fiat, Lancia, Abarth e Alfa Romeo 

LEGGI ANCHE: arrivano le targhe personalizzate per le auto!

Heritage Hub offrirà ai visitatori la possibilità di ammirare le oltre 250 auto italiane – alcune mai mostrate in pubblico – rivivendo la loro storia proprio nel luogo dove sono state costruite. A tal proposito ci teniamo a sottolineare che alzando lo sguardo si può ammirare la mostra sospesa – tramite pannelli pendenti – sulla storia di Mirafiori.

Non un semplice museo tradizionale ma molto di più! FCA attraverso Heritage Hub ha dato vita a un luogo di formazione e di forte emozione, un archivio tridimensionale in costante arricchimento e uno sviluppatore di idee nuove la cui missione è la tutela, la divulgazione e la promozione del patrimonio storico dei marchi di FCA.

Questo perché le auto storiche hanno un fascino indescrivibile capace di appassionare migliaia di persone ogni anno. Quanti di noi hanno in garage vetture d’annata, con o senza valore economica, ma sicuramente inestimabili dal punto di vista affettivo? 

https://www.youtube.com/watch?v=mw6SKNdgCfw

Proprio per questo motivo all’interno dell’area Hub, oltre al museo, trovano spazio i servizi e i prodotti firmati FCA Heritage e l’esclusiva vetrina “Reloaded by creatore” il progetto che certifica, ripara e vende le vetture storiche di FCA come se fossero nuove.

L’esposizione è aperta anche al pubblico ma solo su appuntamento e con visita guidata. Tutte le informazioni sono reperibili sul sito dedicato di FCA Heritage Hub ma, se non vedete l’ora di scoprire cosa vi attende, sappiate che l’area centrale sarà caratterizzata da otto mostre tematiche, ciascuna delle quali ospiterà otto vetture di epoche e marchi diversi, all’interno di un arco temporale di un secolo. 

Continuate a seguirci, parleremo ancora di Heritage Hub molto, molto presto qui sul Magazine del Gruppo Bossoni Automobili.

Sbloccato l’Ecobonus: via libera agli incentivi!

La Corte dei Conti, dopo oltre 90 giorni dall’entrata in vigore della legge di bilancio, registra l’erogazione del tanto atteso Ecobonus permettendone così la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale

Finalmente ci siamo! Da questa settimana i concessionari – tramite un apposito sito internet – potranno prenotare gli Ecobonus da 1.500 a 6.000 euro per l’acquisto delle vetture ecologiche con o senza rottamazione. Dal momento della prenotazione si avranno sei mesi di tempo per portare a termine l’iter e procedere con l’immatricolazione e la consegna dei veicoli. 

Se siete in procinto di acquistare una vettura green, vi ricordiamo che i fondi stanziati per il 2019 ammontano a 60 milioni di euro e 70 per il 2020 e 2021, ma attenzione, le auto incentivabili non devono superare il costo di 50.000 euro IVA esclusa.

Ricordiamo che per ottenere l’Ecobonus, le persone fisiche o giuridiche, dovranno immatricolare una vettura nuova con emissioni di anidride carbonica di al massimo 70 g/km nel periodo compreso tra il 1° marzo 2019 e il 31 dicembre 2021. Nel dettaglio la legge prevede due scaglioni:

– Le auto con emissioni fino a 20 g/km (elettriche) avranno un incentivo di 4.000 euro che potrà salire fino a 6.000 in caso di auto da rottamare.

– Le vetture con emissioni da 21 a 70 grammi di CO2 per chilometro che potranno beneficiare di una riduzione del prezzo di 1.500 euro che diventerà 2.500 in caso di vettura Euro 1,2,3 o 4 da rottamare. 

LEGGI ANCHE: Ecobonus 2019 ecco le auto che ne hanno diritto.

Chiudiamo questo articolo puntualizzando che nelle Concessionarie Gruppo Bossoni Automobili, l’Ecobonus non sostituisce il normale sconto sulle auto nuove che continueremo ad applicare a tutti i nostri clienti. 

Arriva il maxi condono per le multe e le tasse locali non pagate

Avete multe automobilistiche, IMU, TASI o IRAP arretrati? Grazie al nuovo decreto legge crescita pagherete solo l’importo dovuto senza sanzioni o interessi: in arrivo il maxi condono!

Arriva il maxi condono per le multe e non solo. Nello schema del nuovo Decreto Legge sulla Crescita – approvato il 4 aprile 2019 –  è stato inserito l’articolo “Estensione della definizione agevolata delle entrate regionali e degli Enti locali”, che permetterà alle regioni, province, città e comuni di attivare la rottamazione dei crediti maturati nei confronti dei propri cittadini.

Nel dettaglio la disposizione prevede la rottamazione delle cartelle contenenti le ingiunzioni di pagamento recapitate dalle Amministrazioni locali negli anni che vanno dal 2000 al 2017. Il decreto comunque lascerà piena libertà agli amministratori locali, che potranno scegliere se aderire oppure no

Spetterà infatti agli enti presentare la delibera di “esclusione delle sanzioni” (il condono per le multe) entro i sessanta giorni successivi all’approvazione del Decreto Legge sulla Crescita, che fisserà i criteri, le modalità e i tempi per la presentazione delle istanze di adesione. 

LEGGI ANCHE: “Per andare in bicicletta serviranno casco, targa e assicurazione?”

Si amplia dunque la possibilità per i contribuenti di rottamare fastidiosi tributi locali e multe automobilistiche non pagate in modo facile e veloce. Continuate a seguirci per avere maggiori dettagli, vi daremo informazioni più precise non appena il decreto verrà pubblicato sulla Gazzetta ufficiale.

Page 1 of 61

©2016 Gruppo Bossoni. All Rights Reserved. - Reg.Imp. Bs n.01678370170 - Privacy Policy • powered by kreativemind